Superlega: Le altre. Vincono Milano, Latina e Modena

570

Revivre Axopower Milano – Calzedonia Verona 3-1 (25-20, 25-20, 20-25, 25-19)
Spettatori: 1540
MVP: Abdel-Aziz.

BUSTO ARSIZIO – Milano torna a correre in Campionato e lo fa trascinata da un super Nimir Abdel Aziz, MVP del match, che si scatena all’interno delle mura amiche del PalaYamamay di Busto Arsizio e supera 3-1 la Calzedonia Verona. È stata sfida vera nell’impianto varesino tra due squadre accomunate dallo stesso desiderio di vittoria per trovare punti fondamentali per la classifica. Alla fine ha avuto la meglio la Revivre Axopower, capace di archiviare in fretta le due sconfitte al tie break contro Monza e Siena ritrovando entusiasmo e slancio per un ciclo di ferro che la vedrà impegnata contro Civitanova, Trento e Perugia.

Giani si affida al braccio di Nimir Abdel Aziz, confermando la stessa formazione sconfitta a Siena, mentre Grbic ripone le sue speranze nella diagonale tutta iraniana Sharifi-Manavinezhad. Verona parte bene, ma la squadra di casa dimostra di avere lucidità e brillantezza per recuperare l’iniziale svantaggio e piazzare l’allungo decisivo nella parte centrale del set, chiuso dal primo tempo di Kozamernik (25-20). Concreta, determinata e volitiva, la Revivre Axopower non sbaglia un colpo e, trascinati da un grande Nimir (25 punti totali per lui), trova il 2-0 (25-20). Verona, scossa dal 2-0, si risveglia nel terzo set e, limando gli errori, conquista il parziale 20-25 con il punto finale del francese Boyer. Nel quarto e decisivo set è Milano a imporsi, approfittando di una lunga pausa nella fase centrale per due cartellini rossi sventolati a Nimir e Birarelli (polemiche nate per una richiesta di Video Check di Verona), e a imporsi 25-19 con i colpi dell’olandese.

HANNO DETTO
Nimir Abdel Aziz (Revivre Axopower Milano): “Ci tenevamo tantissimo a questa partita e lo abbiamo dimostrato scendendo in campo con la giusta determinazione. Siamo un po’ rammaricati per il terzo set che abbiamo concesso a Verona, perché abbiamo commesso qualche errore in più, ma ci teniamo stretta questa vittoria che ci dà la consapevolezza di essere una squadra in grado di trovare la giusta dimensione in questo Campionato”.
Luca Spirito (Calzedonia Verona): “Siamo partiti spenti nei primi due set, trovando nuova energia nel terzo parziale che abbiamo vinto. La pausa nel quarto set ci ha un po’ spezzato le gambe e non siamo riusciti più a trovare il nostro ritmo. È una sconfitta brutta per noi perché stiamo lavorando bene e non è quello che facciamo durante la settimana. Non sono soddisfatto e speriamo di poter fare meglio già dalla prossima”.

Top Volley Latina – Bcc Castellana Grotte 3-0 (25-19, 25-21, 33-31)
Spettatori 815.
MVP: Ngapeth.

CISTERNA – La Top Volley Latina vince con la BCC Castellana Grotte e conquista tre punti pesantissimi in chiave salvezza. Alla luce di questa vittoria la squadra di Latina sale a quota 10 punti al termine di una sfida durata un’ora e mezza che ha visto i pontini avanti per 2-0 ed è stata capace anche di vincere il terzo set, durato quasi quaranta minuti e terminato 33-31 con una raffica di capovolgimenti di fronte e di match point annullati. Meglio in attacco (49% contro 41%), la Top Volley Latina ha trovato in Ngapeth (eletto Mvp al termine del match) una bocca da fuoco importante con un buon 68% di attacco personale e 16 punti conquistati. Meglio anche dalla linea dei nove metri, la squadra di Latina è riuscita a domare un Renan (17 punti) in gran giornata. Con i nove punti messi a segno in questa partita il centrale Carmelo Gitto ha superato quota 1.500 punti personali in carriera. Pari il numero dei muri (11 per squadra) con “Mirza” di Castellana che ne ha messi a segno addirittura cinque.

HANNO DETTO
Lorenzo Tubertini (allenatore Top Volley Latina): “Sono molto felice per questa vittoria al termine di una settimana di grande lavoro, si tratta di uno scontro diretto contro una diretta concorrente per la salvezza e ci tenevamo a conquistare questi punti pesanti. Nel terzo set siamo, questa volta, siamo stati bravi ad aspettare abbiamo avuto la pazienza di riorganizzarci nonostante non ci stava più entrando la battuta come invece stava succedendo. Anche in questa partita abbiamo sviluppato un gran volume di gioco e questo è molto positivo”.
Paolo Tofoli (allenatore BCC Castellana Grotte): “Non sono soddisfatto. Facciamo tanti errori nei momenti cruciali, forse abbiamo paura, forse è colpa mia che non do tranquillità, ad ogni modo questo è un peccato: in casa siamo una squadra e fuori casa siamo un’altra squadra, questo si vede, è palese e non è bello”.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Azimut Leo Shoes Modena 0-3 (19-25, 17-25, 14-25)
Spettatori: 4000.
MVP: Zaytsev.

REGGIO CALABRIA – L’Azimut Leo Shoes Modena torna alla vittoria in Campionato conquistando tre punti importanti contro la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Nella imponente cornice del PalaCalafiore di Reggio Calabria, i giallorossi di coach Valentini hanno subito una netta sconfitta contro un avversario che ha confermato una qualità di gioco elevatissima. A trascinare gli emiliani, una prova corale importante, soprattutto in cambio palla, e la prestazione a livello individuale di giocatori come Kaliberda (9 punti per il tedesco ex di turno, molto efficace soprattutto nel primo set) e Zaytsev (12 punti, premiato come Mvp del match). Dopo una buona partenza nei primi due parziali, soprattutto con Skrimov al servizio, i giallorossi non sono riusciti a tenere testa alla squadra di Velasco. Troppi gli errori commessi (30 complessivi) per Marra e compagni che sono poi crollati nel terzo parziale nel quale Modena è andata via in fuga fin dai primi scambi. Coach Valentini ha più volte provato a ridisegnare lo schieramento dei suoi inserendo i vari Barreto Silva, Presta, Marsili e Domagala, ma l’andamento del match non è mai mutato, con Modena che ha giocato sul velluto. Per la Tonno Callipo due i giocatori in doppia cifra: Skrimov (10 punti con 3 ace) e Al Hachdadi (11 punti).

HANNO DETTO
Antonio Valentini (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Stasera abbiamo disputato la nostra peggiore partita. Sono molto dispiaciuto, sapevamo del valore di Modena, ma potevamo fare meglio. Non siamo riusciti a reagire e non abbiamo giocato come dovevamo e potevamo. Non mi è piaciuto l’approccio al match. Ora è necessario ripartire sapendo che contro ogni squadra dobbiamo giocarcela”.
Julio Velasco (allenatore Azimut Leo Shoes Modena): “Oggi ha funzionato la battuta e siamo stati più efficaci che in altre occasioni. Christenson ha variato bene il gioco, la nostra ricezione è stata positiva. Ancora non siamo a livello di Perugia e Civitanova, ma il campionato è lungo. Dobbiamo essere umili e affrontare tutti gli avversari con la stessa determinazione per non perdere punti per strada”.

Sostieni Volleyball.it