Superlega: Ultima di andata. Milano elimina Verona dalla Coppa Italia ed è 4°. Vincono Modena e Cisterna

362

MODENA – 13a giornata di andata. Milano espugna Verona e centra il quarto posto. Modena vince da 3, Cisterna beffa Piacenza. Squadre in campo a Natale e Santo Stefano per la 1a di ritorno.

La classificaI risultatiI Quarti di Coppa Italia

——- 

Calzedonia Verona – Allianz Milano 1-3 (23-25, 19-25, 25-17, 17-25)
Calzedonia Verona: Spirito 1, Muagututia 16, Solé 9, Boyer 23, Asparuhov 4, Cester 4, Donati (L), Marretta 2, Bonami (L), Kluth 0. N.E. Aguenier, Birarelli, Chavers, Franciskovic. All. Stoytchev.
Allianz Milano: Sbertoli 2, Gironi 6, Clevenot 13, Abdel-Aziz 28, Petric 14, Kozamernik 6, Hoffer (L), Pesaresi (L), Alletti 0, Izzo 0, Basic 0. N.E. Weber, Okolic. All. Piazza.
ARBITRI: Venturi, Zanussi.
NOTE – durata set: 32′, 29′, 29′, 24′; tot: 114′. Spettatori: 3869.
MVP: Abdel-Aziz.

VERONA – Tra Calzedonia Verona e Allianz Milano è lotta vera. La gara dell’Agsm Forum regala tante emozioni, prima che l’Allianz chiuda la sfida in suo favore, dopo una clamorosa rimonta nel primo set, e le vittorie di secondo e quarto parziale con la prova da urlo di Abdel-Aziz. Dopo i primi minuti di studio, la Calzedonia si esalta a muro (11 punti totali), ma Abdel-Aziz in battuta è devastante e riporta Milano sul 22-22. La sfida si accende e un gran muro su Boyer chiude il set in favore dell’Allianz. La sfida continua a svilupparsi punto a punto, ma è di nuovo Milano a trovare il momento buono sul 16-16, sganciandosi con una serie di attacchi vincenti e portando la gara sullo 0-2. La Calzedonia non ci sta, impenna le sue qualità difensive con l’ingresso in campo di Marretta e riapre la partita. L’ultimo parziale, però, vede ancora una volta salire in cattedra i meneghini, con le giocate di Petric e Clevenot, a cui fanno da contraltare Boyer e Muagututia.

HANNO DETTO
Enrico Cester (Calzedonia Verona): “C’è grande rammarico, perché siamo partiti col piede giusto per poi finire in malo modo.Conoscevamo la caratura di Abdel-Aziz e avremmo dovuto limitarlo meglio. Nel terzo set ci siamo un po’ rifatti, ma Milano è una grande squadra e si merita questa classifica. Ci sono aspetti positivi nel nostro gioco tanto è ver che solo due settimane fa abbiamo vinto in casa di Modena, ma alterniamo momenti di grande pallavolo ad altri in cui ci manca esperienza e speriamo di colmare il gap nel girone di ritorno”.
Nemanja Petric (Allianz Milano): “È stata una partita molto tesa, dal primo all’ultimo punto. Ci siamo preparati a una prova così, per affrontare una squadra di alto livello, più di quanto dica la loro classifica. Abbiamo fatto quello che ci eravamo prefissati. Sono molto contento perché ci eravamo dati come obiettivo un miglioramento generale nei fondamentali. La chiave? Essere sempre stati lì, senza dare spazio a Verona, riuscendo a tornare anche quando loro erano superiori”.

—-

Bednorz MVP contro Vibo

Leo Shoes Modena – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (25-23, 25-19, 21-25, 25-10)
Leo Shoes Modena: Christenson 2, Anderson 9, Mazzone 10, Zaytsev 18, Bednorz 25, Holt 8, Iannelli (L), Rossini (L). N.E. Estrada Mazorra, Salsi, Sanguinetti, Bossi, Pinali, Rinaldi. All. Giani.
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Baranowicz 1, Defalco 14, Chinenyeze 7, Drame Neto 5, Carle 4, Mengozzi 8, Sardanelli (L), Rizzo (L), Vitelli 1, Hirsch 5, Pierotti 0, Ngapeth 6. N.E. Armenante, Marsili. All. Cichello.
ARBITRI: Moratti, Simbari.
NOTE – durata set: 32′, 26′, 31′, 22′; tot: 111′. Spettatori: 4.795. Incasso: 53.613. MVP: Bednorz.

