Superlega: Civitanova torna al sorriso con un 3-0 a Verona. Scaligeri in crescita

615

1. GIORNATA
NBV Verona – Cucine Lube Civitanova 0-3 (23-25, 20-25, 21-25)
NBV Verona: Spirito, Kaziyski 14, Aguenier 8, Boyer 13, Jaeschke 9, Caneschi 3, Donati (L), Kimerov, Bonami (L), Asparuhov. N.E. Zanotti, Peslac. All. Stoytchev.
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 1, Juantorena 10, Anzani 9, Rychlicki 13, Leal 11, Simon 9, Marchisio (L), Balaso (L), Falaschi, Yant Herrera. N.E. Kovar, Larizza, Hadrava. All. De Giorgi.
ARBITRI: Tanasi, Cappello.
NOTE – durata set: 28′, 26′, 27′; tot: 81′.

VERONA – La Cucine Lube Civitanova espugna l’AGSM Forum di Verona, teatro tre giorni fa della Finale di Supercoppa, conquistando i primi tre punti nel posticipo della prima giornata di Superlega nella sfida contro i padroni di casa veneti della NBV. Partita a tratti combattuta, ma complessivamente controllata dall’inizio alla fine dai biancorossi di coach De Giorgi, nonostante i lampi di bel gioco di Verona con Kaziyski (14) e Boyer (13) e la luce portata da un Jaeschke in crescita opzione in più per Spirito.
A fare la voce grossa i 5 ace (3 per Simon, MVP del match) e i 6 muri dei biancorossi, che attaccano al 56% con Rychlicki miglior realizzatore con 13 punti. Verona è squadra in crescita rispetto a quella di Coppa Italia anche se manca ancora qualcosina soprattutto a servizio e muro. Per il prossimo cammino in campionato gli scaligeri di coach Stoytchev dimostrano però di avere le carte in regola per fare bene

SESTETTI  – Coach Stoytchev ritrova in banda Jaeschke in coppia con Kaziyski, Spirito in regia, Boyer opposto, Caneschi-Aguenier al centro, Bonami libero. Fefè De Giorgi replica con De Cecco-Rychlicki, Simon-Anzani, Juantorena-Leal, Balaso libero.

LA PARTITA – Subito break della Cucine Lube Civitanova con De Cecco e Simon (4 punti con il 100% in attacco per il cubano nel set) a dare spettacolo, poi l’errore di Boyer manda i biancorossi al +3 (4-7). Kaziyski e l’errore di Leal riportano sotto Verona (10-10) ma i cucinieri ritornano subito avanti con Juantorena e Aguenier che non trova il campo (11-14). Due ace di Simon lanciano la Cucine Lube Civitanova (15-19), Kaziyski non si arrende (20-21) e su una palla chiamata out a Rychlicki (sembrava ci fosse un tocco del muro veronese) si va 23-23. Il primo set ball è biancorosso, Jaeschke spara out il suo unico pallone del set (80% in attacco) ed è 23-25.

La Cucine Lube scappa anche nel secondo set grazie al turno al servizio di Simon che mette in difficoltà la ricezione di Verona (6-9) e nonostante il solito Kaziyski (12-13) la battuta del cubano continua a fare la differenza (ace del 13-16). Juantorena e Anzani si esaltano a muro (13-19), Boyer sbaglia (14-21) consegnando di fatto il secondo parziale ai biancorossi: unico brivido sul turno al servizio di Kaziyski (due ace e 20-23), il 20-25 finale arriva sull’errore del neo entrato Asparuhov. Rychlicki 5 punti con l’83% in attacco nel set.

Verona prova a tenere testa alla Cucine Lube Civitanova partendo aggressiva nel terzo set (5-4) con Boyer e Jaeschke, ma è solo una fiammata perché Juantorena e Leal in contrattacco riportano avanti gli uomini di De Giorgi (8-10) che poi salgono al +4 (10-14). I biancorossi spingono sull’acceleratore per chiudere subito i conti (13-18) approfittando anche di un errore dei veneti, Juantorena trova l’ace del 18-23. Il 21-25 è firmato da Simon, MVP del match.

HANNO DETTO

Radostin Stoytchev (allenatore NBV Verona): “Nel primo set ci siamo sciolti, abbiamo giocato bene in contrattacco, eravamo vicini, ma la qualità di Civitanova ha deciso due palloni fondamentali. Due errori nostri nel secondo parziale hanno provocato il turno di Simon in battuta che ha fatto la differenza. Abbiamo avuto sempre percentuali alte in attacco, non avevamo giocato così bene fin qui. A condizionarci sono stati i troppi errori in battuta, non abbiamo avuto continuità soprattutto in quella in salto. Alla fine Rychlicki ha fatto la differenza, ha avuto percentuali davvero alte. Abbiamo lavorato una settimana in più, e spero di avere tutti pienamente a disposizione, è un processo e dobbiamo migliorare in tutto. È giusto aspettarsi progressi da tutti”.

Kamil Rychlicki (Cucine Lube Civitanova):
 “Ormai conosciamo bene il palazzetto di Verona, visto che ci abbiamo giocato tre giorni fa. Avevamo bisogno di questa vittoria per partire bene in Campionato dopo la Supercoppa che non è andata come avremmo voluto. Dovevamo mettere alle spalle la sconfitta e imparare da quello stop guardando avanti: oggi, rispetto ai nostri avversari, abbiamo avuto più forza in attacco e in battuta”.

Sostieni Volleyball.it