Tokyo2020: Davide Crescentini, arbitro italiano nel beach volley

213

TOKYO – Dalla spiaggia di Copacabana alla Shiokaze Park di Tokyo, cinque anni dopo sarà ancora Davide Crescentini l’arbitro italiano designato per il torneo olimpico di beach volley.
Una conferma importante e prestigiosa che premia il fischietto azzurro, da molti anni chiamato spesso a dirigere i match più significativi del panorama internazionale, tra i quali la finale Mondiale femminile 2011 e la finale maschile per la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016.
La designazione di Crescentini da parte della FIVB è un’ulteriore testimonianza del lavoro portato avanti dal settore arbitrale beach volley della FIPAV.

CURRICULUM – Davide Crescentini è nato a Forlì il 3 novembre 1981. Dopo quindici anni di esperienza nel World Tour e altrettanti nel circuito nazionale è alla seconda designazione per i Giochi Olimpici dopo “l’esordio” a Rio de Janeiro nel 2016 dove ha arbitrato la finale maschile per il bronzo.
Nominato arbitro internazionale nel 2008, ha diretto circa 1500 partite nel circuito mondiale, quattro sono le sue partecipazioni ai Campionati del Mondo: Roma 2011, Amsterdam 2015, Vienna 2017 e Amburgo 2019.
I match più importanti arbitrati: Campionati del Mondo: Roma 2011 (Finale 1°-2° posto femminile); Giochi Olimpici Rio de Janeiro 2016 (Finale 3°-4° posto maschile).

 

Sostieni Volleyball.it