Turchia: Terzo scudetto consecutivo per l’Halkbank Ankara

Con 21 punti di Subasi e 17 di Petric l'Halkbank batte 3-1 l'Arkas Izmir in gara 4 e chiude la serie sul 3-1

Terzo scudetto consecutivo per l'Halkbank Ankara

Finale: Gara 4 (9 aprile)
Halkbank Ankara – Arkas Izmir 3-1 (25-21, 25-21, 20-25, 25-19) Serie: 3-1
Halkbank Ankara: Hierrezuelo 10, Subasi 21, Batur 4, Hernandez Ramos 11, Petric 17, F. S. Gunes 4, Yesilbudak (L); Ramazanoglu 0, Cam 0, Lucas Loh 0, Demirciler (L). Non entrati: Aydin, Capkinoglu. All: Kovac.
Arkas Izmir: Jovovic 3, Joao Paulo Bravo 8, M. Koc 3, Lagumdzija 18, Fromm 3, Matic 6, Mert (L); Cagatay Durmaz 0, Gokgoz 8, Sanchez Bozhulev 0, Gulmezoglu 0, Kaya 0, Sikar 4. Non entrati: Ergul (L). All: G. Hoag.

ANKARA – Nonostante la giornata opaca di Hernandez (35% di vinc. e 6% di eff. in att. per l’opposto cubano che era stato il match winner in gara 3) l’Halkbank Ankara si aggiudica abbastanza nettamente gara 4 accusando una flessione solo nel terzo set e chiude la serie di finale scudetto 3-1. E’ il nono scudetto della società, il terzo consecutivo, il quarto negli ultimi 5 anni (6 finali consecutive).

PIU’ E MENO – Quest’oggi ottime prove per Subasi (top scorer con 21 punti, il 53% in att. e 4 ace), Petric (ottimo a muro con 4 vincenti, ma buono anche in attacco col 58% e in battuta con 2 ace) e Hierrezuelo, decisivo anche in fase realizzativa (soprattutto nel primo set) con un 5 su 7 in att., 4 muri e 1 ace.
L’Arkas Izmir fa vedere buone cose in difesa, ma incide troppo poco in battuta (1 solo ace) e in attacco (43% di vinc. e 24% di eff. di squadra). Fromm combina poco e finisce presto in panchina ed il giovane Lagumdzija è l’unico in doppia cifra con 18 punti, ma alla fine è marcatissimo e chiude con percentuali modeste (44% di vinc. e 16% di eff.).

LA PARTITA
1° set: L’Arkas parte bene (1-4) e resta sempre avanti sino all’11-11 firmato in contrattacco da Hierrezuelo. Petric mura Lagumdzija (12-11), Hierrezuelo punisce la ricezione negativa di Fromm (13-11) e Lagumdzija sbaglia (14-11). Di fatto è il break decisivo perché l’Arkas non rientra. Sul 22-18 entra Gokgoz per Fromm, ma l’Halkbank chiude con un muro di Hierrezuelo (5° punto nel set) ed un contrattacco di Subasi: 25-21.

2° set: Confermato Gokgoz per Fromm. Parziale equilibrato in cui si arriva sino al 18-18 senza che le 2 squadre riescano mai a prendere più di 2 punti di vantaggio. Subasi fa lo strappo decisivo con un attacco e soprattutto 2 ace (21-18) e al primo set point Lagumdzija manda out (25-21).

3° set: C’è Sikar per Koc nell’Arkas. Ad un passo dal traguarda l’Halkbank non sferra il colpo del ko e si viaggia in equilibrio fino al muro di Lagumdzija su Hernandez (9-11). Hierrezuelo accusa un passaggio a vuoto con un paio di alzate fuori misura e sull’11-16 lascia il posto a Ramazanoglu. I buoni turni di battuta di Hernandez e Petric (anche un ace) rimettono in carreggiata l’Halkbank (17-17), ma poi un fallo di seconda linea di Hernandez (17-19) ed un contrattacco di Lagumdzijna (17-20) rilanciano l’Arkas. Torna Hierrezuelo, ma sbaglia al servizio (20-22) mentre Bravo fa ace (20-23). Un grossolano errore arbitrale regala all’Arkas il 20-24 (nettissimo il tocco a muro sull’attacco di Subasi) ed ancora Bravo chiude: 20-25.

4° set: L’Halkbank scappa subito con l’errore di Lagumdzija (3-1) ed il contrattacco di Petric (4-1). Hernandez concede il 4-3, ma i muri di Batur (8-5) e Hierrezuelo (9-5) scavano un nuovo solco. L’Arkas prova non mollare, ma non va mai oltre il -2 firmato da Jovovic (16-14), poi i contrattacchi di Hierrezuelo (18-14) ed Hernandez (19-14) riportano l’Halkbank a distanza di sicurezza. Alla prima palla match chiude il muro di Petric su Lagumdzija dopo scambio prolungato.

Formula
Si è giocato al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.

I premi individuali delle finali
MVP: Burutay Subasi
Miglior attacco: Fernando Hernandez Ramos
Miglior alzatore: Raydel Hierrezuelo
Miglior libero: Hasan Yesilbudak
Miglior muro: Mert Matic
Giocatore tuco più migliorato “Paidar Demir Special Award”: Adis Lagumdzija

Sostieni Volleyball.it