Superlega: Bagarre ad inizio 4° set. Giallo a Piazza con reclamo preannunciato. Le parole del primo arbitro e il regolamento

6274

Aggiornamento delle 00.40 del 24/11

MILANO – C’è stata bagarre nell’avvio di 4° set tra Milano e Cisterna con la Powervolley che ha comunque preannunciato reclamo per la decisione arbitrale.
Sul 2-2, dopo una azione prolungata con diversi capovolgimenti di fronte l’attacco di Milano, di Jaeschke, prende il nastro della rete e ritorna direttamente nel campo lombardo con la difesa di Pesaresi (che in realtà di vede la palla arrivare con la velocità di una fiondata).
Qui il primo arbitro fischia, a palla ancora in volo, i 4 tocchi.  La palla cade un istante dopo.
Milano chiama immediatamente il video check invocando il tocco a muro di Cisterna.
Qui un momento particolare: durante le proteste dei pontini il primo arbitro Rocco Brancati, coadiuvato dal secondo Luca Saltalippi, – microfono aperto – chiama Lanza per  tranquillizzarlo: “Comunque il punto è vostro”.
Un giudizio a video check in corso. Ma se l’occhio delle telecamere ad alta risoluzione avesse riscontrato il tocco a muro di Cisterna questo avrebbe costretto il primo arbitro a far rigiocare l’azione? Dopo il video check (4° tocchi “no” recita la scritta sui teleschermi) e punto assegnato ai pontini si incendiano le proteste di coach Piazza (Milano) perché – questo si è capito dai microfoni degli arbitri aperti – è stato dato il punto alla Top Volley per la palla caduta a terra: “La palla è comunque caduta, è punto vostro” si sente dire.

Ad una attenta lettura del regolamento dedicato al videocheck al punto 11 si legge come il regolamento confemi la decisione – corretta – della coppia arbitrale composta da Rocco Brancati e dal secondo Luca Saltalippi,

11. In un’ottica di ricerca della verità assoluta per quanto concerne la corretta valutazione dell’azione di gioco, se l’analisi delle immagini, per qualsiasi tipologia di richiesta di Video-Check, evidenziasse un fallo di un’altra tipologia (anche per i quali non è possibile richiedere la verifica Video-Check) non rilevato dagli arbitri, indipendentemente dalla squadra che ha effettuato la richiesta, il servizio dovrà essere attribuito secondo quanto previsto dalla Regola 6.1.2.1 (se due o più falli sono commessi successivamente, solo il primo è sanzionato), anche relativamente alla sequenzalità tra impatto della palla con il terreno e il verificarsi di un altro fallo. Se l’azione di gioco viene interrotta per un fallo sanzionato dall’arbitro e la verifica Video-Check richiesta dalla squadra avversaria dimostra che tale fallo non è avvenuto, l’azione sarà ripetuta solo se l’interruzione dell’azione ha privato una squadra della reale possibilità di giocare ulteriormente la palla. Se il fischio dell’arbitro non ha influito sullo svolgimento dell’azione, questa si considera terminata al primo fallo realmente verificatosi.

 

Sostieni Volleyball.it