Superlega: Debutto vincente per la Lube cubana. 3-0 a Ravenna

Cucine Lube Civitanova – Consar Ravenna 3-0 (25-19, 25-23, 25-18) – i tabellini

MVP: Osmany Juantorena
Spettatori: 3.000.

CIVITANOVA MARCHE – Pronostico rispettato nell’esordio stagionale della Cucine Lube Civitanova davanti al suo pubblico dell’Eurosuole Forum. I vice campioni del mondo allenati da Giampaolo Medei si impongono in tre set al cospetto di una buona Consar Ravenna, regalando ai 3 mila spettatori dell’Eurosuole Forum una vittoria figlia di una squadra che deve ancora rodare i propri meccanismi ma già carica di determinazione, griffata in attacco dal terzetto di fattura cubana Leal-Juantorena-Simon, con quest’ultimo che approfitta della prima da titolare del recuperato Sokolov per tornare nel suo ruolo naturale di centrale (a scapito di Stankovic), in diagonale con Cester. Simon subito a mille con il 90% in attacco.
 
Proprio il giocatore veneto è decisivo nel primo parziale per scardinare con la  float la ricezione degli avversari, autori di una buona partenza (5-7) sulla scia dell’ottimo Rychlicki (5 punti). Cester è velenoso dai nove metri, consentendo all’applauditissimo Bruno di pigiare sull’acceleratore affidandosi nelle rigiocate soprattutto a Juantorena (7 punti, 88% di efficacia sulle schiacciate), fino al 25-19 finale.
 
Nel secondo parziale Ravenna tiene botta fino al 16-17, poi sembra mollare quando Bruno mura a uno Raffaelli facendo esplodere l’Eurosuole Forum e lanciando un concreto tentativo di fuga della Cucine Lube. Il team biancorosso, avanti 22-19, con un bel 4-1 nel parziale nel computo dei blocchi vincenti e Juantorena al 67% di efficacia in attacco, deve rimboccarsi nuovamente le maniche dopo un ace del solito Rychlicki e il successivo errore di Sokolov (22-22). I biancorossi chiudono 25-23 dopo un mani-out vincente di Leal rilevato dal Video Check e un errore in attacco del bomber lussemburghese della Consar, autore di altri 6 punti (50% in attacco).
 
Stesso copione nel terzo set: Ravenna fa il suo, giocando a metà parziale anche la carta Lavia al posto di Raffaelli per provare a sistemare la ricezione. Nel momento decisivo è sempre la Cucine Lube Civitanova a trovare la zampata vincente, con le sue bocche di fuoco che risultano nuovamente infallibili sui contrattacchi. Juantorena firma il muro del +5 sul 21-16, un gap che costringe Ravenna a deporre le armi. Finisce 25-18, con il bomber caraibico della Cucine Lube e della nazionale Italiana Mvp della sfida: per Osmany 14 punti col 65% di efficacia sulle schiacciate e il 65% in ricezione su 17 palloni giocati, cui va aggiunto un muro vincente.
 
HANNO DETTO
 
Giampaolo Medei (allenatore Cucine Lube Civitanova): “Sono felice per la vittoria, mentre sulla prestazione dico che dobbiamo crescere sotto tanti punti di vista, primo fra tutti quello della continuità. E’ normale che sia così, anche perché abbiamo schierato due giocatori, Simon e Sokolov, che non si cimentavano nei rispettivi ruoli da tempo. Siamo in rodaggio e la parola d’ordine resta la solita: lavoro, lavoro e ancora lavoro”.
Gianluca Graziosi (allenatore Consar Ravenna): “Abbiamo fatto il nostro, anche se qualche occasione buona per osare di più l’abbiamo sprecata. Contro una squadra come Civitanova è difficile riuscire a concretizzare fino in fondo quanto di buono si riesce a fare con il muro-difesa. La differenza in questa partita l’ha fatta proprio la gestione dei contrattacchi: la Lube è riuscita sempre a concretizzare i suoi, mentre noi no”.

Sostieni Volleyball.it