Superlega: Monza sfata il tabù Verona e vince 3-2

8. DI RITORNO
Vero Volley Monza – Calzedonia Verona 3-2
(25-20, 28-26, 18-25, 18-25, 15-7)
Vero Volley Monza: Orduna 1, Louati 22, Yosifov 2, Kurek 25, Dzavoronok 25, Galassi 9, Federici (L), Calligaro 0, Beretta 1, Goi (L), Sedlacek 1, Buchegger 1. N.E. Capelli, Ramirez Pita. All. Soli.
Calzedonia Verona: Spirito 2, Muagututia 18, Solé 13, Boyer 31, Asparuhov 7, Birarelli 4, Marretta 0, Kluth 0, Bonami (L). N.E. Aguenier, Cester, Chavers, Franciskovic. All. Stoytchev.
ARBITRI: Brancati, Rapisarda.
NOTE – durata set: 27′, 38′, 30′, 29′, 16′; tot: 140′.

MONZA – La Vero Volley Monza sfata il tabù casalingo contro la Calzedonia Verona battendo gli scaligeri 3-2 nell’ottava giornata di ritorno. Secondo centro consecutivo per Beretta e compagni davanti al pubblico amico della Candy Arena, emozionatosi fino all’ultimo pallone di una gara per cuori forti.

Nello stesso match ci sono due storie diverse: quella scritta dalla Vero Volley nei primi due set, vinti con generosità, grande cinismo e una prova monstre dei suoi attaccanti (64% in attacco nel primo e 56% nel secondo), ben serviti dal preciso Orduna, quella dei veronesi nel terzo e quarto.

Con il trend del confronto a pendere per la squadra lombarda, la formazione di Stoytchev tira fuori le unghie ed inizia a graffiare con uno scatenato Boyer (31 punti ed il 60% in attacco) e gli assoli di Solè dal centro e Muguatutia in battuta (4 ace finali per lui).

Pareggiati i conti, però, Monza si risveglia impattando bene il tie-break con un ottimo Louati (MVP con 22 punti, 4 ace e 3 muri) e martellando forte anche con Galassi e Yosifov (ottimo turno in battuta per il bulgaro). Domenica piena di sorrisi per la squadra di Soli, dentro le prime otto della graduatoria di nuovo, grazie al sorpasso effettuato proprio su Verona. 

SESTETTI – Vero Volley in campo con Orduna in diagonale con Kurek, Dzavoronok e Louati bande, Galassi e Yosifov centrali e Goi libero. Calzedonia Verona in campo con Asparuhov, Birarelli, Spirito, Solé, Boyer, Muagututia e Bonami libero. S

LA PARTITA – Punto a punto iniziale (4-4),  Muagututia e Boyer martellano per la Calzedonia, Kurek e Dzavoronok per la Vero Volley. I monzesi piazzano il break con Kurek (8-6), ma Asparuhov riporta il punteggio in parità con un mani fuori (9-9). Equilibrio fino al 14-14, con qualche errore da entrambe le parti, poi ace di Louati, muro di Kurek su Asparuhov e attacco vincente di Dzavoronok a valere il 17-14 Monza ed il time-out Calzedonia Verona. Alla ripresa del gioco ancora Vero Volley a schiacciare fortissimo con Louati e Kurek, Verona a rispondere con Solè ma Dzavoronok a bersaglio (21-16). Finale tutto dei padroni di casa che, forti del vantaggio accumulato, chiudono il gioco 25-20 con una giocata di Orduna.

Ancora Vero Volley Monza molto lucida nel prologo, con Kurek a schiacciare forte sia in attacco che al servizio (anche un ace per il polacco), 3-1. Boyer tiene in corsa la Calzedonia, brava a sfruttare un errore monzese per passare avanti, 7-6. Con la pipe di Dzavoronok ed il turno in battuta di Louati (due ace per il francese), Monza sale d’entusiasmo e piazza un parziale di 5-0, 11-7. Asparuhov e Boyer tentano di dare una scossa ai loro, ma i lombardi sono chirurgici in attacco con Kurek e Louati (18-14). Boyer schiaccia fortissimo (tre punti di fila), Solè piazza l’ace e la Calzedonia sorpassa, 19-18, con Soli che chiama time-out. Kurek pareggia i conti alla ripresa del gioco (20-20) e Stoytchev chiama la pausa. Dzavoronok mura Boyer,  Asparuhov spara out e Monza piazza un nuovo break, 22-20. Ancora Boyer a trascinare i suoi (23-22), ma Galassi dal centro vale il 24-22 Vero Volley. Palla out di Kurek dopo l’errore in battuta di Calligaro: 24-24 e punto a punto fino al 26-26 (due primi tempi di Solè a tenere in corsa Verona). Kurek e Dzavoronok chiudono il set, 28-26, per i rossoblù.

