Superlega: Vincono anche Trento e Vibo Valentia

MODENA – Le altre di Superlega. Vincono Trento e Vibo Valentia

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Itas Trentino 0-3 (20-25, 21-25, 16-25)
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Radke 2, De Barros Ferreira 7, Caneschi 4, Miskevich 8, Van Tilburg 5, Di Martino 6, Sorgente (L), Alfieri 0, Fey 0, Grozdanov 4, Mauti (L), Scopelliti 0. N.E. Battaglia. All. Colucci.
Itas Trentino: Giannelli 6, Russell 9, Lisinac 10, Vettori 10, Cebulj 9, Candellaro 5, De Angelis (L), Grebennikov (L), Sosa Sierra 1. N.E. Kovacevic, Djuric, Daldello, Codarin. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Brancati, Luciani.
NOTE – durata set: 26′, 29′, 24′; tot: 79′. Spettatori: 724. MVP: Russell.

Al PalaCoccia di Veroli l’Itas Trentino prosegue positivamente il suo cammino in Campionato difendendo il quarto posto in classifica dall’assalto di Milano in vista della qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia 2020.

Con il successo in 3 set contro la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, i gialloblù si riscattano dello scivolone del turno precedente, mentre i padroni di casa chiudono il loro girone d’andata senza incrementare la classifica. Nella giornata valida per la 12a di andata, che in realtà per Sora è quella del giro di boa dopo aver anticipato lo scorso 23 ottobre a Civitanova la 13a, l’avversario si è dimostrato ostico.

In ogni caso, il sestetto di coach Colucci, rivisitato con Van Tilburg in posto 4, ha messo in difficoltà il cambio palla trentino mancando però nella fase break. Le aperture di set sono state tutte di marca sorana, ma alla distanza sono sempre venuti fuori i gialloblù.

SESTETTI – Colucci si affida a un sestetto rivisitato, quello formato dalla diagonale Radke-Miskevich, dai centrali Caneschi e Di Martino, dalle bande Joao Rafael e Van Tilburg, con Sorgente libero in ricezione alternato con Mauti in difensiva. Lorenzetti propone Giannelli in cabina di regia opposto a Vettori, Candellaro e Lisinac in posto 3, Cebulj e Russell a martellare in posto 4, e Grebennikov libero.

LA GARA – La prima a dare continuità è Sora con il parziale positivo di 4-0 per l’11-9. Trento va subito al contro break per il 12-14 e poi si concede la seconda accelerata che segna il 15-19. La panchina locale inserisce Fey per Van Tilburg e Grozdanov per Miskevich, ma neanche con il nuovo assetto la Globo riesce a ricucire lo strappo andando al cambio campo al 20-25. Sora parte bene nel secondo set (9-5), ma col passare degli scambi l’offensiva bianconera perde quota e fatica a finalizzare. Sul 16-14 l’Itas piazza un break di 5-0 che la porta sul +3 (16-19). Gli ospiti poi chiudono 21-25. Nel terzo set Sora lotta con il coltello tra i denti (9-9) e resta in corsa fino al 13-15, ma al cambio palla, con Lisinac al servizio a firmare 2 ace, i gialloblù spaccano definitivamente il parziale (13-20) e chiudono il match con il punto del 16-25.

——————

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Vero Volley Monza 3-2 (25-21, 18-25, 25-16, 23-25, 15-11)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Baranowicz 1, Defalco 15, Chinenyeze 10, Drame Neto 20, Carle 13, Mengozzi 13, Sardanelli (L), Rizzo (L), Vitelli 0, Hirsch 2, Marsili 0, Ngapeth 1. N.E. Armenante, Pierotti. All. Cichello.
Vero Volley Monza: Orduna 0, Louati 17, Galassi 2, Kurek 18, Dzavoronok 17, Beretta 7, Calligaro 0, Sedlacek 1, Yosifov 7, Goi (L), Federici (L). N.E. Capelli. All. Soli.
ARBITRI: Zanussi, Giardini.
NOTE – durata set: 31′, 28′, 24′, 33′, 18′; tot: 134′. Spettatori: 1.181. Incasso 4.570 euro. MVP: Rizzo.

Un pomeriggio di festa al PalaValentia per il ritorno della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nel proprio palazzetto e per il successo al tie break contro la Vero Volley Monza. Spalti colorati di giallorosso ed entusiasmo alle stelle. I tifosi calabresi, che hanno potuto ammirare i propri beniamini nella casa naturale dopo quasi nove mesi di assenza, non hanno risparmiato voce e fiato per sostenere Baranowicz e compagni, grintosi in campo per oltre di due ore di battaglia sportiva. Successo sul filo di lana per la Callipo per due volte avanti e sempre raggiunta prima del capolavoro nel quinto set con la squadra di Cichello spinta da un Aboubacar strepitoso e dalle difese del libero Rizzo (MVP). Apprezzabile anche il servizio della Callipo (7 ace finali) che ha messo spesso in difficoltà la ricezione di Monza, alla fine crollata per la maggiore potenza degli attacchi dei calabresi. In evidenza Carle e Defalco, decisivi nei set vinti, oltre al solito Mengozzi che ha registrato 13 punti nel tabellino. Per gli ospiti positive le prestazioni di Kurek, Dzavoronok e Louati che hanno tenuto a galla la barca lombarda fino alla fine. Prima della gara sono stati consegnati gli attestati di partecipazione agli istituti che hanno aderito al progetto scuola. Sette i plessi scolastici coinvolti.

Sostieni Volleyball.it