Anticipo 4. Giornata
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – ALLIANZ MILANO 0-3 
(19-25, 21-25, 22-25)
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 0, Plotnytskyi 1, Russo 0, Atanasijevic 10, Leon Venero 16, Ricci 5, Benedicenti (L), Podrascanin 5, Zhukouski 0, Hoogendoorn 1, Lanza 3, Colaci (L), Taht 0. N.E. Piccinelli. All. Heynen.
Allianz Milano: Sbertoli 3, Clevenot 6, Kozamernik 5, Abdel-Aziz 26, Petric 11, Alletti 6, Hoffer (L), Pesaresi (L). N.E. Weber, Piano, Basic, Gironi, Izzo. All. Piazza.
ARBITRI: Zavater, Moratti.
NOTE – durata set: 28′, 28′, 30′; tot: 86′.

PERUGIA – E’ una caduta fragorosa quella della Sir Safety Conad Perugia nell’anticipo della quarta giornata di Superlega. I Block Devils cedono le armi in meno di 90 minuti ad una Allianz Milano pressoché perfetta, che non ha faticato nemmeno tanto per tenere a bada una Sir troppo brutta per essere vera.

Da segnalare in apertura di secondo set il tributo della tifoseria perugina allo sfortunato Matteo Piano, accolto con un lungo applauso ed uno striscione di incoraggiamento dalla curva dei Sirmaniaci.

I PIU’ E I MENO – Milano tiene un ritmo forsennato in attacco (65% contro il 49% della Sir), mettendo a terra 6 muri. Alle spalle di un Nimir stellare mvp, vanno in doppia cifra anche Leon, Petric (64%, tutti suoi i 3 ace della Allianz) ed Atanasijevic (con un 48% al di sotto delle attese). Tra i Block Devils si salva Podrascanin (80%), malissimo Lanza e Plotnytskyi (quattro punti in due). Nella fila milanesi tutti sugli scudi; nota di merito per Sbertoli, che ha tirato fuori dal cilindro colpi importanti e due muri vincenti nelle fasi decisive della sfida.

LA CHIAVE – 26 punti, 68%. Bastano queste cifre per capire che impatto abbia avuto sulla partita Nimir Abdel-Aziz, in quella che potrebbe essere la stagione della sua definitiva consacrazione. Nel complesso prestazione da applausi per tutti i meneghini davanti ai 2800 di un Pala-Barton molto lontano dalle sue serate migliori. Una Sir soporifera, fallosa in tutti i fondamentali: 9 a 21 i break-point, 18 a 28 i contrattacchi vincenti; solo i tre ace di Leon in avvio di terzo set hanno scosso i perugini, regalando un’inerzia durata però solo pochi minuti. Milano vince con merito.

SESTETTI – Heynen si affida a De Cecco-Atanasijevic diagonale di posto due, Ricci e Russo al centro, Leon e Plotnytskyi a schiacciare e ricevere e Colaci a guidare la seconda linea. Piazza risponde con Sbertoli in regia e Nimir opposto, Kozamernik-Alletti centrali, Clevenot e Petric in banda e Pesaresi libero.

LA GARA – Tira e molla in avvio: Leon e Ricci attaccano con il 100% a quota tre, imitati dall’altra parte dai centrali meneghini (13-13). Nimir è una furia, scardina la difesa perugina da ogni angolazione (9 centri, 90%) e Milano prende il largo (15-20) con un attacco implacabile (83%). Perugia non mette a segno neanche un break point e molla gli ormeggi (17-23); Heynen ne cambia quattro ma non basta, l’errore in battuta di De Cecco segna il passo.

Al cambio campo nel sestetto perugino ci sono Podrascanin e Lanza (per Russo e Plotnytskyi) ma la musica è sempre la stessa (4-8); Perugia non riesce mai a mettere il naso avanti, il migliore è Leon con 5 centri, Aziz però continua a macinare punti (altri 7, 64%). La Sir impatta (15-15) tenendo l’equilibrio per qualche minuto (19-19), poi i due ace di Petric ed il muro di Sbertoli su Lanza valgono il raddoppio.

Leon buca per tre volte la ricezione milanese in avvio di terzo set (6-1); i perugini conservano il vantaggio nelle prime fasi (14-11), poi Petric ferma Lanza (15-14) e mette la freccia (17-18). Tre errori ospiti ribaltano ancora (da 18-20 a 21-20), Kozamernik alza i tentacoli sotto rete (21-22) e Nimir (10 punti!) si guadagna due match-point (22-24); è un grossolano errore di Lanza a far scorrere i titoli di coda.

CLASSIFICA – Anticipo 4. giornata
Allianz Milano 6*
Cucine Lube Civitanova 6*
Leo Shoes Modena 3
Calzedonia Verona 3
Itas Trentino 3
Sir Safety Conad Perugia 2*
Top Volley Latina 1
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0

Vero Volley Monza 0
Gas Sales Piacenza 0
Consar Ravenna 0

Kioene Padova 0
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 0*.

Note: * = 1 Incontro in più.

FORMULA – Le prime 8 classificate si affronteranno nei Play Off Scudetto. 12a e 13a classificata retrocedono in Serie A2.

 



 

HANNO DETTO

Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): “Prima di tutto merito a Milano che ha giocato molto bene. Noi abbiamo sprecato tantissimo e nella fase muro-difesa abbiamo giocato male. In questo momento probabilmente a livello di testa siamo un po’ deboli e dobbiamo crescere in tutto perché ora soffriamo in entrambe le fasi. Dobbiamo assumerci le nostre responsabilità e andare avanti perché la strada è ancora lunghissima”.

Riccardo Sbertoli (Allianz Milano): “Grande vittoria di Milano. Siamo stati bravi soprattutto in fase break, battendo bene e co un’ottima correlazione muro-difesa. Per essere alla seconda di campionato si sono viste cose importanti, ma di sicuro non ci montiamo la testa e continuiamo a lavorare”.

Matteo Piano (Allianz Milano): “E’ stato veramente bello: sono un tipo sorridente ma stare lontano dal campo non è facile. I ragazzi sono stati straordinari, anche se io il giorno del mio compleanno non ho mai perso. Ci credevamo perché eravamo consapevoli dei nostri mezzi: abbiamo pensato più a noi che agli avversari”.