MODENA – La Leo Shoes parte supera Vibo in 4 set e aggancia Perugia in classifica. Modenesi in campo con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda Bednorz e Anderson, al centro Holt-Mazzone, libero Rossini. La Tonno Callipo parte con Baranowicz-Aboubacar, in banda ci sono Carle-Defalco, al centro Chinenyeze-Mengozzi , il libero è Rizzo. L’inizio è punto a punto poi la squadra di Coach Cichello scappa via, 13-16. Alza subito il ritmo Modena con la guida di Christenson, è sorpasso 18-16. La Leo Shoes chiude il primo parziale 25-23. Nel secondo parziale Modena gestisce e chiude 25-19 per il 2-0. Il terzo set procede punto a punto fino al 14-14. La Tonno Callipo trova il break del 18-20 Zaystev accusa a muro. Vibo chiude il set 21-25 e torna in partita. Il quarto parziale, però, è un monologo di Modena (17-6) che chiude 25-10 e si prende tutta la posta in palio.

HANNO DETTO
Andrea Giani (allenatore Leo Shoes Modena): “Fare i tre punti era essenziale per affiancare Perugia. Vibo è una squadra che gioca, con un ottimo palleggio. Il sideout è andato bene, così come l’atteggiamento, anche sulle difese e la battuta. Il girone d’andata? Bene arrivare in Finale di Supercoppa, abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ma ora dobbiamo migliorare negli scontri diretti. Dobbiamo giocare per vincerli”.
Juan Manuel Cichello (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “I ragazzi hanno fatto una gara importante contro una squadra di altissimo livello, sono soddisfatto per quello che ho visto in campo. Certo mancava poco per portare a casa qualcosa in più”.

——–

Top Volley Cisterna – Gas Sales Piacenza 3-2 (25-22, 21-25, 19-25, 25-18, 15-8)
Top Volley Cisterna: Sottile 0, Van Garderen 0, Rossi 10, Patry 22, Palacios 12, Szwarc 10, Elia 3, Karlitzek 16, Rondoni (L), Peslac 0. N.E. Rossato, Onwuelo. All. Tubertini.
Gas Sales Piacenza: Cavanna 1, Kooy 13, Krsmanovic 12, Nelli 18, Berger 15, Stankovic 11, Fanuli (L), Yudin 0, Scanferla (L), Fei 1, Botto 0. N.E. Pistolesi, Tondo, Copelli. All. Gardini.
ARBITRI: Luciani, Cappello.
NOTE – durata set: 30′, 28′, 31′, 30′, 15′; tot: 134. Spettatori: 1.110. MVP: Patry.

CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna torna al successo dopo cinque sconfitte consecutive e supera la Gas Sales Piacenza al tie break, al termine di una sfida durata due ore e un quarto e che è vero ossigeno per la squadra pontina.

Con Cavaccini indisponibile coach Tubertini si affida a Rondoni nel ruolo di libero, in palleggio Sottile con Patry opposto, di banda Palacios e Van Garderen, Szwarc e Rossi al centro. La Top Volley Cisterna vince il primo set 25-22. Protagonista del primo set Jean Patry che chiude con sette punti e il 47% in attacco.

Nel secondo parziale la Top Volley non riesce a mettere in difficoltà Piacenza come nel primo parziale e Nelli e compagni ne approfittano per rimettere la partita in equilibrio vincendo 21-25. Cisterna si disunisce e perde anche il terzo parziale con Piacenza sempre avanti (6-10, 7-13, 9-19) grazie a un Berger molto pungente dalla linea dei nove metri. La posta in palio è molto alta e si accende anche una piccola contestazione con la Top Volley in fase di rimonta: sul 19-23 la panchina di Piacenza protesta, ma i piacentini chiudono 19-25.

Meglio in attacco Piacenza che archivia il set con il 56% in attacco contro il 43% dei pontini, sostanziale equilibrio in ricezione (48% Cisterna e 47% Piacenza) meglio gli ospiti a muro con quattro block vincenti a uno. La Top Volley Cisterna vince 25-18 il quarto set e riapre la gara. Al tie break i padroni di casa danno l’accelerata nella seconda parte del parziale.

HANNO DETTO
Lorenzo Tubertini (allenatore Top Volley Cisterna): “Venivamo da un periodo cupo, questa vittoria è molto importante per noi: devo ringraziare i miei ragazzi perché abbiamo giocato una partita senza Cavaccini, poi abbiamo perso anche Van Garderen, ma la squadra ha saputo vincere un primo set partito male e non si è mai persa d’animo, dopo due momenti molto brutti compreso quello del terzo set, abbiamo giocato e risposto perché il nostro desiderio era quello di vincere questa partita”.
Andrea Gardini (allenatore Gas Sales Piacenza): “Spesso ci complichiamo la vita da soli. Questo è un aspetto su cui dobbiamo lavorare per il futuro, poi in questa partita abbiamo incassato le serie al servizio degli avversari e siamo andati in difficoltà dopo aver vinto secondo e terzo set”. “.

 

Sostieni Volleyball.it