Tokyo2020: Beach volley. Carambula-Rossi secondo ko, 0-2 con il Qatar. Venerdì l’ultima chance

857

Cherif-Ahmed – Rossi-Carambula 2-0 (24-22, 21-13)
Cherif-Ahmed – Punti in attacco: 27 (16 Cherif, 11 Ahmed); Aces: 0; Battute sbagliate: 4; Muri vincenti: 6; Errori totali: 7.
Rossi-Carambula – Punti in attacco: 23 (16 Rossi, 7 Carambula); Aces: 1; Battute sbagliate: 4; Muri vincenti: 4; Errori totali: 12.
Arbitri: Padron (Spa) e Carvalho (Por)
Durata Set: 24’, 16’.

TOKYO – Seconda sconfitta per i beachers italiani Carambula-Rossi che perdono anche con i qatarini Cherif-Ahmed 2-0 (24-22, 21-13)
Contro i numeri 1 del ranking mondiale gli atleti dell’Aeronautica Militare hanno disputato un grande primo set, conducendo sempre il gioco (15-13). La formazione tricolore ha imposto il proprio ritmo fin sul (20-18), ma al momento di chiudere ha sprecato delle buone occasioni (20-20). Dopo altre due chances non concretizzate, la palla set è capitata a Cherif-Ahmed che non hanno sbagliato (22-24).
Il parziale perso ha pesato sulle spalle della coppia italiana, che al ritorno in campo ha perso subito contatto (2-6). Adrian ed Enrico non sono riusciti a replicare le buone cose del primo set e i numeri 1 al mondo hanno chiuso i conti sul (13-21).

Per proseguire l’avventura olimpica Rossi-Carambula dovranno battere nell’ultimo match della pool C gli svizzeri Heidrich-Gerson (30 luglio, ore 3 italiane): entrambe le coppie sono a quota zero successi e chi vincerà accederà agli spareggi per gli ottavi “lucky loser match”.

HANNO DETTO

ADRIAN CARAMBULA: “Il rimpianto è per il primo set, avevamo la grande opportunità di vincerlo e invece non lo abbiamo fatto. Questo ha pesato molto nel secondo parziale e contro i numeri uno al mondo non te lo puoi permettere. Sono contento del primo set, perché siamo stato in campo bene e per lunghe fasi abbiamo condotto il gioco. Purtroppo non abbiamo chiuso quella palla e queste sono partite così”.
ENRICO ROSSI: “Quando noi ci esprimiamo sui nostri livelli siamo quelli del primo set, capaci di mettere in difficoltà chiunque, compresi i numeri uno del ranking mondiale. Adesso diventa molto dura, ma in vista dell’ultimo decisivo match dobbiamo ripartire dalle cose positive che si sono viste questa sera. Sappiamo che con una vittoria possiamo continuare la nostra avventura in questo torneo meraviglioso, quindi da domani concentrati al massimo sulla gara di venerdì”.

 

Sostieni Volleyball.it