Superlega: Perugia ritrova Russo e con Plotnytskyi MVP è 3-0 sulla Cisterna del debuttante Kovac

293
Roberto Russo

5. GIORNATA
Sir Safety Conad Perugia – Top Volley Cisterna 3-0 (25-23, 25-21, 25-20)
Sir Safety Conad Perugia: Travica 0, Leon Venero 17, Russo 7, Ter Horst 14, Plotnytskyi 17, Solé 8, Colaci (L), Piccinelli (L), Zimmermann 0, Biglino 0, Sossenheimer 0. N.E. Ricci, Vernon-Evans. All. Heynen.
Top Volley Cisterna: Seganov, Tillie 5, Rossi 5, Szwarc 13, Randazzo 8, Krick 8, Rondoni (L), Onwuelo 1, Cavaccini (L), Cavuto 2, Sottile 1. N.E. Rossato, Sabbi. All. Kovac.
ARBITRI: Gasparro, Frapiccini.
NOTE – durata set: 31′, 29′, 30′; tot: 90′.

PERUGIA – Pronostico rispettato per la Sir Safety Conad Perugia che, di fronte ai 182 del PalaBarton, sconfigge 3-0 la Top Volley Cisterna di Boban Kovac, conquista la quinta affermazione consecutiva e resta salda in vetta alla Superlega.
Prova di maturità importante dei Block Devils che portano a casa una partita che nascondeva molte insidie con una prestazione robusta sotto l’aspetto tecnico e di grande forza mentale con la squadra (in campo fin dal primo pallone Russo e padrone della seconda linea Piccinelli con un turno di riposo per Colaci) sempre sul pezzo, sempre attaccata alla partita, sempre convinta dei propri mezzi.
È il servizio (5 ace diretti e tante lunghe serie) l’arma vincente di Perugia, il grimaldello capace di scardinare alla lunga la resistenza della Top Volley. A questo i bianconeri aggiungono tanto muro (9 contro 1, 4 vincenti proprio di Russo) e tre attaccanti di palla alta in vena.
Come Plotnytskyi, Mvp senza se e senza ma di stasera. L’ucraino, 17 punti, incanta la platea con giocate di classe cristallina, fa danno al servizio (4 ace) e trova in attacco angoli e traiettorie incredibili. Al suo fianco il solito Leon (17 anche per il caraibico) ed un Ter Horst da 14 palloni vincenti e zero nella casella degli errori in attacco. Sempre lucido in regia Travica, sempre incisivo sotto rete Solè.
Sorride a fine match Vital Heynen ed ora testa al sesto turno con il big match di domenica in casa dell’Itas Trentino.

SESTETTI – Novità nella metà campo bianconera con Russo e Piccinelli titolari. Travica in regia, Ter Horst opposto, Russo e Solé al centro, Plotnytskyi e Leon n 4, Piccinelli libero.  In avvio Sabbi ancora in panchina, a disposizione per la terza volta consecutiva, così coach Kovac schiera Seganov in cabina di regia con opposto il centrale Szwarc, schiacciato laterali Tillie e Randazzo, al centro Rossi e Krick con Cavaccini libero.

LA PARTITA  – Partenza a razzo per Cisterna con Szwarc protagonista (0-3). Leon e Ter Horst accorciano, Plotnytskyi pareggia (3-3). Muro di Russo (4-3). Altro muro del centrale siciliano (9-7). Due di Szwarc pareggiano (9-9). Randazzo e l’ace di Szwarc mandano avanti gli ospiti (11-13). Out Plotnytskyi (12-15). Ter Horst accorcia (14-15). Il terzo muro di Russo pareggia (18-18). Out Leon (18-20). Krick mantiene le distanze (20-22). Due di Leon impattano a quota 23. Out Szwarc e set point Perugia (24-23). Ace di Plotnytskyi con il nastro amico, il primo set è dei Block Devils (25-23).

Plotnytskyi-Leon in avvio di secondo set (2-0). Due super difese di Piccinelli con Leon e Plotnytskyi a chiudere i contrattacchi (4-0). Rossi e Krick dimezzano subito (4-2). Tillie riporta le squadre a contatto (6-5). Parità con l’attacco out di Plotnytskyi (7-7). Si riscatta con l’ace e poi con la pipe il martello ucraino (12-9). Muro di Leon (13-9). Maniout di Randazzo, Cisterna non molla (14-12). Due in fila di Leon (16-12). Muro di Russo, poi magia di Plotnytskyi (19-13). Muro di Krick (21-17). Ace del neo entrato Onwelo (22-19). Leon porta i suoi al set point (24-20). Out Szwarc, Perugia raddoppia (25-21).

Comincia bene Cisterna, con Sottile in regia e Cavuto in posto quattro, nel terzo set (4-7). Plotnytski giuda la rimonta e mette l’ace del 9-9. Szwarc riporta Cisterna a +2 (10-12). Ace di Leon (13-13). Plotnytskyi manda avanti Perugia con attacco ed ace (18-16). Leon dopo un’altra bomba di Plotnytskyi dai nove metri, poi la classe dell’ucraino in pipe (20-16). Ter Horst mantiene le distanze (22-18). Perugia arriva al match point con l’errore al servizio di Randazzo (24-20). Chiude subito Ter Horst (25-20).

HANNO DETTO – Dragan Travica (Perugia): “Cisterna è un’ottima squadra, ha cambiato da pochissimo l’allenatore ed ha messo grande energia e voglia di far bene. Siamo stati pazienti nel primo set, poi ci siamo sciolti ed è arrivata una bella vittoria”.
Andrea Rossi (Top Volley Cisterna): “Stasera sapevamo di affrontare una corazzata. Il nuovo coach è arrivato praticamente sul pullman per partire per Perugia. C’è sicuramente ora da lavorare, ma si è visto che possiamo giocarcela. Siamo fiduciosi e positivi perché i risultati arriveranno”.
Slobodan Kovac (allenatore Cisterna): “Sapevamo che Perugia si sarebbe appoggiata molto sui suoi battitori, tecnicamente abbiamo giocato molto bene ma dall’altra parte della rete risolvono le cose con il servizio – potevamo fare qualcosa in più? Sicuramente si. Nel secondo set siamo stati bravi a recuperare ma la battuta ha fatto la differenza. Non era questa la partita che dovevamo vincere ma io voglio sempre entrare in campo per vincere: ci manca un giocatore di peso, ma questa è la situazione e cercheremo di migliorare tante situazioni, sono appena arrivato ma tutto mi sembra abbastanza positivo e sono fiducioso. Continuerò a trasmettere la mia mentalità di lottare e fare tutto al massimo”.

Sostieni Volleyball.it