Superlega: Pillole semifinali Gara 1. Ricci preciso, per Velasco ricordi umbri. Trento e Lube più di tre giorni in campo

Il centrale dei campioni d'Italia è l’unico delle due rose a non aver commesso errori in attacco o subito murate nei precedenti stagionali, l’allenatore di Modena ritrova una squadra di Perugia come nella sua ultima semifinale playoff. Trentini e marchigiani sono già arrivati a 48 gare in stagione, più di ogni altra squadra in Superlega, per un totale di quasi 77 ore e di oltre 82 ore.

MODENA – Numeri e curiosità in pillole sulle due sfide di Gara 1 delle semifinali playoff in programma questa sera a Perugia e Trento.

Sir Safety PERUGIA – Azimut MODENA

  • L’ultimo precedente disputato, la semifinale di Coppa Italia vinta 3-0 da Perugia, è passato agli archivi come la sfida durata di meno (1 ora e 16 minuti) e quella terminata con lo scarto più alto (17 punti, 78-61 Perugia). 
  • Perugia è la squadra ad aver realizzato più ace contro Modena in questa stagione, 35 di cui 26 in Regular Season.
  • Con la squalifica inflitta ad Aleksandar Atanasijevic la sfida perde il miglior marcatore stagionale (64 punti) nonché quello con la miglior percentuale d’attacco media (62%).
  • Nell’ultimo precedente Filippo Lanza ha chiuso con il 78% in attacco, la miglior percentuale della sua stagione.
  • Fabio Ricci è l’unico giocatore delle due rose a non aver commesso errori in attacco o subito murate nei tre precedenti stagionali: 14 su 19 per lui il conto dei colpi vincenti (74%).
  • 3 gli ace per Alexander Berger in Gara 3 contro Monza, il massimo in carriera nei playoff per lo schiacciatore austriaco (27 gare).
  • 2 i muri che mancano a Modena per raggiungere quota 300 in stagione (298).
  • L’ultima volta di Julio Velasco in una semifinale playoff fu proprio contro una squadra del capoluogo umbro: nella stagione 2003/04 alla guida di Piacenza si impose per 3-0 nella serie contro la RPA Perugia.
  • Tine Urnaut ha concluso Gara 2 con il 63% in attacco, sua miglior prestazione nei playoff con la maglia di Modena.
  • Ivan Zaytsev è reduce dal 68% in attacco fatto registrare in Gara2, la sua miglior prestazione nei playoff da 5 anni a questa parte. L’ultima volta che ha chiuso con una percentuale migliore risale e Gara 2 dei quarti 2013/2014 (Verona-Lube 0-3 – 78%).
  • Maxwell Holt è l’unico giocatore di Modena capace di realizzare almeno un ace in ognuno dei tre precedenti stagionali (4 ace in totale).
Le statistiche delle sfide stagionali.

Itas TRENTINO – Cucine Lube CIVITANOVA 

  • Si sfidano le due squadre della Superlega che hanno disputato più gare in questa stagione (48). Entrambe ne hanno giocate 33 nelle competizioni italiane, 5 nel mondiale per club e 10 nelle Coppe Europee; Trento ne ha vinte 41, la Lube 42. I trentini hanno speso quasi 77 ore in campo, i marchigiani oltre 82.
  • Con il risultato maturato in Gara 3 contro Padova Trento ha fatto registrare il 17° 3-0 stagionale tra le mura amiche, record assoluto nella storia trentina (trentinovolley.it). Questa sera affronterà l’unica squadra capace di violare la BLM Group Arena in questa stagione, nonché l’unica in assoluto oltre alla squadra di Lorenzetti ad aver vinto nell’impianto da quando esiste la nuova denominazione. Sulle 27 gare disputate a partire dal 20 marzo 2018, infatti, sono state 25 vittorie di Trento e 2 per la Lube.
  • Trento ha chiuso con almeno il 50% in attacco ognuno dei 4 precedenti stagionali.
  • Aaron Russell è reduce dal 76% in attacco di domenica, il miglior dato in carriera nei playoff (30 gare).
  • Trento ha vinto uno solo dei 4 precedenti stagionali e in generale delle ultime 13 sfide; il successo trentino è però valso il trionfo nel mondiale per club Mondiale per Club a dicembre.
  • 7 gli ace di Robertlandy Simon in Gara 2 contro Verona, il massimo assoluto per il centrale cubano in carriera nei playoff. L’ultima volta che mise piede nell’impianto trentino in una sfida di playoff fu in Gara 5 della finale 2012/13 (Trento-Piacenza 3-2); chiuse con ben 20 punti compresi 6 muri.
  • Tsvetan Sokolov ha realizzato 77 punti nei 4 precedenti stagionali, oltre 19 di media a gara. Il bulgaro è il miglior realizzatore della sfida nel 2018/19.
  • Osmany Juantorena è reduce dallo straordinario 92% in attacco fatto registrare nella semifinale di ritorno contro lo Skra Belchatow (12 su 13), miglior dato della sua stagione.
  • La Lube è l’unica squadra della Superlega contro cui Trento non possa vantare un bilancio favorevole nei precedenti (31 vittorie e 33 sconfitte).
I numeri dei quattro precedenti nel 2018/19.

Sostieni Volleyball.it