Superlega: Sbertoli felice. “Importante mostrare la capacità di mantenere alta la concentrazione”

BUSTO ARSIZIO – Milano si gode il successo e, per una notte, la vetta di una classifica che domani prenderà forma con le gare della prima giornata di un campionato che entrerà subito nel vivo, con la settimana che porterà all’esordio dell’Allianz Powervolley all’Allianz Cloud contro Civitanova il 27 ottobre intervallata dall’anticipo infrasettimanale contro Perugia in trasferta in Umbria del 24 ottobre.

Una settimana che Milano inizierà certamente con il sorriso, come quello di Sbertoli a fine gara che, appena rientrato dal Giappone con la maglia azzurra, ha ripreso in mano la squadra: “E’ stato molto importante vincere all’esordio – commenta il giovane palleggiatore milanese – , ma ancor più è stato importante aver dimostrato la capacità di mantenere alta la concentrazione per tutta la partita. Abbiamo certamente sbagliato qualcosa durante tutto l’arco della gara, ma sappiamo che dobbiamo lavorare per migliorarci giorno dopo giorno. Sono stato molto felice di essere tornato e devo dire che i ragazzi mi hanno accolto nel migliore dei modi, come se mi fossi allenato con loro per tutta l’estate».

Viktor Yosifov, centrale di Monza: “Secondo me siamo partiti bene. Il primo e secondo set abbiamo giocato un’ottima correlazione muro-difesa, sprecando qualcosa in contrattacco. Abbiamo avuto un paio di occasioni per chiudere il set, non siamo riusciti a fare punto e ci siamo spenti. Dobbiamo sicuramente lavorare per migliorare ma i margini di crescita ci sono tutti. Giorno dopo giorno, partita dopo partita, giocheremo sicuramente meglio”.

Trevor Clevenot, schiacciatore di Milano: “Il derby è sempre difficile. Il fatto che fosse la prima di campionato lo ha reso ancora più complesso. Il primo set siamo stati molto bravi a risalire quando eravamo in svantaggio e questo ci ha permesso di incanalare la gara sui binari giusti a livello mentale. Abbiamo una bella squadra ma dobbiamo lavorare. Abbiamo recuperato Sbertoli solo da due giorni: è troppo presto per dirlo ma possiamo fare grandi cose”.

Sostieni Volleyball.it