MODENA – I temi della 4. giornata di Superlega.

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Kioene Padova 0-3 (21-25, 23-25, 15-25)

Al PalaCoccia la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora mette in mostra le sue qualità contro la Kioene Padova, ma non la prova d’orgoglio non è bastata per incassare i primi punti. E’ stata la Kioene Padova a incamerare i tre punti. Dopo il turno di riposo, i ragazzi di coach Baldovin si sono presentati a Veroli per ripartire da dove si erano fermati, la vittoria con Vibo, e dopo una bella gara in 3 set sono riusciti nel loro intento. Due squadre affamate che si sono date battaglia con un buon ritmo di gioco, con capitan Joao Rafael da un lato, autore di 21 punti totali in attacco con il 72% di positività, Fey e Van Tilburg subentrati in corsa del primo set e confermati nei successivi, bravi a lottare. Dall’altra parte della rete la positività e l’incisività del servizio hanno dettato l’andamento dei set e del match con Barnes MVP. L’offensiva patavina è passata per mano dei terminali d’attacco (Volpato, Hernandez e Ishikawa tutti in doppia cifra), ben orchestrati dall’esperienza di Travica.

Consar Ravenna – Leo Shoes Modena 0-3 (20-25, 17-25, 16-25)

Contro una Leo Shoes Modena in versione marziana non c’è scampo per la Consar: generosa, volitiva con sprazzi di buona pallavolo ma poco continua. La Leo Shoes continua la sua marcia a suon di 3-0 confermando di avere tante frecce al proprio arco per provare a puntare a quello scudetto che manca da diversi anni. La Consar fa quello che può, si illude nel primo set, ma non riesce a trovare nel corso del match le giuste contromisure per frenare la squadra di Giani. Modena parte subito forte, volando sul 2-7, ma la Consar prende progressivamente quota, riducendo il distacco e portandosi in parità a quota 14 e addirittura in vantaggio con un ace di Ter Horst (15-14). Nella fase delicata la Leo Shoes piazza l’accelerata che vale il sorpasso e il set con Holt e Christenson. Falsa partenza della Consar anche nel secondo set, con Modena che si porta sull’8-0. Saitta e compagni provano a scuotersi, entra Recine al posto di Ter Horst, ma la formazione ospite non cala la sua intensità e chiude mantenendo il margine di vantaggio. Non cambia il copione nel terzo set. Modena sempre in partita e per la Consar, combattiva ma poco efficace, è tutto più difficile. La Leo Shoes va subito in testa e non permette alla Consar di raggiungerla. Per i modenesi è il quarto successo per 3-0 in altrettanti incontri, la Consar resta senza set vinti davanti al proprio pubblico.

Top Volley Latina – Vero Volley Monza 3-2 (18-25, 25-23, 19-25, 25-15, 15-11) 

La Top Volley gioca un’altra maratona da oltre due ore e si prende la prima vittoria del campionato superando 3-2 il Vero Volley Monza, interrompendo così la striscia di sette vittorie consecutive dei lombardi negli scontri diretti degli ultimi anni. Meglio in attacco la Top Volley (59% contro il 53% dei monzesi) e in ricezione (55% a 47%) al termine di una battaglia durata oltre due ore che ha visto la formazione laziale sbagliare anche meno in attacco, mentre Monza è stata più incisiva al servizio (6 aces a 3) e a muro (11 a 10). La Top Volley perde il primo set 18-25 grazie ad una striscia di muri vincenti della squadra brianzola che le permettono di staccarsi: sette block nel primo parziale (di cui tre consecutivi fino al 13-17) spaccano in due il gioco. Tubertini getta nella mischia Palacios, ma Monza mantiene il margine di vantaggio a suon di muri tanto che chiude con due block di fila fino al 18-25.  La Top Volley ruggisce e vince il secondo set 25-23 con il 60% in attacco (sei punti percentuali in più di Monza in questo fondamentale) e con il 67% di ricezione (contro 42%), Patry ne piazza sei a terrra, Kurek si ripete con altri sette punti. Dal 17 pari la Top Volley macina punti e si stacca: sul 21-19. Nonostante qualche errore di troppo dai nove metri  Latina che chiude al secondo tentativo 25-23. Nel terzo parziale Monza vince 19-25 ma suda un po’ nel finale. La Top Volley subisce parecchio (troppo) e cala fino al 12-22, poi si riaccende la luce fino al 18-24 ma è il preludio del 19-25. La Top Volley si impone con cattiveria agonistica nel quarto set: 25-15 con Szwarc protagonista, Patry incisivo (5 punti nel set) e Van Garderen il migliore a referto (7 punti). Il tie-break la Top Volley lo strappa con grinta (15-11) nonostante la miglior partenza monzese (4-6, 7-8). Cruciale il muro vincente di Sottile e gli attacchi punto di Patry.

Gas Sales Piacenza – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-2 (25-18, 25-18, 20-25, 36-38, 15-10)

Davanti al pubblico amico del Palabanca arriva la prima vittoria stagionale della Gas Sales Piacenza contro la formazione giallorossa della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia al termine di una gara durata più di due ore e mezzo. I biancorossi trascinati da Kooy (20 punti) e Stankovic (18 punti) riescono ad avere la meglio contro una Vibo capace di lottare fino all’ultimo e che sfiora l’impresa di ribaltare la partita. La Gas Sales Piacenza spinge forte nei primi due set ma subisce il ritorno di Vibo, complice anche a un infortunio capitato a Gabriele Nelli nel terzo set. Nella quarta frazione di gioco le squadre si battono fino all’ultimo, ma è il tie break che consegna agli uomini di mister Gardini il primo successo stagionale.