Tricolore 2×2: 5° anno di finali a Catania. Forfeit dell’ultima ora per Lupo e Nicolai

183

CATANIA – È cominciata ufficialmente la 25a edizione del Campionato Italiano Assoluto di beach volley in programma a Catania da oggi a domenica 2 settembre, che vede la partecipazione di 64 iscritti (32 nella categoria maschile e altrettanti in quella femminile).

Questa mattina si è tenuta la presentazione ufficiale che ha visto gli interventi del sindaco di Catania Salvo Pogliese, del presidente nazionale della Fipav Bruno Cattaneo, del presidente e promoter del Comitato organizzatore Michele Gualtieri (presidente dell’ASD Le Capannine), dell’assessore comunale allo Sport Sergio Parisi, del coordinatore dell’attività territoriale Fabio Galli e del presidente regionale Fipav Giorgio Castronovo,

Presenti anche il segretario generale della Fipav Alberto Rabiti, il vice presidente regionale Maurizio Ragusa, il general manager delle squadre nazionali di beach volley Gigi Dell’Anna, il presidente provinciale Coni nonché direttore generale del torneo Enzo Falzone, oltre agli altri componenti del Comitato.

VIDEO INTERVISTE

Salvo Pogliese (sindaco di Catania): “Ospitare per 5 anni consecutivi una manifestazione di questo genere è per la città di Catania, motivo di grande orgoglio. che porta benefiche ricadute in termini turistici, economici, sociali. Il Comune di Catania sarà al fianco di realtà imprenditoriali e sportive che realizzano eventi di grande qualità. nonostante le difficoltà economiche ereditate, che sono note a tutti, stiamo facendo il massimo per attuare le giuste soluzioni. Stiamo studiando un programma sportivo per i prossimi mesi. Daremo supporto e valuteremo una premialità importante a chi saprà organizzare eventi di qualità che comportano ospiti e turisti per la città etnea”.

Bruno Cattaneo (presidente nazionale Fipav): “È una giornata importante in un periodo di grande lavoro per la Federazione, ma anche di grandi soddisfazioni, visto che fra pochissimi giorni avrà inizio il campionato del mondo in cui l’Italia recita un ruolo da protagonista. Venendo ai nazionali di beach, rappresentano un grande riconoscimento da parte della Federazione per Catania: stiamo proponendo una formula che coniughi sport e spettacolo con un grande livello tecnico. Dall’anno scorso abbiamo rivisitato il format del campionato. L’obiettivo, a mio avviso raggiunto, è che siano eventi di sport di grande livello”.

Michele Gualtieri (promoter Comitato organizzatore): “Siamo orgogliosi di ospitare per il quinto anno di fila una finale nazionale di questa importanza. Nel frattempo programmiamo anche il futuro, perché Le Capannine sono aperte a tutti gli sport che hanno a che fare con la spiaggia e col mare. Abbiamo ospitato per due anni di fila l’evento “Un mare di sport” e ci prepariamo a portare a Catania la Champions Cup di beach handball. Per noi lo sport ha anche una valenza sociale, educativa ed economica, visto l’indotto che genera. Vogliamo creare attività promuovendo lo sport anche in inverno”.

Sergio Parisi (assessore comunale allo Sport): “Catania è sempre protagonista e vanta risultati in tante discipline. La classe dirigente sportiva siciliana lavora bene con passione e scommette portando a casa grandi risultati. Il Centro federale Le Capannine è per Catania un impianto aggiunto a quelli comunali, che dà l’opportunità di potersi allenare tutto l’anno. Il Comune di Catania e l’assessorato allo Sport, come ha già spiegato il sindaco, sta studiando un cartellone di eventi sportivi per i prossimi mesi. Alla struttura de Le Capannine va un plauso convinto per la validità nell’organizzazione di eventi sportivi di qualità”.

Fabio Galli, coordinatore dell’attività territoriale “È la tappa più importante: quella che assegna gli scudetti. Saranno presenti 64 coppie, le migliori italiane. Mancherà purtroppo la coppia di punta formata da Lupo e Nicolai. Quest’ultimo infatti ha riportato un’infrazione al pollice, e deve stare fermo per qualche settimana. Sono cose che succedono, ci auguriamo di avere la coppia l’anno prossimo. A Catania ci sentiamo a casa, da sempre, anche quando non era la tappa delle finali”.

Giorgio Castronovo (presidente regionale Fipav): “Il rapporto con le Istituzioni è imprescindibile per aumentare il numero delle manifestazioni sportive, e per realizzarle di buon livello. Le Capannine sono una location ideale per il beach che per certi versi è nato qui. È un biglietto da visita importante che ormai sottolinea la valenza del nostro territorio in questa disciplina”.

Sostieni Volleyball.it