Superlega: Piacenza cala il poker. Lagumdzija vede Modena e “spacca”. Per Bruno e c. è crisi di gioco e risultati

2736

4. GIORNATA
Leo Shoes PerkinElmer Modena – Gas Sales Bluenergy Piacenza 1-3
(25-20, 21-25, 20-25, 23-25)
Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 0, Ngapeth E. 22, Sanguinetti 2, Abdel-Aziz 12, Leal 9, Mazzone 6, Gollini (L), Stankovic 1, Van Garderen 6, Sala 1, Rossini (L). N.E. Ngapeth S., Tauletta, Bellanova. All. Giani.
Gas Sales Bluenergy Piacenza: Brizard 4, Rossard 14, Caneschi 1, Lagumdzija 25, Recine 17, Holt 7, Catania (L), Stern 0, Scanferla (L), Antonov 0, Cester 4, Pujol 0. N.E. Tondo, Russell. All. Bernardi.
ARBITRI: Lot, Zanussi.
NOTE – durata set: 30′, 34′, 31′, 30′; tot: 125′.

MODENA – Al Palapanini si assiste ad una staffetta che solo il resto della stagione ci potrà dire se epocale o effimera. Piacenza sbanca il campo dei gialloblù di Andrea Giani e porta a casa la sua quarta vittoria consecutiva, un successo per 1-3 che vale 3 punti e il primo posto in classifica in coabitazione con Monza e Trento. A scommetterci solo un mese e mezzo fa il trio di testa sarebbe stato impensabile. Come forse impensabile era che la corazzata Modena dei Bruno e Ngapeth, di Abdel Aziz e Leal potesse trovarsi così a mal partito, 2 ko nelle prime tre gare e l’unico successo ottenuto in casa contro una Tonno Callipo che ancora oggi è lontana parente della squadra rivelazione della scorsa stagione.

E’ la caduta degli dei del volley o solo un ricambio nell’Olimpo? E’ stata una gara strana, che Modena sembrava poter controllare, avanti 1-0, 19-16. Qui è accaduto l’imprevedibile: un pessimo appoggio di Mazzone nella ricostruzione di un contrattacco obbliga Bruno alla situazione di alzare una palla impossibile per Ngapeth che la può solo tirare in rete prima di ricadere sul taraflex sconsolato e contare fino a 10 prima di alzarsi e tornare dentro al campo, visibilmente contrariato. Qui si è spenta la luce del gioco modenese: poteva essere 20-16, è invece 19-17 con Recine al turno di servizio: sei battute, per il 19-23 che cambia la serata…

PIU’ E MENO – Piacenza surclassa Modena, anche negli errori. Ma anche se sono ben 30 (23 quelli dei padroni di casa) questo non basta per un risultato positivo per Ngapeth e compagni. Il francese di Modena è il più generoso: 22 punti, 50% in attacco, 3 muri, 2 ace e 8 (solo 8!) ricezioni senza errori. Il resto di Modena finisce nella casella dei meno. Modena si smarrisce sul finire del secondo set e non trova più il bandolo della matassa del suo gioco. Piacenza mette Rossini nel mirino in ricezione (38 per lui su 74 totali) e riesce a mettere in difficoltà la ricostruzione dei locali. Il libero subisce 6 ace, altri 6 il resto della squadra (10 in totale, 3 Van Garderen, 3 Leal), 7 i muri di modena, 14 quelli di Piacenza, 50% in attacco della Gas Sales, 47% per Leo Shoes, 50% la ricezione positiva dei piacentini, 30% di Modena…
Piacenza si esalta nel collettivo ma spiccano soprattutto Lagumdzija che tiene viva la serie positiva contro Modena: 2 vittorie un anno fa con la maglia di Monza, tris questa sera con premio di MVP, 25 punti per lui, 2 muri, 3 ace. Bene poi il piccolo (185 cm) Francesco Recine che attacca al 52%, mette a segno 2 muri e 5 ace pesantissimi. Spina nel fianco modenese.

