Turchia F.: L’Eczacibasi la spunta 15-13 al tie-break. Lo scudetto si decide a gara 5

27 punti per Boskovic in gara 4

Finale 1°-2° posto: Gara 4 (2 maggio)
Eczacibasi VitrA Istanbul – Vakifbank Istanbul 3-2 (25-16, 18-25, 25-23, 21-25, 15-13) Serie: 2-2
Eczacibasi: Alikaya Kilic 2, Larson 19, Arici 3, Boskovic 27, Kim Yeon-Koung 18, Cansu Kilicli 6, Akoz (L); Onal 0, Ismailoglu 0, Gibbemeyer 0, Dilik 0, G. Yilmaz 0, Atlier 0. Non entrata: Bagci (L). All: Motta.
Vakifbank: Ozbay 1, Robinson 16, Rasic 3, Karakurt 9, Zhu Ting 27, Akman Caliskan 13, Orge Guner (L); Gulubay 1, Di Iulio 1, Gunes 4. Non entrate: Aykac (L), Gurkaynak, Cebecioglu, Senoglu. All: Guidetti.

ISTANBUL – Si ferma a 2 punticini dal traguardo (sul 12-13 del tie-break) il Vakifbank di Guidetti e Di Iulio. Dopo una partita decisamente più appassionante e combattuta di gara 2 e gara 3 l’Eczacibasi si salva in extremis trascinata dai 6 punti di Boskovic nel 5° set. Lo scudetto si deciderà dunque domenica in gara 5.

PIU’ E MENO – Ancora alti e bassi per Boskovic (27 punti, 40% di vinc. e 27% di eff. in att.) che però è come detto decisiva nel tie-break: 6 punti, 5 su 7 in att. (0 err., 0 mur.), 1 ace. Rispetto alle ultime partite sale decisamente il rendimento di Larson (19 punti, 52% di vinc. e 39% di eff. in att., 2 ace), mentre nel Vakifbank calano Karakurt (stavolta 0 ace e ben 5 errori, solo 38% di vinc. e 19% di eff. in att.) e Zhu Ting, oggi su numeri umani (41% di vinc. e 29% di eff. in att.). Alti e bassi per Kim (18 punti, 39% di vinc. e 29% di eff. in att., 1 muro e 1 ace), decisiva nel 3° set con 8 punti e il 64% in attacco.

SESTETTI – L’Eczacibasi conferma Alikaya Kilic in regia, Boskovic opposta, Larson e Kim in banda, Cansu Kilicli ed Arici al centro (però a posizioni invertite rispetto a gara 3) ed Akoz libero. Non cambia Guidetti che lascia ancora fuori dalle 14 Sloetjes (in panchina c’è al suo posto Di Iulio) e schiera dunque Ozbay-Karakurt; Zhu Ting-Robinson; Rasic-Akman Caliskan (preferita a Gunes) ed Orge libero.

LA PARTITA 
1° set: Parte bene l’Eczacibasi: contrattacco di Kim (2-0), contrattacco di Boskovic (3-0), errore di Rasic (4-0), muro di Cansu su Zhu Ting (5-0) e attacco out di Karakurt (7-1). Boskovic concede il 7-3, poi un break point per parte col muro di Alikaya su Robinson (10-4) e l’ace di Akman su Akoz (10-6). Dopo il time out tecnico si riparte con l’ace di Larson su Zhu Ting (13-7) ed un comodo contrattacco per Kim: 14-7. Brutto primo set per il Vakifbank che attacca out con Zhu Ting (1 su 12 in att. e -25% di eff. nel set per la cinese): 16-8. Il finale di parziale non inverte la tendenza nonostante i cambi di Guidetti e l’Eczacibasi chiude sul 25-16 con Boskovic dopo aver toccato anche il +11 sul 23-12.

2° set: Si procede punto a punto sino all’8-8 poi come spesso accaduto nella serie l’Eczacibasi subisce il turno di battuta di Karakurt: errore in palleggio di Alikaya (8-10), contrattacco di Robinson (8-11), muro di Akman su palla bassa per Kim (8-12), contrattacco di Zhu Ting (8-13). Motta si gioca il doppio cambio con Dilik ed Yilmaz. Un muro di Arici su Robinson (11-14) riavvicina l’Eczacibasi. Sul 12-15 tornano Alikaya e Boskovic. Larson va a segno in contrattacco (13-15) ed entrano Di Iulio e Gunes per Karakurt e Rasic. Il Vakifbank riallunga sul turno di battuta di Ozbay: contrattacchi per Zhu Ting (13-17), Di Iulio (13-18 e dentro Atlier per Arici) e ancora Zhu Ting (13-19). E’ il break decisivo. L’Eczacibasi non reagisce e ancora Zhu Ting chiude il set sul 18-25. Riscatto della cinese: 9 su 12 in att. con 0 err. e 0 murate nel set.

