Superlega: Modena apre i play off con una prova di sostanza. 3-0 al Ravenna. Christenson MVP

1400

PLAY OFF – TURNO PRELIMINARE 1°  GIORNATA
Leo Shoes Modena – Consar Ravenna 3-0 (31-29, 25-21, 25-21)
Leo Shoes Modena: Christenson 7, Lavia 11, Mazzone 6, Vettori 16, Petric 13, Stankovic 6, Iannelli (L), Karlitzek 1, Grebennikov (L). N.E. Sanguinetti, Bossi, Buchegger, Porro, Rinaldi. All. Giani.
Consar Ravenna: Redwitz 2, Recine 9, Grozdanov 6, Pinali 16, Loeppky 10, Mengozzi 3, Giuliani (L), Stefani 0, Batak 0, Kovacic (L), Zonca 0. N.E. Arasomwan, Koppers. All. Bonitta.
ARBITRI: Caretti, Vagni.
NOTE – durata set: 39′, 34′, 33′; tot: 106′.

MODENA – La Leo Shoes vince gara 1 del turno preliminare mettendo una bella ipoteca al passaggio ai Quarti di finale di Superlega, un bel pieno di fiducia per la squadra di Andrea Giani in vista della sfida di martedì sera in Champions League contro Perugia.  Una vittoria arrivata mettendo in campo nei momenti chiavi dell’incontro la maggior potenzialità dell’organico e una buona dose di cinismo, fattore che la Consar non è stata in grado di trovare, troppo frettolosa nel voler chiudere palloni importanti e con attaccanti fuori giri ad iniziare da Recine per finire con Pinali. Per Modena Christenson è stato votato come MVP.

PIU’ E MENO – Christenson MVP della gara. Modena svetta al servizio dove trova 8 ace contro l’1 di Ravenna (15 a 11 gli errori dai nove metri). Vettori incassa 16 punti (50% in attacco) è il migliore dei padroni di casa in fase realizzativa, bene anche Lavia (11) e Petric (13). A muro sono 6 punti per parte. In casa dei romagnoli Pinali mette a segno 16 punti, 45% ma sbaglia molti palloni importanti. Recine non entra in partita 28% in attacco, Loeppky al 39%…

SESTETTI – Modena: Christenson in regia, Vettori opposto, Lavia – Petric in 4, Mazzone – Stankovic al centro, Grebennikov libero. Ravenna con Redwitz in regia, Pinali opposto, Loeppky e Recine in 4, Mengozzi e Grozdanov centrali, Kovacic libero.

LA PARTITA – Tantissimi errori, tanto equilibro con Ravenna che tiene il pallino con due allunghi (4-6 e 8-11) che Modena rintuzza sempre in rincorsa. La differenza è minima. Da una parte, oltre al solito Stankovic è partito a mille Vettori (75% in attacco, 6 su 8 senza errori), dall’altra fa massa Pinali (8 punti, ma un  47% in attacco). La differenza in pochi particolari. Due ace di Modena in più, due errori punto in più di Ravenna che però ha un muro in più.  Il turno di battuta di Karlitzek porta Modena avanti (da 18-19 a 21-20). Ravenna impatta 22-22, ma un attacco di Vettori e un ace di Petric valgono il 24-22. Pinali e Loeppky annullano i primi due set ball a Modena. Il successivo punto a punto si esaurisce all’8° set ball per i padroni di casa che chiude con Stankovic una ricezione lunga di Recine su battuta di Petric.

Calano di tanto gli errori delle due squadre, soprattutto al servizio (8 in meno in totale). Ravenna resta in partita, nonostante un attacco totale al 39% fino al vantaggio del 18-19 momento in cui esplode tutto il nervosismo per la posta in palio: doppio cartellino rosso per Giani e Bonitta che sottorete continuano una sfida verbale tutta loro. La Consar fatica a concretizzare gioco su ricezione negativa, in più ha un Recine che non riesce a entrare in partita: 3 attacchi su 12 (25%) e null’altro nel parziale. Modena con Vettori (6 attacchi e 1 ace), Lavia (60% in attacco nel set, 1 muro e 1 ace) e Christenson scappa via 22-19 poi con i due schiacciatori trova i punti del 25-21 con un parziale di 7-2.

Terzo set con Modena che entra da subito in partita (8-5) con Christenson che picchia al servizio. L’unico sussulto romagnolo porta la firma di Mengozzi che porta la Consar sul 11-14 con due muri e un attacco. Ancora Christenson al servizio (3 ace per lui nel set) e Modena riprende le redini del parziale che solo un errore di Vettori porta sul 17-17. Petric e Vettori chiudono il parziale e il match (22-19, 25-21) con Ravenna che cala in attacco e torna fallosa al servizio.

 

Sostieni Volleyball.it