Superlega: : Verona vince al tie break il braccio di ferro infinito a Cisterna

Verona esulta a Cisterna: 3-2 e buon debutto di Kaziyski, MVP
Verona esulta a Cisterna: 3-2 e buon debutto di Kaziyski, MVP

Anticipo 10a giornata di ritorno
Top Volley Cisterna – Calzedonia Verona 2-3 (22-25, 25-23, 27-25, 20-25, 12-15)
Top Volley Cisterna: Sottile 0, Palacios 18, Szwarc 10, Patry 24, Van Garderen 22, Rossi 7, Rondoni (L), Cavaccini (L), Karlitzek 0, Peslac 0, Elia 0, Onwuelo 3. N.E. Rossato. All. Tubertini.
Calzedonia Verona: Spirito 3, Muagututia 10, Solé 11, Boyer 25, Kaziyski 23, Birarelli 8, Donati (L), Kluth 0, Bonami (L), Marretta 0. N.E. Zanotti, Aguenier, Asparuhov, Franciskovic. All. Stoytchev.
ARBITRI: Simbari, Cesare.
NOTE – durata set: 29′, 33′, 36′, 31′, 20′; tot: 149′. Match a porte chiuse. MVP: Kaziyski

CISTERMA – Silenzio surreale sugli spalti, una grande battaglia sportiva in campo nell’anticipo a porte chiuse della decima giornata di ritorno. A Cisterna di Latina, i padroni di casa della Top Volley e la Calzedonia Verona si dividono la posta, ma sono gli ospiti a vincere la contesa dopo quasi 150 minuti di gioco con il contributo importante del rinforzo Kaziyski, MVP della gara. I pontini, beffati nel finale dopo essere stati in vantaggio per 2 set a 1, incamerano un punto utile agganciando a quota 16 Vibo Valentia. Gli scaligeri tornano in Veneto con certezze rinnovate e con due mattoncini in più che potrebbero rivelarsi preziosi per l’accesso ai Play Off Scudetto.

La Top Volley cede nel primo set 22-25 dopo essere stata avanti 15-10 e 16-12. Sul 20-20, arrivato con la pipe di Palacios, la formazione pontina cede ai veronesi. Sul 20-21 Szwarc non riesce a chiudere una palla libera a fil di rete, la Calzedonia difende con Bonami poi la palla arriva a Kaziyski che trova un angolo impossibile e infligge il 20-22. I pontini non riescono a ricucire lo svantaggio e subiscono ancora: sul 22-23 Patry va al servizio ma sbaglia e con il set point in mano Verona chiude dopo 29 minuti. Sotto di un set i pontini rialzano subito la testa vincendo il secondo parziale. Maarten Van Garderen inchioda a terra il pallone del 25-23 e rimette il match in parità (1-1) al termine di una frazione combattuta e giocata praticamente sempre punto a punto. Alla fine la Top Volley trova la concentrazione di passare dal 22-22 al 25-23 grazie a Jean Patry, che con otto sigilli personali trascina la Top al pareggio. Ottime notizie per la formazione del presidente Falivene anche nel terzo parziale: dopo aver vanificato un vantaggio di sei lunghezze (19-13) finendo sotto di due punti (19-21), la Top Volley riacciuffa per i capelli il set riuscendo ad arginare con difficoltà un lungo turno al servizio di Muagututia. Una striscia di otto punti consecutivi con la ricezione di casa in grado di risorgere nel momento clou. Di Palacios l’ace del 21-21. Il 27-25 finale regala il sorpasso a Cisterna nel computo dei set. Nel quarto parziale la squadra di casa non trova la forza di chiudere la partita perché Verona passa 20-25 con autorevolezza dosando bene le energie: con gli ospiti sul +5 (15-20), i pontini riescono a ricucire fino al 19-20 con tre punti di fila di Onwuelo (due ace e una pipe). Si lotta punto a punto ma Boyer sostiene l’attacco veronese si arriva al 20-25.

Il tie break è combattuto, come del resto tutto il match, con la Top Volley che cambia campo con il naso avanti (8-7). Si procede punto a punto fino al 12-13: nella fase più delicata Kaziyski diventa assoluto protagonista e trascina i suoi alla vittoria.

HANNO DETTO

Lorenzo Tubertini (allenatore Top Volley Cisterna): “Si è trattato di una partita triste da giocare così senza pubblico. Nel primo set avevamo costruito un buon vantaggio, poi loro hanno fatto cose buone e ha dimostrato che con i rinforzi si possono rivoluzionare le cose: Kaziyski ha fatto la differenza e ha spostato gli equilibri. Per noi è un punto preso e la cosa è positiva, ma vedremo l’evolversi di questa situazione”.

Luca Spirito (Calzedonia Verona): “Disputare una gara ufficiale in queste condizioni e senza pubblico non mi era mai capitato, è molto difficile. In campo è importante trovare le giuste motivazioni. Per noi e per la nostra classifica è stata una vittoria importantissima. Kaziyski ci dà una grossa mano. Giocare così? Per ora va bene, poi se cambieranno le cose ci adegueremo”.

Classifica
Sir Safety Conad Perugia 51, Cucine Lube Civitanova 51, Leo Shoes Modena 49, Itas Trentino 44, Allianz Milano 36, Consar Ravenna 26, Kioene Padova 25, Calzedonia Verona 24, Vero Volley Monza 23, Gas Sales Piacenza 18, Top Volley Cisterna 16, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 16, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 5

1 incontro in meno: Cucine Lube Civitanova, Allianz Milano, Kioene Padova, Vero Volley Monza, Gas Sales Piacenza

1 incontro in più: Consar Ravenna

Sostieni Volleyball.it