Superlega: Padova che fatica con Sora. Ma alla fine è 3-2

Pallonetto di Louati, fondamentale la sua prestazione nella vittoria contro Sora
Pallonetto di Louati, fondamentale la sua prestazione nella vittoria contro Sora

KIOENE PADOVA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-2 (25-18, 25-21, 24-26, 13-25, 15-6).
Kioene Padova: Travica 4, Louati 23, Polo 11, Torres 20, Barnes 6, Volpato 13, Bassanello (L), Cottarelli 0, Danani La Fuente (L), Cirovic 3. N.E. Lazzaretto, Premovic, Sperandio. All. Baldovin.
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Kedzierski 4, Fey 4, Caneschi 8, Petkovic 25, De Barros Ferreira 18, Di Martino 2, Mauti (L), Bonami (L), Rawiak 0, Marrazzo 1, Esposito 3. N.E. Bermudez, Farina, Nielsen. All. Barbiero.
ARBITRI: Venturi, Pozzato.
NOTE – durata set: 24′, 25′, 28′, 23′, 16′; tot: 116′.

PADOVA – Padova rientra alla Kioene Arena con l’intenzione di riprendere il ritmo positivo tra le mura amiche; per la 4. giornata di ritorno ospita la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, che in campionato segue a 7 punti di distanza. Avanti 2-0 nel computo dei set, Padova si trova incapace di sfruttare il momento positivo e precipita nel baratro, lasciando agli ospiti la possibilità di ritrovare convinzione e, dopo un set da incubo per i veneti, portare la partita al tie-break, il primo della stagione per i padroni di casa. Al quinto set la Kioene reagisce e si rimette in carreggiata, non lasciando ai laziali possibilità di replica e conquistando così il match.

I PIU’ E I MENO – Troppi errori per Padova: alla fine saranno ben 29, contro i 23 di Sora. Se in ricezione le prestazioni si equivalgono (42% di positiva per i veneti, 41% per i laziali), è in attacco che Padova si fa sentire: 56% contro il 45% degli ospiti. A muro invece è Sora a giocare meglio, chiudendo la strada ai veneti per ben 9 volte, contro le 6 dei padovani. Al servizio i frusinati registrano 13 errori e 9 ace, mentre la Kioene commette 16 errori, ma mette giù ben 14 ace (4 di Travica e ben 5 dell’MVP Louati, che chiude con 23 punti).

COSA VI SIETE PERSI – Nel secondo set di grande effetto il salvataggio d’istinto di Caneschi su attacco di Torres: bordata dell’americano e tocco di piede del centrale che accasciandosi colpisce palla e la tiene alta per la rigiocata e l’attacco di Fey che però spara out.

SESTETTI IN CAMPO – La Kioene scende in campo con la solita diagonale Travica-Torres, Volpato e Polo al centro, Louati e di banda ed il libero argentino Danani.
La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora risponde con il polacco Kedzierski al palleggio, in diagonale con Petkovic, i centrali Caneschi e Di Martino, gli schiacciatori Barros e Fey, il libero Bonami.

CRONACA – Grazie ai centrali la partita inizia in modo equilibrato, poi Padova con Volpato mette il primo break 8-6. A muro e con i 3 ace di Travica, la Kioene allunga fino al 13-7, ma Petkovic dimezza lo svantaggio. Gli attacchi out di Barros e l’ace di Polo riportano a distanza (17-11) i padroni di casa, che poi prendono il largo (21-13) e chiudono con Louati.
Nella seconda frazione è sempre Padova a mettere il primo break e portarsi a distanza con Louati e Torres (8-5), poi però si fa recuperare commettendo alcuni errori di troppo (9-9). I veneti faticano a mettere lo strappo decisivo, con Sora che continua a restare in scia fino al 17-15. Louati appoggia in parallela poi va a fondo campo per il servizio: turno allungato grazie ai muri di Torres su Barros e alla pipe dello stesso francese che portano la situazione 21-15. I padovani iniziano a sbagliare rimettendo in gioco gli ospiti, che si riportano a -2, poi Louati interrompe il turno al servizio di Barros, e grazie all’attacco out di Petkovic anche il secondo parziale va ai veneti.

Nella terza frazione è Sora a portarsi avanti di 2, Padova impatta a quota 7 con Volpato, ma si trova subito a rincorrere di nuovo. Sotto 11-14, Louati va di mani out, poi trova due ace, riportando in parità la situazione. La Kioene alza il muro con Polo e Volpato e si porta avanti, ma Petkovic non ci sta e consente alla Globo Banca Popolare del Frusinate di restare avanti di 1, fino al 21-20 di Polo. Poi però Padova non riesce a approfittare della situazione, commettendo troppi errori, in un set già troppo falloso, e lascia il parziale agli ospiti.

Sora è decisa a giocare il tutto per tutto e parte decisa nel quart set, mentre Padova sembra essersi persa e resta indietro, trovandosi prima 4-10, poi 9-19 bersagliata dalla battuta avversaria e poco consistente in attacco. Nessuna reazione da parte dei veneti che restano al palo e lasciano la frazione agli ospiti con un pesantissimo divario: 13-25.

Anche se il primo punto del tie-break è di Petkovic, è Padova a condurre il gioco nella prima parte del set finale, grazie a Louati e Torres, che portano i compagni 6-3 e poi 8-4 al cambio di campo. La Globo Banca Popolare del Frusinate accusa il colpo e commette qualche errore che la fanno restare indietro, cosa che al tie break non ci si può permettere, ed infatti Padova ritrova il cinismo e chiude set e partita sul 15-6.

Sostieni Volleyball.it