Superlega: Campionato al via. Chi succede a Civitanova? Le quote. Perugia favorita nelle scommesse

2100
Wilfredo Leon Venero vs Civitanova

MODENA – Chi succederà alla Lube Civitanova (Lube permettendo)? Dal week end in arrivo cominceremo a scoprirlo. Saranno tredici le squadre a darsi battaglia nella 77. edizione della Superlega in una regular season che si concluderà il 20 marzo 2022 per dare il via poi all’accesissima seconda fase della stagione dove tutto si decide, i play off.

VITTORIA SCUDETTO – Lo scorso anno fu la Sir Safety Perugia a chiudere al primo posto la stagione regolare per poi però perdere la finalissima contro i rivali di sempre marchigiani. Anche quest’anno la squadra umbra parte con i favori del pronostico per la vittoria finale (quote da 2.10 a 2.30) così come certificato sui siti di scommesse online. Alle sue spalle Modena (3.50-3.25) e appena un pelino più indietro proprio Civitanova (3.75).

Distanze non particolarmente accentuate in questo tris di squadre che – secondo i broker – si contenderà quindi il tricolore con gli altri dieci team che lotteranno alle loro spalle.
Con buone chances di mettersi in mostra ci sono Trento (terzo lo scorso anno, quotato da 14 a 16), Piacenza (da 21 a 22.5) e Milano (con un range 35-36). Ma già da queste prime quote si vede che non ci sarà partita per il primato e meno ancora, almeno sempre riferendoci alla vittoria finale, avranno possibilità tutte le altre, ovvero Vibo Valentia, Monza, Verona, Cisterna, Padova, Taranto e Ravenna, quest’ultima quotata addirittura oltre 1000.

Del tris di squadre favorite, c’è da sottolineare il salto di qualità del Modena che lo scorso campionato ha chiuso al settimo posto e quest’anno si ritrova fra le grandissime del campionato. Inutile sottolineare infatti come il mercato dei modenesi sia stato di primissimo livello con gli innesti del capitano del Brasile Bruno Mossa De Rezende, Yoandy Leal, Earvin Ngapeth e Nimir Abdel Aziz ai quali si è aggiunto, fra gli altri, anche Maarten Van Garderen, lo schiacciatore olandese che fa ritorno in Emilia-Romagna dopo l’esperienza vissuta nel 2017-2018, che rappresenta un’alternativa di lusso allo stesso Leal e a Ngapeth.

Sostieni Volleyball.it