Superlega: “Legge Ngapeth”, sempre vincente con la maglia di Modena contro Perugia

1965

8. GIORNATA
Sir Safety Conad Perugia – Leo Shoes PerkinElmer Modena 2-3 (22-25, 12-25, 25-15, 25-22, 15-17)
Sir Safety Conad Perugia: Giannelli 6, Anderson 15, Ricci 3, Rychlicki 15, Leon Venero 26, Solé 8, Piccinelli (L), Travica 0, Colaci (L), Plotnytskyi 2, Ter Horst 0, Mengozzi 1. N.E. Dardzans, Russo. All. Grbic.
Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 3, Ngapeth E. 22, Mazzone 4, Abdel-Aziz 21, Leal 13, Stankovic 6, Gollini (L), Sala 0, Sanguinetti 0, Rossini (L), Van Garderen 0. N.E. Ngapeth S., Bellanova, Salsi. All. Giani.
ARBITRI: Cesare, Cappello.
NOTE – durata set: 30′, 24′, 27′, 35′, 26′; tot: 142′.

PERUGIA – Nel big match di giornata, al termine di una gara di alti e bassi (0-2 Modena; 2-2 Perugia, quindi il tie break 10-13, 14-13, 15-17), Earvin Ngapeth conferma la sua “legge contro Perugia”… con cui non ha mai perso una gara contro Perugia da giocatore di Modena. Per lo schiacciatore francese ora sono 14 le vittorie in 14 confronti. Un successo che chiude al meglio il periodo di “esame” a cui era stato sottoposto il coach dei gialloblù Andrea Giani dopo la sconfitta con Civitanova e un avvio di campionato senza acuti: “Giani nelle prossime due gare deve tirarci fuori dalle secche” aveva detto il presidente del Club Catia Pedrini. Detto fatto, due vittorie e 5 punti contro Trento e Perugia.
Per i bianconeri di Nikola Grbic – di contro – è la prima sconfitta stagionale in Superlega.

I NUMERI – Numeri del match che evidenziano l’equilibrio visto stasera a Pian di Massiano:7 ace a 6 per Perugia, 15 muri a 14 per i bianconeri, 42% contro 39% in attacco per gli uomini di Grbic. Ma poi i numeri non dicono tutto e nei punti decisivi hanno saputo essere più incisivi i ragazzi di Giani.
Nelle file di Perugia 28 i punti di Leon (2 ace e 3 muri), doppia cifra, 15 a testa, per Anderson e Rychlicki (con 3 ace), 6 i colpi a segno di Giannelli praticamente quasi tutti nella fase del terzo set che ha propiziato la rimonta di Perugia.

SESTETTI – Formazione tipo per Grbic con Rychlicki opposto in diagonale a Giannelli, le bande sono Leon e Anderson, al centro Ricci e Solè, Colaci è il libero. Modena parte con la diagonale Bruno-Abdel Aziz, in banda ci sono Earvin Ngapeth e Yoandy Leal, al centro Stankovic-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini.

LA PARTITA – Primo break dell’incontro con il muro di Solè (3-2). Il contrattacco di Nimir capovolge (3-4). Muro di Ngapeth, +2 Modena (6-8). Leon chiude il contrattacco e pareggia (8-8). Ancora Leon e ancora in contrattacco (10-9). Si gioca punto a punto ad altissimi livelli. Anderson mette a terra il pallone del 14-13. Ngapeth gioca due grandi attacchi e manda avanti i suoi (15-16). Ace di Bruno (15-17). Invasione di Rychlicki (16-19). Punto di Anderson con la difesa (18-19). Grande scambio chiuso da Anderson per la parità (20-20). Incomprensione nella seconda linea di Perugia e Modena scappa (21-23). Super punto di Leal e set point Modena (22-24). Chiude subito il parziale il contrattacco di Ngapeth (22-25).
Alza il muro Modena in avvio di secondo set (2-6). Ace di Ngapeth, poi contrattacco di Leal (2-8). Dentro Plotnytskyi per Leon. Ace di Rychlicki (4-8). Smash di Ngapeth (6-12). Altri due per gli ospiti (6-14). Dentro Ter Horst per Rychlicki. In campo anche Travica per Giannelli. Muro su Ter Horst che poi attacco out (6-17). Murato Anderson, poi Stankovic (6-19). Muro di Bruno (7-21). Leal chiude un set a senso unico (12-25).

Leal manda avanti i suoi subito (2-4). Muro a uno di Giannelli, si ripete Leon dalla parte opposta della rete, si ripete ancora Giannelli (9-7). Buca di Leon, colpo vincente di Giannelli (11-7). Esplode il PalaBarton dopo un’altra bomba di Leon (12-7). Ace di Rychlicki, poi altro muro di Giannelli (14-7). A terra il primo tempo di Solè (16-9). Entra Plotnytskyi e piazza l’ace (17-9). Ace anche di Giannelli, poi maniout di Anderson (20-10). A segno Ricci prima in attacco e poi a muro (22-11). La pipe di Anderson consente a Perugia di accorciare (25-15).

Wilfredo Leon in attacco contro il muro di Modena

Parte a razzo Perugia nel quarto set. L’ace di Rychlicki vale il 4-0. Due di Nimir, muro di Stankovic e Modena è subito a contatto (4-3). Muro della coppia Anderson-Solè, poi ace di Leon, poi primo tempo di Solè (8-3). Invasione del muro bianconero (9-6). Attacco e poi muro di Anderson (11-6). A terra il contrattacco di Rychlicki (13-7). Maniout di Leon (15-8). A bersaglio da seconda linea Rychlicki (17-10). Out Solè, poi Stankovic, poi Ngapeth (17-14). Il muro di Solè consente a Perugia si spezzare la serie di Modena (18-14). Out Anderson, ospiti a -2 (18-16). Il muro di casa alza le barricate (22-17). Ace di Ngapeth e poi Nimir (22-20). Il finale è per cuori forti, Giannelli mette a terra il punto che vale il tie break (25-22).
3-2 Perugia in avvio. Leal pareggia (3-3). Out Anderson (3-4). Si riscatta l’americano con il contrattacco del 6-5. Muro di Mazzone (6-7). Out Leal (8-7). Out anche Rychlicki (8-9). Modena va a +2 con Ngapeth (8-10). Gli ospiti volano 10-13. Il turno al servizio di Leon capovolge tutto (14-13), ma Ngapeth è decisivo nel finale e Modena vince (15-17).

HANNO DETTO
Simone Giannelli (Sir Safety Conad Perugia): “C’è amaro in bocca ovviamente, abbiamo tutti voglia di vincere e giochiamo per quello. Peccato perché abbiamo avuto due match point, però di là Modena ha giocato molto bene. In Supercoppa contro Trento non eravamo riusciti a reagire, stasera lo abbiamo fatto sotto di due set sapendo soffrire e siamo rientrati fino al tie break con l’unione di squadra facendo un passo in avanti. Torneremo in palestra per capire le cose che non sono andate e per lavorarci”.    
Abdel-Aziz (Leo Shoes PerkinElmer Modena):“E’ stata una partita strana, siamo partiti fortissimo, poi siamo calati e al tiebreak è stata una battaglia e l’abbiamo vinta noi. Abbiamo sprecato troppo e su questo dobbiamo migliorare, ma è arrivata la vittoria, non abbiamo mai mollato, siamo stati sempre dentro il match, siamo molto contenti”.

Sostieni Volleyball.it