Superlega: Civitanova, un set per togliere la ruggine poi il 3-1 al Cisterna

Leal protagonista a Cisterna

3. GIORNATA
Top Volley Cisterna – Cucine Lube Civitanova 1-3 (25-23, 19-25, 17-25, 22-25)
Top Volley Cisterna: Sottile, Karlitzek 12, Szwarc 10, Patry 8, Palacios 14, Rossi 9, Van Garderen 11, Rondoni (L), Peslac, Cavaccini (L), Onwuelo. N.E. Rossato, Elia. All. Tubertini.
Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende, Juantorena 16, Anzani 5, Rychlicki 15, Leal 19, Simon 11, Marchisio (L), Kovar, Balaso (L), Massari, Diamantini 1. N.E. Bieniek, D’Hulst. All. De Giorgi.
ARBITRI: Lot, Moratti.
NOTE – durata set: 31′, 27′, 27′, 31′; tot: 116′.

CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna vince il primo set ma non riesce ad arginare la qualità della Cucine Lube Civitanova che ribalta la situazione e s’impone 1-3 nel match giocato a Cisterna di Latina. Determinante Leal con 19 punti (il miglior realizzatore del match con il 52% in attacco) mentre per la Top Volley il top-scorer è stato Palacios (14). 

SESTETTI – In avvio di partita coach Tubertini schiera Sottile in palleggio in diagonale con Patry, di banda Karlitzek e Palacios, al centro Rossi e Szwarc con Rondoni libero, poi nel corso del match c’è stato spazio anche per Cavaccini che ha progressivamente accumulato minuti di gioco dopo il guaio che lo aveva tenuto fuori per due sfide, ma durante la partita con la Lube il coach Tubertini ha dato spazio anche a Peslac, Van Garderen e Onwuelo.

LA PARTITA – La Top Volley Cisterna vince il primo set (25-23) ma il parziale è pieno di alti e bassi perché la formazione di casa parte subito forte (4-1, 6-3) e si fa sentire subito dalla linea dei nove metri con Patry e Karlitzek, dall’altra parte della rete la Lube non sta a guardare e fa pesare la qualità di Juantorena cercato spesso dalla pipe di Bruno: dal 10-10 la Lube piazza un break con Rychlicki (11-16) ma la Top accusa il colpo e riparte, sempre con la battuta a essere incisiva. Sul 17-19 la Lube chiama time-out, così come sul 19-19 pari dopo l’ace di Karlitzek. La Top Volley è determinata e il pubblico la spinge fino al 24-22 e i pontini trascinati da Patry chiudono il parziale. A metà set la Top ritrova il libero Cavaccini, che si è alternato con Rondoni: meglio Cisterna in attacco (57% contro il 50% della Lube), al servizio (2-1) e a muro (3-2) mentre la Lube ha ricevuto meglio (55% contro il 40% della Top).

Nel secondo set la Top Volley Cisterna non riesce a mantenere il ritmo della Lube che rimette il match in parità vincendo 19-25. Partenza tutta della Lube (4-8, 7-11) ma la Top ricuce fino a impattare sul 15-15 ma se nel primo set era stato prevalentemente Juantorena a incidere, nel secondo parziale è Leal che sale in cattedra totalizzando sette punti complessivi che spingono la Lube (17-20) e la formazione di casa non riesce a pungere con la battuta (otto errori e un solo ace)   mentre i marchigiani creano problemi alla ricezione pontina. Nel finale la Top Volley Cisterna ricuce lo svantaggio ma è la Lube che accelera e trova il 19-25 che chiude il secondo set in 27 minuti.

La Lube trova continuità e vince anche il terzo set (17-25) con i marchigiani sempre avanti trascinati ancora da Leal (6 punti per lui) e Rychlicki (5) e dal resto della formazione di coach De Giorgi che spinge ed è sempre avanti nel punteggio. Sul 7-13 Tubertini chiama il time-out per provare a spezzare l’inerzia del match ma le cose non cambiano e la Lube continua a crescere nonostante i due aces di fila di Szwarc (11-14) che confermano le doti al servizio del centralone canadese. Sul 16-21 la Top Volley ha un altro sussulto ma è ancora la Lube a fare la voce grossa per il 17-25 finale. 

Sul vantaggio di 1-2 la Lube la spunta anche nel quarto e decisivo parziale che si chiude 22-25 ma è molto combattuto perché la formazione di coach Lorenzo Tubertini è sempre in partita: sul 13-16 Van Garderen cerca di trovare la giusta continuità al ritorno in campo dopo un problema alla caviglia, poi la Top si riavvicina fino al 16-18 con un break importante e Rychlicki che continua a essere una bocca di fuoco importante per gli equilibri della Lube. Karlitzek non riesce a entrare in serie dalla linea dei nove metri (18-21) e Simon dall’altra parte del campo pesca l’ace che vale il 18-23 che di fatto chiude il match.

HANNO DETTO

Bruno (Cucine Lube Civitanova): “Arrivavamo da una battuta d’arresto, possiamo migliorare ancora e crescere. Come atteggiamento siamo migliorati, la squadra è riuscita togliersi dai momenti di difficoltà con una buona reazione. Il servizio? E’ un fondamentale che contro di noi tutti cercano di sfruttare, forse non abbiamo gestito bene le palle alte, su questo dobbiamo lavorare ancora”.

Lorenzo Tubertini (Top Volley Cisterna): “Abbiamo fatto un avvio di partita di altissimo livello, stiamo facendo quello che ci siamo chiesti di fare per alzare il nostro livello di gioco. Dobbiamo imparare a gestire un po’ meglio quello che facciamo durante l’arco della partita e secondo me abbiamo fatto esperienza e migliorare ancora. C’erano diverse situazioni fisiche problematiche, ho cercato un po’ di gestirli ma bravi perché sono stati sempre attaccati al match e la Lube ha concesso pochissimo, il livello era molto alto”. 

Andrea Rondoni (Top Volley Cisterna): “Dobbiamo trovare punti salvezza in tutte le partite. Sono contento che Mimmo Cavaccini sia tornato a disposizione perché tutti dobbiamo essere al massimo per provare a centrare la salvezza”. 

Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova): “Sono tornato in campo con la Cucine Lube dopo l’esperienza con la Nazionale cubana ed è arrivata una vittoria importante, dopo aver perso la prima in casa. Abbiamo reagito bene, conquistando i tre punti fondamentali per la classifica, e ora testa alla Coppa Italia. Dobbiamo restare concentrati e lavorare su questo, Cisterna ha giocato bene sfruttando le occasioni nei loro turni di battuta forti ma alla fine l’abbiamo spuntata noi”.

Fabio Balaso (Cucine Lube Civitanova): “Era una partita importante per noi, per riscattarci dalla sconfitta con Milano, in un campo non facile come Cisterna. Ci hanno messo in difficoltà nel primo set, specialmente al servizio, ma siamo rimasti lucidi nei momenti chiave. Tutti danno il massimo contro di noi, lo sappiamo”.

Kamil Rychlicki  (Cucine Lube Civitanova): “Sono felice della vittoria per la squadra, abbiamo trovato il primo successo del 2020 e da ora in poi sono sicuro che continueremo a crescere. Cisterna ha forzato molto al servizio e l’inizio è stato complicato, poi siamo venuti fuori ritrovando il nostro gioco”.

 

Sostieni Volleyball.it