Superlega: Vibo Valentia torna a fare la voce grossa: 3-1 su Milano

Nella sfida calda per definire le posizioni dei primi piani Vibo torna a sorridere con una bella prova corale esaltata da Defalco. Milano si perde nelle fasi finali del terzo set dopo tre parziali giocati punto a punto

766
Defalco vs muro Mllano

Recupero 3. giornata di ritorno
Tonno Callipo Vibo Valentia – Allianz Powervolley Milano 3-1 (25-21, 18-25, 25-22, 25-12)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Saitta 2, Rossard 14, Chinenyeze 10, Drame Neto 16, Defalco 23, Cester 10, Sardanelli (L), Rizzo (L), Chakravorti 0, Corrado 1, Almeida Cardoso 0. N.E. Dirlic, Gargiulo. All. Baldovin.
Allianz Milano: Daldello 1, Urnaut 14, Kozamernik 11, Patry 2, Ishikawa 10, Piano 6, Staforini (L), Sbertoli 0, Pesaresi (L), Maar 10, Weber 1, Basic 1. N.E. Mosca, Meschiari. All. Piazza.
ARBITRI: Canessa, Cesare.
NOTE – durata set: 28′, 27′, 29′, 22′; tot: 106′.

VIBO VALENTIA – La Tonno Callipo Vibo Valentia vince il recupero della 3. giornata di ritorno contro l’Allianz Milano che è alla quinta sconfitta consecutiva in Superlega, 4 post covid. Gara super equilibrata per tre set, decisivi pochi palloni. Un set per parte in avvio di gara (dal secondo Milano ha cambiato assetto tattico riproponendo l’assetto già visto contro la Lube con un martello al posto dell’opposto, il ritrovato Patry, e le posizioni invertite tra schiacciatori e centrali) poi nel terzo ha prevalso la maggior freschezza dei padroni di casa capaci di giocare con una ricezione ad altissimo livello che ha permesso a Saitta di distribuire al meglio a tutti i compagni. Il quarto set è un monologo giallorosso con Defalco a meritarsi i gradi di top scorer e consolidare il 4° posto.

PIU’ E MENO – Vibo Valentia vince il confronto in attacco (57% vs 47%) con il 75% nel 4° set. Ricezione 62% di positiva contro il 59% di Milano. Powervolley al 90% nel secondo set, Vibo al 70% nel 3° decisivo set. Al servizio la partita è tutta di Milano: 3 ace e 8 errori, contro i 5 ace dei padroni di casa ma ben 19 errori. A Muro Milano ne sigla 8, 7 Vibo. A livello individuale serata da incorniciare per Defalco con 23 punti personali, 69% in attacco, 0 errori, 1 solo muro subito, 67% di ricezione positiva, 2 ace, 1 muro. Meno brillante del solito Rossard, 14 punti, 41% in attacco, 3 muri subiti, 3 errori, 4 battute sbagliate, ma tanto lavoro di seconda linea in ricezione 57% di positiva su 30 palloni sul suo bagher. Milano ha solo Kozamernik sopra al 50% in attacco: 8 su 9, zero palloni negativi, 89% più 2 muri  e 1 ace. Opache le prestazioni del resto della squadra.

SESTETTI – Vibo Valentia con Saitta in regia, Drame Neto “Abouba” opposto, Rossard e Defalco in posto 4, Chinenyeze e Cester centrali, Rizzo libero. Milano ancora senza Sbertoli al top schiera Daldello in regia, opposto titolare torna Patry, Ishikawa e Urnaut in posto4, Piano e Kozamernik centrali, Pesaresi libero.