Break scaligero con Boyer, 3-1, incrementato dagli ospiti grazie all’errore in battuta di Kurek ed il muro di Solè ancora sull’opposto polacco: 5-2 Verona. Galassi risponde a Solè dal centro (6-3 Calzedonia). Boyer va a bersaglio di nuovo e Soli chiama la pausa sull’8-3 Verona. Beretta, entrato per Yosifov, non sbaglia dal centro, Louati lo imita bene in pipe e la Vero Volley, 10-7. Solè spinge dal centro per gli scaligeri che, grazie ad un break di 5-1, volano sul 15-8 e Soli chiama time-out. Dentro Calligaro e Buchegger per Orduna e Kurek, la Vero Volley schiaccia con Louati e Galassi (17-12) e Stoytchev chiama la pausa. Alla ripresa del gioco ace di Dzavoronok, muro di Louati su Asparuhov ed i monzesi tornano sotto, 17-14. Muagututia e Birarelli (muro su Dzavoronok) portano Verona sul 21-16, Louati tiene in corsa i lombardi (21-17), ma è troppo tardi: finale di set tutto veneto con Boyer e Muagututia a valere il parziale, 25-18 per Verona.

Inizio punto a punti, ma Muagututia a firmare due ace che coincidono con il break Verona, 5-3. Dzavoronok e Galassi tengono in corsa la Vero Volley (6-5), ma Boyer e Muagututia piazzano il nuovo allungo Calzedonia, 9-6 e Soli chiama time-out. Errore in battuta di Birarelli, invasione di Spirito, ace di Yosifov e Stoytchev chiama time-out sul 10-10. Punto a punto fino al 13-13, poi due errori di Kurek a regalare il break a Verona, 16-13 e Soli chiama time-out. Riprende il gioco: muro di Spirito su Louati (17-13 Verona), Dzavoronok a dare una scossa ai suoi (20-17), ma Spirito e Boyer portano Verona sul 23-17. Dentro Sedlacek per Dzavoronok: il croato risponde all’ace di Muagututia, ma poi sbaglia dai nove metri: quarto set 25-18 per i veneti.

TIE-BREAK – Parte forte la Vero Volley con Louati (ace), Yosifov e due errori dei veneti, 4-1. Due giocate vincenti di Boyer intervallate dal muro di Solè su Yosifov valgono la parità veronese, 4-4. Diagonale di Dzavoronok, ace di Kurek e Monza torna a più due, 6-4. Errore di Muagututia e Stoytchev chiama time-out. Al ritorno in campo ace di Dzavoronok a portare i suoi avanti al cambio campo, 8-5. Muro di Louati su Solè, mani fuori di Kurek e la Vero Volley scappa sul 10-5 e Stoytchev chiama la pausa. Alla ripresa del gioco i monzesi dilagano vincendo set, 15-7 e gara 3-2.

HANNO DETTO

 Yacine Louati (Monza): “E’ stata una vittoria molto importante, per la classifica e per il morale. Noi abbiamo bisogno di vincere di più, di allungare questa serie di vittorie per tenere viva la fiducia. Nel terzo e nel quarto gioco abbiamo abbassato il livello della nostra pallavolo, è vero, ma siamo tornati forte nel tie-break, cambiando di nuovo l’inerzia di una gara non semplice contro un avversario che batte bene ed ha grande continuità nel muro-difesa. Siamo soddisfatti: ora sfruttiamo il riposo per preparare al massimo la sfida contro Civitanova”.

Radostin Stoytchev (Coach Verona): “Peccato per il secondo set, è stato determinante. La squadra ha lottato e girando le rotazioni siamo riusciti a rimontare. Siamo stati bravi a portarli al tie break, ma il quinto set non l’abbiamo approcciato bene, partendo troppo scarichi e concedendo il fianco ai loro battitori: Dzavoronok in particolare ha fatto la differenza al servizio. Sappiamo esattamente quali sono i nostri problemi e solo con il lavoro mirato potremo riuscire a risolverli. Dobbiamo migliorare assolutamente a muro e in contrattacco e migliorare ancora nel gioco di squadra”.

Luca Spirito (Verona): “Abbiamo reagito bene dal terzo set in poi, ma non basta, dobbiamo riuscire a partire forte da subito. Ci vuole più aggressività perché se siamo riusciti a mettere sotto Monza con parziali importanti nella seconda metà della partita, significa che i mezzi per fare meglio li abbiamo. La sosta? Lavoreremo duro, soprattutto sull’aspetto mentale nella prima fase di partita. È un fattore cardine per la nostra squadra e per il proseguo del campionato”.

Sostieni Volleyball.it