Trento: Giannelli volta pagina. “A Latina per tornare subito a correre”

306

TRENTO – Ripresa dell’attività già nel pomeriggio di ieri per l’Itas Trentino. All’indomani della sconfitta per 1-3 a Modena nel derby dell’A22, i gialloblù sono infatti tornati ad allenarsi alla BLM Group Arena, sostenendo una sessione differenziata di pesi e tecnica individuale, che ha coinvolto maggiormente i giocatori non utilizzati durante la partita giocata in Emilia. Il prossimo impegno in regular season SuperLega Credem Banca 201/20 è in calendario già per domani, mercoledì 27 novembre a Cisterna di Latina, località che i Campioni del Mondo raggiungeranno nella serata di martedì dopo una trasferta da coprire interamente in treno.

“Vogliamo tornare subito a correre, per metterci alle spalle le due sconfitte rimediate nella scorsa settimana e soprattutto per muovere la nostra classifica. Restare nelle prime posizioni è fondamentale anche in funzione del tabellone dei quarti di finale di Coppa Italia – ha sottolineato il capitano dell’Itas Trentino Simone Giannelli – . Per farlo dovremo giocare una grande partita dal punto di vista della mentalità, che poi è il fattore che fa la differenza in un campionato come questo, dove qualsiasi squadra sa giocare un’ottima pallavolo. Latina ha saputo già mettere in difficoltà compagini come Modena e Perugia e sicuramente non ci regalerà nulla. Servirà umiltà e concentrazione”.

“Le sconfitte possono essere salutari se riescono ad insegnarci qualcosa – ha proseguito il regista gialloblù -. Da questo punto di vista le due battute d’arresto fatte registrare negli ultimi quattro giorni ci hanno detto tanto, anche perché sono arrivate con modalità differenti. A Modena secondo me abbiamo giocato bene e ci è mancato pochissimo per riuscire a portare il match al tie break. Credo che il rammarico stia solo nel risultato finale che ci ha penalizzato forse troppo rispetto a quanto abbiamo fatto. Mercoledì scorso con Padova, invece, abbiamo qualche responsabilità in più perché non siamo riusciti a tenere in mano le redini del gioco sino in fondo come invece avremmo potuto fare sia dopo il primo set, sia nel tie break a coronamento di una bella rimonta operata nel quarto parziale. E’ passato solo un mese dall’inizio del campionato, abbiamo disputato tantissime partite ma in realtà siamo insieme da poco tempo e abbiamo ampi margini di miglioramento. Il lavoro non ci manca e non ci spaventa”.

Sostieni Volleyball.it