Superlega: Ottava meraviglia di Civitanova che vince a Cisterna, Simon Mvp

337

9ª giornata
Top Volley Cisterna – Cucine Lube Civitanova 0-3 (23-25, 23-25, 15-25)
Top Volley Cisterna: Baranowicz 2, Lanza 8, Bossi 7, Dirlic 12, Maar 9, Zingel 6, Picchio (L), Rinaldi 1, Raffaelli 0, Cavaccini (L), Wiltenburg 1. N.E. Giani, Saadat. All. Soli.
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 0, Santos De Souza 16, Simon 15, Garcia Fernandez 13, Kovar 6, Anzani 5, Marchisio (L), Balaso (L), Sottile 0, Diamantini 0, Yant Herrera 1. N.E. Zaytsev, Jeroncic, Juantorena. All. Blengini.
ARBITRI: Cesare, Rolla.
NOTE – durata set: 28′, 32′, 22′; tot: 82′. Spettatori: 1.610. MVP: Simon.

CISTERNA – Al Palasport è di scena con il grande volley, Cisterna ospita la Cucine Lube Civitanova, il primo dato riguarda un Palasport pieno di pubblico, 1610 spettatori. Prima dell’incontro il sindaco di Cisterna, Valentino Mantini premia Daniele Sottile 11 stagioni con la Top Volley.

Per la Cucine Lube Civitanova è l’ottava vittoria in Superlega che vale la certezza aritmetica di chiudere il girone di andata come minimo al secondo posto. Ennesima prestazione convincente dei cucinieri, al cospetto di una squadra combattiva. I tre punti guadagnati consentono ai campioni d’Italia di toccare quota 28 in vetta alla classifica portando a + 6 il vantaggio su Trento (22), ferma per il punto di riposo, e a +6 su Perugia. Essenziale la spinta dai nove metri (7 ace a 3), importante la miglior tenuta in ricezione e nel muro difesa, soprattutto nei momenti clou, ma in particolare la maggior vivacità in attacco (60% contro il 51%) grazie ai punti del top scorer Lucarelli (16 con il 61%, di cui 2 ace e 3 muri), del cecchino Simon, nominato MVP (15 con 92% di cui 2 ace e 2 muri) e del positivo Garcia (13 con il 59% e 3 ace). Tra i padroni di casa in evidenza Dirlic, Lanza e Maar.

LA PARTITA – I campioni del mondo della Lube messi subito all’angolo, costretti a rincorrere una Top Volley inarrestabile che non si lascia spaventare dagli avversari e nel primo set i laziali sono subito avanti 8-7. Campioni che di certo non stanno a guardare e con Simon agganciano gli avversari sul 15-15. De Cecco in battuta e la Lube allunga fino al 16-18, Zingel mette la palla a terra per rimanere attaccato al treno degli avversari. Si lotta punto a punto Dirlic di potenza accorcia il momentaneo vantaggio riportandosi a un punto dalla Lube, poi ci pensa Bossi murando Simon per il 22-22. Blengini chiede time out, la Lube trona in campo e conquista il set per 23-25.

Nel secondo set gli ospiti partono con l’acceleratore al massimo 1-7. Cisterna non resta a guardare, ace di Maar e la classe indiscussa di Lanza, riportano i pontini sotto la Lube che è avanti di 2 punti 6-8. Attacco di Maar aggancio riuscito 11-11. Civitanova trova la forza di reagire e non cedere alla reazione degli avversari, torna avanti 13-16. Soli cambia Zingel con Wiltenburg e proprio l’olandese mette a terra il punto del 14-16. Un tira e molla impressionante, la Cucine Lube di nuovo avanti 14-18, Lanza mette a terra tutti i palloni che passano dalle sue parti e fa esplodere il palasport, 20-20. La Lube trova la reazione giusta e Cisterna affonda sotto i colpi di Lucarelli e Simon 23-25.

Anche nel terzo set i marchigiani cercano di scappare subito dalla morsa degli avversari e ci riescono, il vantaggio iniziale è di 4-8. Garcia trova un doppio ace e il vantaggio sale a più sette, 4-11 coach Soli chiede time out. Lo stop fa respirare i pontini che recuperano fino al 7-11 per la Lube, che non resta a guardare ed è 10-18. Nel finale Lube a tutto gas, si prende il set ed i tre punti 15-25.

HANNO DETTO
Tommaso Rinaldi (Top Volley Cisterna): “Buone sensazioni in riferimento ai primi due set, meno nel terzo. Nel secondo siamo quasi andati in vantaggio ed eravamo stracarichi per vincerlo. Nel terzo meno a partire dall’atteggiamento. Una volta sotto pressione siamo un po’ calati. Ce la possiamo giocare con tutti, provando a togliere qualche punto alle grandi come già abbiamo fatto”.
Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova): “Abbiamo dimostrato anche oggi di saper soffrire, portando a casa meritatamente una vittoria e altri tre punti fondamentali per la classifica. Non mi interessa parlare della prestazione personale, io provo sempre ad aiutare la squadra, mi alleno per questo, e la prova del team è l’unica cosa che conta insieme al risultato finale. Adesso concentriamoci sulla Champions League. Esordire bene in un girone difficile sarebbe davvero molto importante”.

Sostieni Volleyball.it