Superlega: Via alle Semifinali. Si gioca a Perugia e Trento. Sir senza Atanasijevic

MODENA – I play off di Superlega entrano nella fase calda. Le migliori quattro formazioni del Campionato italiano si stanno per giocare l’accesso alla Finalissima Scudetto al meglio delle cinque partite.

Questa sera alle 20.30 la Sir Safety Conad Perugia ospiterà l’Azimut Leo Shoes Modena per gara 1 in diretta su RAI Sport. Alla stessa ora giocheranno Itas Trentino e Cucine Lube Civitanova.

Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca, Semifinali Gara 1
Martedì 16 aprile 2019, ore 20.30
Sir Safety Conad Perugia – Azimut Leo Shoes Modena.
Diretta RAI Sport
Arbitri: La Micela-Tanasi

PERUGIA – Su 20 precedenti i Block Devils si sono imposti 7 volte, gli emiliani 13. La Finale Scudetto 2015/16 fu dominata in 3 match da Modena, quest’anno si sono fatti valere gli umbri sia in Regular Season che in Del Monte Coppa Italia. Bernardi dovrà fare a meno di Atanasijevic mentre è stata commutata la squalifica a Ricci. La Sir deve stringere i denti e trova 3 ex: Anzani, Zaytsev e Kaliberda, quest’ultimo a 1 attacco vincente dai 1000 in carriera. Gli ospiti, reduci dalle prove di forza con Milano, puntano sulla freschezza atletica grazie al turno di riposo.

HANNO DETTO

Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): “Con Modena sarà una Semifinale durissima e tesissima. Loro hanno avuto tempo in questa settimana di allenarsi e di preparare bene. Noi ci siamo e ce la giochiamo. Iniziamo in casa nostra martedì, siamo pronti e metteremo tutto quello che abbiamo in campo”.

Julio Velasco (allenatore Azimut Leo Shoes Modena): “Non entro sui fatti di Perugia: come sempre mi auguro che ci siano i giocatori della squadra avversaria, non spero mai che manchi qualcuno per squalifica o infortunio. Noi dovremo pensare a noi, tutto qui, pensare a giocare una grande partita contro una grande squadra, è stata una settimana strana, senza match in mezzo, abbiamo tantissima voglia di fare qualcosa di grande. È fondamentale iniziare a ritmo altissimo, io ne ho viste di tutti colori nei Play Off, saranno partite ognuna con una storia diversa e imprevedibile”

 

Itas Trentino – Cucine Lube Civitanova
Arbitri: Simbari-Goitre

TRENTO – Sono 64 i faccia a faccia tra i due team, con un bilancio di 31 successi gialloblù e 33 biancorossi. Quest’anno i cucinieri hanno prevalso sull’Itas in Regular Season e in Coppa Italia, ma hanno perso la Finale del Mondiale per Club. Ben 8 i precedenti ai Play Off con 5 vittorie della Lube, di cui 4 in Finale, e 3 successi degli ospiti in Semifinale. Trento canalizza le energie per inseguire un triplete dopo le imprese al Mondiale per Club e in CEV Cup.

Reduci dal passo falso a Padova in gara 2 dei Quarti, gli uomini di Lorenzetti sono stati bravi a rialzarsi grazie una prova a trazione anteriore con protagonisti Kovacevic (a 1 gara dalle 200 in carriera) e Russell (a – 17 punti dai 1500 in carriera). Buon momento per i cucinieri, vittoriosi in 2 match su Verona e pronti a farsi valere nella Finale di Champions a Berlino.

HANNO DETTO

Davide Candellaro (Itas Trentino): “Cercheremo di giocarci questa serie con Civitanova a viso aperto, cominciando già da gara 1. Rispetto alle ultime partite giocate dovremo cercare di essere un po’ più sciolti, dimenticando che ognuna di queste vale molto. Affrontare gli impegni senza pensare troppo a quello che valgono potrebbe farci bene, soprattutto contro un avversario che sa mettere molta pressione come la Cucine Lube”.

Ferdinando De Giorgi (allenatore Cucine Lube Civitanova): “ Sarà una serie di sfide impegnative contro Trento, una squadra che ha dimostrato grande valore e che ha fatto ottimi risultati nel corso di questa stagione. Iniziamo gara 1 pronti e con grande voglia di fare risultato anche se bisognerà pensare una partita alla volta. Il primo impegno sarà come sempre è stato contro Trento una grande battaglia e se vorremo superare la serie dovremo vincere almeno una volta a casa loro. Ma noi, come loro, siamo abituati a questo tipo di gare indipendentemente da dove si gioca. Il campo quest’anno ha detto che contro trento abbiamo vinto tre volte e persa una: sono sempre state gare combattute, e non trovo differenze enormi. Certamente entrambe le formazioni si portano dietro le proprie idee di gioco, ma ogni gara Play Off andrà anche interpretata al momento, quindi sono convinto che alla fine la differenza la farà la qualità del gioco, e come verranno fatte tecnicamente le cose”.

Sostieni Volleyball.it