Turchia F.: Vakifbank ancora campione. Gabi ed Haak stendono il Fenerbahce in gara 5

3435

Finale 1°-2° posto: Gara 5 (12 maggio)
VakıfBank Istanbul – Fenerbahçe Opet Istanbul 3-0 (25-23, 25-20, 25-20) – Serie: 3-2 – statisticherivediamola
Vakifbank: Ozbay 1, Gabi Guimaraes 18, Gunes 7, I. Haak 19, Bartsch-Hackley 4, Akman-Caliskan 2, Aykac (L); Gulubay 0, Senoglu 0, Boz 0, Gurkaynak 0. Non entrate: Ogbogu, Cebecioglu, Sarioglu-Acar (L). All: G. Guidetti.
Fenerbahce: Aydemir-Akyol 4, Fedorovtseva 14, M. Popovic 3, Vargas 14, Ismailoglu 3, Erdem-Dundar 2, Orge (L); Cetin 0, Ana Cristina 1, Unal 0. Non entrate: Yuzgenc, Baskir, Babat, Kurt. All: Terzic.

ISTANBUL – Dopo l’incredibile rimonta di gara 4 il Vakifbank di Guidetti si laurea campione battendo il Fenerbahce con un netto 3-0 nella decisiva gara 5. E’ il 12° titolo di campione di Turchia (autodichiarati 13 conteggiando quello vinto nel 1993 dal Gunes Sigorta, società con cui il Vakifbank si è fuso successivamente), il quarto consecutivo (2020 non assegnato a causa della pandemia). E’ anche il quarto titolo stagionale dopo Supercoppa, Mondiale per Club e Coppa di Turchia. A Lubiana Haak e compagne potranno andare a caccia di un fantastico grande slam.
Gabi (18 punti, 53% di vinc. e 44% di eff. in att., 73% di ric. pos. con 0 errori, suoi i palloni più difficili) e Haak (top scorer con 19 punti, il 45% di vinc. e il 35% di eff. in att.) le migliori del match odierno. Le due hanno vinto il confronto diretto con Fedorovtseva (14 punti, 44% di vinc. e 19% di eff. in att.) e Vargas (14 punti, 38% di vinc. e 11% di eff. in att.).

LA CRONACA
1° set: Squadre in campo con le formazioni tipo. Nonostante i cambi vincenti di gara 4 Guidetti riparte dunque con Bartsch, Akman ed Aykac. Parte forte il Vakifbank mentre il Fenerbahce paga un po’ di imprecisioni di Aydemir in palleggio: muro di Gunes su Vargas (1-0), contrattacchi di Gabi (3-1), Haak (4-1) e Bartsch (6-2). Fedorovtseva manda out l’11-6, Aydemir fa invasione su tocco di seconda (13-7). Terzo pallone negativo per Fedorovtseva che viene murata da Akman: 15-8. Il primo break point del Fenerbahce è un attacco sull’asta di Gabi (15-10), poi arrivano anche i contrattacchi di Vargas (16-12) e Fedorovtseva (16-13) dopo le difese su Haak e Gabi. Time out di Guidetti, ma la russa fa il bis al termine di uno scambio prolungato: 16-14. Popovic regala il 18-14 svirgolando un primo tempo, ma il Fenerbahce ora è in partita e torna a -2 col muro di Aydemir ed Erdem su Bartsch: 20-18. L’ingresso in battuta di Senoglu (per Gunes) viene disinnescato da Vargas (22-20) che però poi spreca una ghiotta occasione per il -1 con un lungolinea out (23-20). Pericoloso l’errore di Haak sul secondo set point (24-23) che lascia in battuta la temibile Fedorovtseva, ma la svedese poi non sbaglia e firma il 25-23. Ben 9 i suoi punti nel set contro i 5 di Vargas.

2° set: Altra brutta partenza per il Fenerbahce che incassa due contrattacchi di Gabi (2-0 e 4-0) e nel mezzo regala un fallo di seconda linea con Vargas (3-0) costringendo subito al time out Terzic. Vargas dimezza le distanze (4-2), Aydemir trova l’ace del -1 (5-4). L’attacco largamente out di Bartsch costa il 7-7 ed un videocheck sprecato. Vargas manca l’occasione del sorpasso (10-9), Fedorovtseva prende l’asta (11-9). La russa torna a far punto capitalizzando una difesa su Haak (12-12). Altra palla presa ad Haak in difesa e Vargas va a segno: 12-13. La stessa Vargas però sbaglia in attacco (14-13), ma neanche Gabi trova le mani del muro: 14-15. Bomba al servizio di Fedorovtseva ed Ismailoglu mura Haak su palla scontata: 14-16. Il muro di Erdem su Akman vale il primo vantaggio di 3 punti nel match del Fenerbahce: 15-18. Il Vakifbank torna sotto con il muro di Gunes e Bartsch su Vargas (18-19) e pareggia con uno scambio lungo chiuso da Haak (19-19). Ismailoglu non chiude e poi invade sugli sviluppi dell’azione: 20-19. Suo anche l’errore di valutazione sul servizio di Ozbay che trova la riga di fondo campo: 21-19. Terzic prova a rinforzare la ricezione inserendo Cetin al posto di Vargas, ma Fedorovtseva attacca out da posto 6 (22-19) e rientra Vargas. Il Fenerbahce esce dalla P4 solo grazie all’errore in battuta di Ozbay (22-20) e Vargas si fa murare il contrattacco del -1 (23-20). Gabi chiude i conti con 2 contrattacchi consecutivi: 25-20. Parziale di 9-1 dal 16-19.

3° set: 3° set: Haak firma il primo break point del set (2-1) con Terzic che ferma subito il gioco senza grossi esiti visti gli errori in attacco di Fedorovtseva (3-1) e Vargas (4-1). Uscito dalla P1 il Fenerbahce recupera un break con l’ace di Fedorovtseva (4-3). Gabi toglie però il servizio alla russa e mette anche il contrattacco del 7-4. Dentro Unal per Aydemir, ma è di nuovo la brasiliana ad andare a segno: 8-4. L’ace di Haak (9-4) e l’errore in attacco di Ismailoglu (10-4) ampliano il gap. Rientra Aydemir. Sull’11-5 è il turno di Ana Cristina per Ismailoglu, ma l’errore di Vargas fa precipitare il Fenerbahce a -7: 13-6. Due contrattacchi di Fedorovtseva (13-9) provano a rianimare il Fenerbahce, ma ci pensa Haak a riportare le sue a +7 (16-9) con 2 contrattacchi. Tra il primo e il secondo torna Ismailoglu. Fedorovtseva sfrutta una ricezione lunga (16-11), ma il muro di Gunes su Vargas (18-11) fa scorrere i titoli di coda. Vargas non molla (19-14), ma torna a far punto pure Bartsch (22-15). Aydemir mura la statunitense (22-17). C’è il tempo per l’ingresso in battuta del capitano Gurkaynak all’ultimo match in maglia Vakifbank. Fedorovtseva salva 2 match punti con attacco e muro (24-20), ma Gunes firma il punto della vittoria: 25-20 (punto erroneamente assegnato a Bartsch nel tabellino ufficiale che abbiamo modificato).

Formula
Si è giocato al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.

Sostieni Volleyball.it