SESTETTI – Modena si schiera con Sanguinetti al centro (con Mazzone), per il resto è il sestetto atteso, obbligato con Bruno palleggiatore, Abdel Aziz opposto, Leal – Ngapeth, Rossini libero. Bernardi fa invece partite Piacenza con Caneschi al centro (al posto di Cester) in diagonale con Holt, Recine opposto a Rossard in posto 4. Brizard in regia e Lagumdzija opposto, Scanferla libero.

LA PARTITA – Un errore di Abdel Aziz fa andare via la Gas Sales (2-4), ma sono Sanguinetti al centro e un ace di Sala (entrato ancora per la battuta con un cambio under) a far impattare Modena (6-6). Set in equilibrio con gioco ad alto livello: Lagumdzija, poco servito, trova spazi in parallela, al centro Mazzone ferma Holt, mentre Recine è bravo a giocare sul muro avversario e poi a murare Abdel Aziz dall’alto del suo 1,85 ma con tanta elevazione. Ngapeth delizia da seconda linea. Ma è sul 18-18 che Modena strappa con il turno di servizio di Bruno che manda in affanno Recine e a punto Abdel Aziz attento a rete: 21-18. Il servizio di Modena fa la differenza, l’ultimo punto è un ace di Stankovic su Rossard (ottimo in attacco), è il set dell’opposto di Modena (6 punti) che vince il confronto con quello piacentino. La battuta di Modena continua a mettere in affanno Piacenza: Bruno ed Ngapeth portano i padroni di casa sul 6-2 (1 ace del francese, un errore di Lagumdzija).

Bernardi sulla panchina della Gas Sales si toglie la giacca, la temperatura della gara si alza. La sua squadra recepisce il messaggio e, dopo aver impattato 6-6, con Holt che mura un tentativo di pallonetto si porta anche avanti 8-9. Il muro della Gas Sales si fa sentire: 9-11, Giani time out.
Modena torna a mettere a fuoco la battuta e ben presto torna a comandare il gioco. Ma è quando Abdel Aziz difende (su turno di battuta di Leal) che la Leo Shoes allunga 19-16. Ma qui arriva il crollo della ricezione gialloblù che accusa una serie battute di Piacenza che vanno a colpire la zona corta dove si trova Mazzone, costretto ad intervenire; poi tre ace di Recine valgono un parziale di 2-7 per la Gas Sales che porta a casa il set. Non basta a Modena il solo Ngapeth (8 punti) contro una maggior coralità piacentina.

La Gas Sales continua a spingere. Brizard mura, Lagumdzija batte con precisione Modena perde lucidità in ricezione mentre di contro la gas Sales aumenta i giri: 11-17 con Cester (titolare per Caneschi in questo terzio set) che piazza due muri consecutivi.
Staffetta in posto 4 per Modena con Van Garderen per Leal, ma Recine è inarrestabile e con lui l’opposto (16-23). Sul 16-24 servono 5 palloni set per il punto di Rossard che vale l’1-2. Il 39% in attacco della Leo Shoes è un campanello d’allarme per Giani così come i 6 muri a 2 per i piacentini.

Nel quarto set il tecnico di Modena cerca risposte con Van Garderen e Stankovic titolari (per Leal e Sanguinetti) ma è ancora Recine a scavare il solco con due ace su Rossini e Van Garderen: 7-10. Qui il “palazzo” spinge Modena che forse più di nervi che di testa trova il 13-13. Ma poi arriva l’harakiri gialloblù: una battuta slash di Abdel Aziz che può essere rigiocata punto viene lasciata cadere da Ngapeth per una mancata chiamata “in/out” del suo opposto, segue una ricezione in affanno di Rossini: in un attimo la Gas Sales torna avanti di 4 con Holt a muro e una palla che Modena battezza vinta prima del previsto: 17-22. Ngapeth va al servizio e riaccende il palasport: 21-22 con Van Garderen che fa uno-due in attacco è 22-23. Ngapeth in pipe annulla il primo match ball: 23-24, il secondo è quello della meritata vittoria piacentina grazie ad un attacco di Lagumdzija.

 

Sostieni Volleyball.it