LA PARTITA – Primo set equilibratissimo in avvio: punto a punto fino all’8-8, qui il primo break per i calabresi. Doppio cambio Milano con Sbertoli e Weber che entrano a metà set. Vibo Valentia strappa il primo vantaggio importante sul 19-17 con Defalco caldissimo, già 5 punti per lui. Cester intercetta, Defalco poi firma l’ace del 21-17. Kozamernik invitato da Sbertoli riduce: 21-18, nuovo doppio cambio, rientrano Patry e Daldello. Kozamernik ancora vincente, errore di Rossard in difficoltà in questo avvio di gara: 22-20. Vibo tiene in mano la gara, un errore di Milano al servizio (Kozamernik, 6 punti nel set) poi il muro di Abouba (6 punti per lui) su Ishikawa chiude il set 25-21.
C’è Maar in campo, Patry ha un solo set nelle gambe dopo il lungo stop. Ancora tanto equilbrio nel secondo set fino al 6-6. Con Maar al servizio (Milano non regala errori dai nove metri nel parziale), Kozamenik va a murare a uno in posto 2 e ferma Defalco: 6-7. Milano sistema muro (5 vincenti nel set) e difesa, Vibo forza al servizio, falloso (5 nel primo set, già 4 sin qui, 8 alla fine): 10-12. Allunga Milano: 13-17, Maar picchia come un fabbro, Vibo si scompone: 14-19, Baldovin chiede time out ma Urnaut è positivissimo: l’attacco di Milano passa dal 46% del 1° set al 60%. Piazza fa rifiatare i suoi: doppio cambio con Sbertoli e Basic a entrare. Per i servizi Baldovin dà spazio anche a Corrado e Almeida. Milano non demorde e tiene il set ben stetto in mano. Si chiude con una battuta abbondantemente out di Abouba: 18-25.
Entra in partita Rossard: tre punti consecutivi in attacco, 1 ace: 8-7 Vibo.  Il set è equilibrato come i precedenti (attacco 58% a 54%). Una invasione di Rossard e un muro subito dal francese valgono il break per Milano: 18-19. Saitta di prima intenzione: 19-19. Doppio cambio Sbertoli-Basic per Ishikawa-Daldello nelle file di Milano. C’è un’altro muro su Rossard: 19-20, poi Urnaut con una palletta da 4 firma il 20-21 Sembra che la Powervolley possa conquistare il parzale, invece non è finita. Vibo ha un moto d’orgoglio e con Abouba firma la parità: 21-21. Dal 22-22, sul turno di battuta di Chinenyeze, Cester in contrattacco, una invasione di Maar (7 punti per lui nel set) e Defalco valgono il 25-22. Spicca la ricezione dei padroni d casa al 70% di positiva.
Vibo Valentia riprende fiducia. Muri, difese, attacchi: è 10-4 con Defalco che è tornato a incidere nel match. Sono già 20 i punti per lui sin qui. Abouba pennella in parallela, Chinenyeze mura Piano: 16-7, Milano è uscita dalla partita. Chinenyeze firma l’ace del 21-10 in parallela alla sinistra di Urnaut. De Falco in contrattacco firma il 22-10. Il set si chiude 25-12, muro di Cester.

HANNO DETTO
Fabio Lini
, d.s. Milano “Abbiamo giocato tre set alla pari con Vibo, dove la differenza l’ha fatta qualche pallone, mentre nel quarto set eravamo un po’ scarichi di energie. Non posso nascondere che volevamo uscire da Vibo con un risultato diverso. Questa è la quinta sconfitta se sommiamo quella pre Covid. Non ci sono scuse, dobbiamo fare di più e dobbiamo riuscire a portare a casa dei punti da queste partite. Ci sono delle situazioni che dobbiamo provare a gestire meglio, delle occasioni che a volte non sfruttiamo. È un peccato, ma sia i ragazzi che lo staff sono sicuro che ne sono consapevoli. Il tempo però ora si sta riducendo e noi abbiamo necessità di portare a casa punti e prestazioni di un livello superiore“.
Davide Saitta (palleggiatore Tonno Callipo Calabria): “E’ stata una vittoria importante anche se c’è ancora da migliorare. In particolare le nostre difficoltà sono emerse quando nel secondo set Milano ha alzato il proprio livello di gioco e ha cambiato formazione schierando Maar per Patry. C’è servito un po’ di tempo per prendere le contromisure. Il terzo parziale è stato invece la chiave della partita: siamo stati sempre avanti grazie ad una buona difesa e a un buon turno in battuta di Chinenyeze. Rispetto a qualche prestazione precedente abbiamo perso un po’ di smalto a causa forse di una certa stanchezza che a questo punto del torneo è fisiologica. Dobbiamo accettarlo e fare fronte alle prossime quattro decisive partite, ad iniziare da Monza martedì prossimo saranno tutte delle finali. Il nostro obiettivo resta quello di mantenere il nostro quarto posto“.

LA CLASSIFICA AGGIORNATA
Sir Safety Conad Perugia 46 (18)
Cucine Lube Civitanova 41 (17)
Itas Trentino 38 (18)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 34 (18)
Vero Volley Monza 27 (16)
Gas Sales Bluenergy Piacenza 27 (18)
Leo Shoes Modena 26 (17)
NBV Verona 22 (17)
Allianz Milano 21 (16)
Consar Ravenna 13 (17)
Kioene Padova 12 (18)
Top Volley Cisterna 5 (18)
(n) numero gare giocate

Sostieni Volleyball.it