Turchia F.: Scudetto al Vakifbank di Guidetti e Zhu Ting (MVP). Eczacibasi travolto in gara 5

Finale 1°-2° posto: Gara 5 (5 maggio)
Eczacibasi VitrA Istanbul – Vakifbank Istanbul 0-3 (17-25, 18-25, 21-25) Serie: 2-3
Eczacibasi: Alikaya Kilic 2, Larson 13, Cansu Kilicli 2, Boskovic 16, Kim Yeon-Koung 8, Cansu Kilicli 2, Akoz (L); Onal 0, Ismailoglu 0, Gibbemeyer 1, Dilik 0, G. Yilmaz 0, Atlier 2. Non entrata: Bagci (L). All: Motta.
Vakifbank: Ozbay 0, Robinson 7, Gunes 8, Sloetjes 11, Zhu Ting 14, Akman Caliskan 10, Orge Guner (L); Di Iulio 1. Non entrate: Gulubay, Aykac (L), Gurkaynak, Cebecioglu, Karakurt, Senoglu. All: Guidetti.

ISTANBUL – Il Vakifbank di Guidetti e Di Iulio (per lei un punto pesante nel 3° set) e del bomber Zhu Ting si conferma campione di Turchia vincendo il suo quinto titolo nelle ultime 7 stagioni, l’undicesimo in totale. Netta la superiorità su un brutto Eczacibasi nella decisiva gara 5.

PIU’ E MENO – Boskovic dura un set (8 su 14 in att. nel primo e poi cala fino al -10% di eff. del terzo, 42% di vinc. e 17% di eff. complessivamente nel match.), Kim fa il percorso inverso e dopo 2 set disastrosi si sveglia nel terzo, ma non basta (38% di vinc. e 5% di eff. in att. complessivo e qualche difficoltà in ricezione). Alla fine nell’Eczacibasi si salva solo Larson col 52% di vinc. ed il 40% di eff. in attacco. Per il Vakifbank Zhu Ting non sbaglia un pallone (0 err. e 0 murate) ed è la top scorer con 14 punti, il 52% di vinc. in att. e 0 errori anche in ricezione. Buona anche la prova delle altri giocatrici, in particolare quella di Akman (83% in att., 4 muri e 1 ace e 10 punti). In doppia cifra anche Sloetjes con 11.

SESTETTI – Guidetti torna infatti sui suoi passi e rispetto alle ultime sfide schiera in sestetto Sloetjes e Gunes al posto di Karakurt e Rasic. In panchina c’è Di Iulio e la serba va in tribuna. Nessuna novità nell’Eczacibasi con Alikaya ancora in regia.

LA PARTITA 
1° set: Tre di Boskovic per l’iniziale 3-1. Poi però la serba sbaglia 2 volte e prende una murata: 3-4. Tre errori consecutivi in attacco di Kim costano il 3-7. Boskovic accorcia le distanze (6-8), Robinson le ristabilisce (6-10). Sloetjes sbaglia (8-10). L’Eczacibasi torna a -1 sull’invasione di Zhu Ting (12-13), ma la formazione di Motta riperde subito terreno con Kim che non chiude un pallone da posto 4: errore di Arici (12-15), Robinson (12-16), contrattacco Zhu Ting (12-17). Sul 14-19 entrano Onal in seconda linea e Gibbemeyer in prima. La statunitense approfitta di una ricezione lunga (15-19), ma serve a poco. Sloetjes in attacco (17-23) e Gunes a muro (17-24) riallungano nel finale e Kim chiude il suo disastroso primo set con un altro attacco out (17-25).

Boskovic finisce in calo, Kim si sveglia tardi

2° set: C’è Atlier al posto di Arici. Il Vakifbank allunga subito con Zhu Ting (1-3) e l’errore di Larson (1-4). Kim marca finalmente il suo primo punto (5-7). Sul 6-8 entra Dilik per Alikaya, ma il Vakifbank sale a +4 con l’ace di Gunes tra Kim e Larson: 7-11. Larson accorcia le distanze (9-11), ma Boskovic manda out il possibile -1 (10-13) e 2 muri di Akman su Kim riampliano il gap (10-15). Sloetjes concede il 14-17, ma si rifà col 14-19. L’errore di Larson (14-20) sa di bandiera bianca. Gli ingressi di Ismailoglu e Gibbemeyer non invertono la tendenza ed il Vakifbank chiude alla prima palla set con Zhu Ting: 18-25.

3° set: Torna Alikaya in regia. Larson fa 2 punti consecutivi per il 3-1, ma il vantaggio evapora subito e la situazione si ribalta: errore di Boskovic (3-3), invasione di Alikaya (3-4) su ricezione filo rete e addirittura punto in palleggio di Zhu Ting (3-5). L’Eczacibasi pareggia con un muro a 3 su Sloetjes (6-6), ma Akman fa ace su Akoz (7-9). Con 2 set di ritardo Kim entra in partita: sua la bella pipe del 10-10, 4° punto personale nel set. Cala però Boskovic che ne manda 2 out da posto 4: 11-14. Akoz riceve lungo e Zhu Ting non perdona: 11-15. Akman firma il 13-18 in contrattacco. Sul 14-18 triplo di Motta con Dilik (in battuta), Yilmaz e Gibbemeyer per Boskovic, Alkaya e Cansu. Larson rosicchia 2 break point in contrattacco (15-18 e 17-19), ma Kim manda out da posto 6: 17-20. Due contrattacchi di Larson completano comunque una inaspettata rimonta: 20-20. Entra Di Iulio in posto 4 per Sloetjes ed è proprio l’ex-Filottrano a conquistare un punto pesante dopo scambio prolungato (20-21). Torna Sloetjes e Gozde Yilmaz regala il 20-22. Da una difesa su Larson nasce il 20-23 di Gunes. Tornano Alikaya e Boskovic, ma Gunes conquista il match point (21-24) e la serba manda out da posto 4: 21-25.

Formula
Si è giocato al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.

I premi individuali delle finali
MVP: Zhu Ting (Vakifbank)
Miglior attacco: Tijana Boskovic (Eczacibasi)
Miglior palleggiatrice: Cansu Ozbay (Vakifbank)
Miglior libero: Gizem Orge Guner (Vakifbank)
Miglior centrale: Kubra Akman (Vakifbank)
Premio speciale Vestel orgoglio locale per la giovane turca più migliorata: Merve Atlier (Eczacibasi)

Sostieni Volleyball.it