Superlega: Modena torna a fare la “big”. 3-0 corale a Verona

Azimut Modena – Calzedonia Verona 3-0 (25-21, 25-20, 25-15)
Azimut Modena: Mossa De Rezende 3, Ngapeth E. 10, Mazzone 10, Argenta 12, Urnaut 10, Holt 9, Tosi (L), Rossini (L), Ngapeth S. 0, Franciskovic 0. N.E. Van Garderen, Bossi, Penchev, Pinali. All. Stoytchev.
Calzedonia Verona: Spirito 0, Jaeschke 13, Pajenk 6, Stern 10, Manavinezhad 2, Birarelli 2, Frigo (L), Pesaresi (L), Paolucci 0, Djuric 0, Marretta 4, Mengozzi 1, Grozdanov 0. N.E. Maar. All. Grbic.
ARBITRI: Simbari, Saltalippi.
NOTE – durata set: 29′, 27′, 22′; tot: 78′.

Highlights Video – ClassificaRisultati della Giornata

MODENA – Davanti a quello che poteva essere il tunnel della crisi l’Azimut Modena Volley sterza in maniera netta e prende la panoramica sulla Superlega ritrovando per qualche giorno il giusto sorriso e la giusta soddisfazione per un risultato pieno contro una pretendente al ruolo di big, la Calzedonia Verona. Il 3-0 alla squadra di Nikola Grbic si riallaccia allo 0-3 che i gialloblù avevano inflitto alla Sir Safety, facendo dimenticare, nella settimana che porta alla doppia sfida alla Lube (Superlega e semifinale di Del Monte Coppa Italia), i punti persi e i tentennamenti delle ultime sfide.

La Calzedonia si dimostra ancora distante dalle tre big, manca continuità e l’assenza di Djuric dai piani scaligeri si fa sentire. La formazione veneta, seppur con una gara da recuperare, resta a -10 dal 3° posto, seppur davanti a Trento.

I PIU’ E I MENO – Nel lato di Modena spicca il gioco efficace di Bruno che tiene tutti a regime. A fare la parte del leone il contrattacco di Modena, ben 43 grazie anche ad un buon lavoro del muto passivo, chiuso positivamente quasi al 50%. Giornata positiva per Holt (90%, 9 su 10 in attacco) e Argenta protagonista in crescita nel corso del match e protagonista nel terzo set con 7 dei 12 punti realizzati, gara chiusa con il 55% in attacco e il premio di MVP. In casa Calzedonia polveri bagnate per gli attaccanti con una ricezione ( 41% di positiva, solo 14% di perfetta) che non aiuta Spirito in regia, tanti che nel terzo set Grbic manda in campo anche Paolucci (oltre a Mengozzi e Marretta titolari, Djuric e Grozdanov). Jaeschke chiude al 48% (12 su 25, 4 palloni negativi), Manavi al 17%, Stern al 47% (7 su 15, 4 palloni negativi). Meglio di tutti fa Marretta (67%, ma viene coinvolto in minima parte: 4 su 6, un pallone negativo).

COSA VI SIETE PERSI – La Buona prova di Bruno, Holt e il debutto da titolare per tutto il match di Andrea Argenta. Il regista particolarmente lucido nella distribuzione, pratico, senza fronzoli, incisivo anche a muro con 2 punti; Holt ottimo in attacco. Argenta che cresce set dopo set e diventa protagonista del terzo set. Buona prova per il top scorer dell’A2 2016/17. E’ nata una stella?

SESTETTI – Modena dopo le prove scorse con Urnaut opposto e la coppia Ngapeth-Van Garderen in posto 4 oggi parte con Bruno e il giovane Argenta in diagonale, Ngapeth e  Urnaut in posto 4, Holt e Mazzone al centro, Rossini libero.  Verona parte con Spirito e Stern, Pajenk e Birarelli centrali, Manavi e Jaeschke in posto 4, Pesaresi libero.

LA GARA – Modena subito esplosiva: 8-3, 12-7. Bruno firma l’ace con float su Manavi: 14-8. La Calzedonia regala molto al servizio (19-13). Il turno di battuta di Birarelli accorcia le distanze, la Calzedonia non lascia nulla d’intentato e con il muro del centrale di origine marchigiana arriva (muro su Ngapeth) 24-21. Proprio Ngapeth chiude sparando forte sul muro di Birarelli che non chiude il muro in campo. La differenze per Modena è tutta nel contrattacco, 20 occasioni 9 punti.

Urnaut fa e disfa in avvio di secondo set: 2-0, 2-4 con due errori che permettono alla Calzedonia di murare e contrattaccare. Modena però mette in campo un muro importante nel set: 11-8. Verona non sta a guardare: Jaeschke impallina Ngapeth al servizio: 13-13. Sull’allungo di Modena (19-16) Grbic inserisce Marretta per Manavi. Modena concreta però, con Bruno che non sbaglia un colpo nella distribuzione e fa viaggiare bene i suoi. Mazzone chiude a muro Marretta: 25-20

Il terzo set non cambia la sostanza della gara. Modena fa la partita. Sul 10-6 spazio a Paolucci. Sul 14-8 Grbic butta nella mischia anche a Djuric, intanto Bruno mura Jaeschke. C’è spazio anche per Mengozzi e Grozdanov. Ngapeth trova l’ace del 21-12. E’ il set di Argenta. Il giovane opposto di Verona firma 7 punti nel parziale, suo l’attacco in parallela che chiude il match: 25-15.

INTERVISTE VIDEO

Andrea Argenta, MVP – video

Radostin Stoytchev – video

Salvatore Rossini – video

Nikola Grbic – video

Adriano Paolucci – video

Sostieni Volleyball.it