3° set: Resta Atlier per Arici. Si arriva al 6-6 con 2 break point per parte, poi l’Eczacibasi tenta la fuga: contrattacco in pipe di Kim (8-6), ace di Alikaya (9-6), contrattacco di Boskovic (10-6). Karakurt accorcia le distanze (11-9), Boskovic le ristabilisce: 13-9. L’Eczacibasi supera indenne il turno di battuta di Karakurt che sbaglia (15-11). Dal 17-13 parte la rimonta del Vakifbank: errore in battuta di Alikaya (17-14), errore in attacco di Boskovic (17-15), contrattacco di Zhu dopo difesa su Larson (17-16). L’Eczzacibasi sembra resistere, ma il pari arriva a quota 21 quando Akman mura Larson. Boskovic vince un fondamentale scambio prolungato (22-21), mentre Zhu va sorprendentemente lunga da posto 6: 23-21. Larson tiene il break di vantaggio (24-22) e Boskovic chiude alla seconda palla set da posto 4: 25-23. 8 punti a testa nel set per Kim e Zhu Ting.

4° set: Sull’onda dell’entusiasmo Boskovic ne infila altri due (2-0) e poi Cansu mura Karakurt: 4-1. Il muro di Akman su Boskovic rimette in carreggiata il Vakifbank (4-3) che pareggia su un errore della serba: 5-5. L’Eczacibasi riallunga con un ace di Larson su Orge (9-7) ed un contrattacco di Kim (12-9), ma gli errori in ricezione di Akoz (14-13) e Kim (14-14) sul servizio di Akman riportano il set in parità. Dal 13-10 c’è Di Iulio per Karakurt e dal 14-12 Gunes per Rasic.Boskovic fatica da posto 4 ed il Vakifbank passa avanti con Robinson (15-16) e Gunes (15-17) che poi nega anche il pari alla serba con un gran muro: 17-19. Kim sparacchia out il 18-21, ma la coreana si rifà con un ace su Robinson: 20-21. Akoz difende su Zhu Ting e Larson pareggia: 21-21. Zhu fa ripartire il Vakif (21-22) che vince il set col muro di Ozbay su Larson (21-23), un fallo di seconda linea di Boskovic (21-24) ed un attacco out di Larson: 21-25.

5° set: Vakifbank con Di Iulio e Gunes dall’inizio. Subito scambi prolungati vinti da Zhu Ting (0-1) e Robinson (0-2). Boskovic pareggia con 2 punti consecutivi (3-3) e mette anche il 4-4. Risponde Zhu Ting: 4-5 e 4-6. Sul 5-6 dentro Ismailoglu e Gibbemeyer per Kim e Atlier. Ancora 2 di distacco al cambio di campo (6-8), ma diventano 3 con l’ace di Akman su Ismailoglu: 6-9. Tornano Kim ed Atlier. Esce d’un soffio la battuta di Larson (7-10), ma è out la pipe di Zhu Ting (9-10) e Boskovic fa ace con una bella battuta float su Robinson: 11-11. Ozbay non trova Gunes palleggiando male su una ricezione a filo rete e c’è il sorpasso: 12-11. Gunes pareggia (12-12) e poi viene sostituita al servizio da Gulubay che prima fa un ace pesantissimo (12-13) e poi (dopo l’ingresso di Karakurt per Di Iulio) sbaglia (13-13). Motta alza il muro con Gozde Yilmaz per Alikaya Kilic. Kim trova l’ace (non assegnatole dalle statistiche) su Orge: 14-13. Torna Di Iulio per Karakurt, ma Cansu Kilicli piazza il muro vincente su Zhu Ting: 15-13.

Formula
Si gioca al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.

Il calendario (orario italiano)
Gara 5 (5 maggio)
ore 13.00 1° vs. 2°: Eczacibasi VitrA Istanbul – Vakifbank Istanbul

Sostieni Volleyball.it