TRENTO – Emozioni, ricordi, sorrisi, musica e tanti applausi. Sono stati questi i cinque fattori principali che hanno caratterizzato la serata di presentazione della nuova Itas Trentino.

Un momento meno tradizionale del solito, vuoi per la location (la BLM Group Arena, che per una notte ha vestito i panni di un teatro gremito in ogni ordine di posto da oltre 3.300 spettatori), vuoi per i contenuti proposti per l’evento.

L’appuntamento, realizzato da Trentino Volley come ogni anno per inaugurare col proprio pubblico la nuova stagione, ha infatti regalato tanti momenti particolari e talvolta anche toccanti, che hanno sorpreso positivamente il foltissimo numero di presenti.

La celebrazione dei venti anni di attività del Club cinque volte Campione del Mondo è passata per una serie di suggestivi filmati emozionali, che hanno proposto via via tutte le vittorie e le maglie delle prime diciannove stagioni ma soprattutto è passata per le parole di Leondino Giombini. Il primo giocatore che nel 2000 decise di sposare la causa trentina, contribuendo in maniera decisiva alla sua permanenza in Serie A1 al termine del primo campionato della storia del Club, è stato accolto sul palco da un vero e proprio boato e ha riservato pensieri pieni di stima e gratitudine alla sua Trento. “E’ una città ed un ambiente che resterà sempre nel mio cuore, anche perché qui sono nati due miei figli – ha ammesso il “Giombo” – ; ho visto questa Società partire da zero e questo palazzetto dello sport ancora in costruzione; diciannove anni fa conquistammo una salvezza importantissima per dare linfa a questa passione. Grazie a tutti per l’invito, è stata un’occasione speciale”.

Le nuove maglie da gioco di Trentino Volley

Legata al passato anche una delle tre nuove maglie da gioco; la terza divisa, quella volutamente definita “celebrativa”, è stata fra l’altro presentata proprio da Giombini e offre evidenti richiami a quella gialloblù utilizzata dall’opposto marchigiano nella stagione 2000/01. Trentino Volley la indosserà in occasioni assolutamente particolari. Ma nella serata di presentazione c’è stato soprattutto spazio per la nuova Itas Trentino, che il Presidente Diego Mosna ha voluto vestire personalmente con la divisa storica, chiedendo a tutti di onorarla in ogni occasione. 

“E’ bellissimo vedere questa sera, nel giorno in cui inauguriamo la nostra ventesima stagione, tanto pubblico e tanta passione per questi colori – ha spiegato -. Domenica a Ravenna iniziamo un nuovo campionato, la squadra è assieme solo da poche ore ma siamo carichi di entusiasmo”.

Angelo Lorenzetti ha invece presentato così la stagione che comincia domenica. “Vogliamo arrivare in fondo alle competizioni a cui prenderemo parte, giocandoci tutte le nostre carte. L’obiettivo? E’ quello di fare la doccia dopo l’ultima partita col sorriso in volto”. 

Spazio ed applausi poi ai giocatori, protagonisti del momento più atteso. Kovacevic, Lisinac e Giannelli gli ultimi a salire sul palco, prima di lasciare spazio ai “The Kolors”, che hanno offerto oltre un’ora di concerto facendo ballare e cantare tutti i presenti non solo sulle note delle loro hit più note come “Everytime”, “Frida” o “Pensare male”, ma anche con tutti gli altri pezzi del loro repertorio, a cominciare dal nuovo singolo “Los Angeles”. 
Una serata che è già entrata nella storia della Società e della Città, alzando nel migliore dei modi il sipario sulla nuova stagione; da domenica a Ravenna il palcoscenico diventa il campo da gioco.