Verona: L’ira del presidente Magrini. “Questa squadra sta umiliando la nostra società. O cambiano o via tutti”

Il presidente Magrini
Il presidente Magrini

VERONA – Così non lo si era mai visto. Il presidente della Bluvolley Verona Stefano Magrini è una furia dopo la sconfitta casalinga con Padova all’Agsm Forum (1-3).

Il numero uno scaligero si è sentito tradito dai giocatori: “E’ il momento più brutto da quando sono presidente: non accetto una sconfitta del genere, non mi sta bene perdere così – ha dichiarato Magrini al microfono di Telenuovo, appena finito il match -. Non riesco a digerirlo. E’ una squadra che ha un budget tre volte superiore a quello di Padova… La squadra non rispecchia il mio carattere, la  mia forza di volontà. Io mi alzo alle 5.30 di mattina e lavoro 15 ore al giorno, dal lunedì al sabato… Do il massimo quando sono nella mia azienda. Loro non rispecchiano la mia azienda. Stanno umiliando la nostra società e questo non posso più accettarlo”.

“L’impressione è che stiamo dando troppo a questi giocatori. Ci sono tutte le possibilità per fare bene. Forse si stanno adagiando: devono farsi un bagno di umiltà e tirare fuori gli attributi. Chi ci sta ci sta, altrimenti via. Ma via da subito, non accetto una situazione del genere”.

Fra pochi giorni c’è la sfida con Castellana. Magrini spera in una reazione, anche se non è molto fiducioso: “Io mi vergognerei se fossi in loro: perdere male così davanti a più di 4mila persone. Dobbiamo tornare subito alla vittoria con una prestazione d’orgoglio. Giocano a Verona: devono capire che siamo abituati sempre alla battaglia, la squadra vista con Padova può anche perdere mercoledì con Castellana, inferiore solamente sulla carta”.

Sostieni Volleyball.it