Esultanza Ghafour

3. GIORNATA
Cucine Lube Civitanova – Top Volley Latina 3-1 (28-26, 25-15, 23-25, 25-23)
Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 3, Kovar 11, Bieniek 10, Ghafour 19, Leal 14, Anzani 4, Marchisio (L), Balaso (L), D’Hulst, Rychlicki, Simon 3, Diamantini 2, Juantorena 6. N.E. Massari. All. De Giorgi.
Top Volley Latina: Sottile 1, Van Garderen 10, Rossi 5, Patry 26, Palacios 16, Szwarc 7, Rondoni (L), Cavaccini (L), Peslac, Karlitzek 2, Elia 1. N.E. Rossato, Onwuelo. All. Tubertini.
ARBITRI: Saltalippi, Santi.
NOTE – durata set: 35′, 24′, 31′, 35′; tot: 125′.

CIVITANOVA – La Cucine Lube Civitanova si mantiene a punteggio pieno in campionato conquistando la quarta vittoria su quattro gare giocate (oggi il primo set perso) contro la Top Volley Latina, arrivata dinanzi ai 2543 spettatori dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche (incasso 24-031 Euro) per il posticipo della 3ª di andata della SuperLega Credem Banca. 

SESTETTI – I marchigiani si sono imposti per 3-1 a conclusione di una gara dal finale scontato soltanto nel secondo set (28-26, 25-15, 23-25, 25-23), ed in cui il tecnico di casa Ferdinando De Giorgi ha optato per un ampio turn over, schierando nel sestetto iniziale Bienek, Kovar e Ghafour per far tirare il fiato rispettivamente a Simon, Juantorena e Rychlicki.  Fronte Latina coach Lorenzo Tubertini schiera la stessa formazione iniziale proposta nel debutto con Perugia e quindi: Sottile in regia opposto in diagonale a Patry, schiacciatori laterali Palacios e Van Garderen, al centro Szwarc e Rossi con Cavaccini libero.

LA GARA

La Lube si è aggiudicata il parziale d’apertura sul filo di lana, dopo essersi fatta annullare due set point dai pontini, che trascinati da un ottimo Patry (9 punti, 54% in attacco) erano arrivati anche a conquistarsi il 26-25 a proprio favore. La palla del definitivo 28-26 per i cucinieri la mette a terra poi Ghafour (6 punti, 67%), dopo un ace di Bieniek che aveva riportato la Cucine Lube col muso davanti.

Tutto in discesa invece il secondo set, in cui i campioni d’Italia e d’Europa continuano a mettere in vetrina un Leal concreto anche a muro oltre che sulle schiacciate (7 punti col 75% in attacco nel primo set, 5 punti col 100% in questo secondo) e chiudono agevolmente sul 25-15, vanificando ogni tentativo da parte di Turbertini di sistemare le cose nella sua metà campo (ben 11 errori punto) attingendo dalla panchina: dentro in sequenza Peslac, Karlitzek ed Elia.

Latina si rimbocca le maniche nel terzo parziale, appoggiandosi sul solito Patry (11 punti col 79% di efficacia): si trova a condurre anche con 4 lunghezze di vantaggio prima (11-7), e piazza poi la zampata vincente nel finale, con un primo tempo di Szwarc (23-25) dopo aver riacciuffato la parità a quota 23 murando Rychlicki, che spara out nell’azione successiva. 

L’avvio di quarto set è di netta marca ospite (4-11). Poi De Giorgi inserisce D’Hulst per Bruno, quindi pure Juantorena (per Leal) e Simon (per Diamantini, in campo dal parziale precedente). E la Cucine Lube confeziona la rimonta vincente, con i turni al servizio del Mvp Jiri Kovar e Bieniek poi (2 ace), ed i colpi finali di Simon (muro su Van Garderen, 24-23) e Ghafour (25-23).