Verona: Magrini, “C’è una ipotesi play off. Mercato e sponsor tutto da rivedere”

Il presidente Magrini
Il presidente Magrini

VERONA – Arrivano dalla Calzedonia Verona le prime indiscrezioni sul possibile immediato futuro della Superlega.

L’ipotesi che si fa strada in Superlega è quella di giocare solo i play offa giugno. E poi ripartire il prossimo anno cercando di recuperare il tempo e, soprattutto, lo spettacolo perduto.

Stefano Magrini, il presidente Bluvolley, a Marzio Perbellini su L’Arena racconta: “È un disastro, ma guardiamo al futuro e cerchiamo di essere ottimisti. La Bluvolley, in questo momento difficile sta facendo di tutto per uscire indenne dalla tempesta e rilanciarsi, sono al timone e conosco la rotta”.

II campionato è finito? “Penso che non abbia più senso andare avanti”.

Con quale spirito ricominciare dopo tutto quello che è successo? “Ora dobbiamo pensare a a risolvere le cose e poi a ripartire”.

Ripartire dal prossimo anno?  “Si, direi di sì”.

E i playoff? “Si presume che si giocheranno solo i play off. Da quello che emerso dal Cda di Lega di venerdì si valuta la possibilità di fare i play off a giugno e noi, che ora siamo ottavi in classifica, diventeremmo settimi poiché pare che Milano non li giochi e quindi noi sfideremmo Modena”.

Milano non partecipa? “Pare di no” .

Questa situazione che tipo di ripercussioni ha avuto su società e sponsor? “Siamo tutti nella stessa barca, gli sponsor sono comprensivi. Ma sono saltate tutte le manifestazioni internazionali e questo significa secondo me che il prossimo ci sarà un gran campionato. Ci sarà tanta voglia di tornare a giocare e sarà un grandissimo spettacolo, ci saranno più partite e play off più ampi, si sta studiando un calendario per recuperare in qualche modo quanto perso quest’anno”.

Quand’è che si saprà qualcosa di più preciso? “Penso dopo il 3 aprile sapremo cosa fare”.

Ma è vero che la nazionale iraniana vorrebbe Stoytchev? “Ho letto di questa cosa ma sinceramente devo dire che non ne so nulla”.

Ci sono tanti contratti in scadenza, il prossimo anno si riparte con una squadra nuova? “Stiamo un attimo valutando le varie situazioni. Chiaro che le ripercussioni sono state forti e pesanti e tutti i giocatori devono esserne consapevoli e magari rivedere un po’ i loro ingaggi. Noi ripartiremo comunque con una squadra competitiva e ambiziosa”.

Quali sono i giocatori in scadenza alla fine di questa stagione? “Tutti a parte Bonami, Asparuhov e Aguenier”.

Resterà Kaziyski?
“Stiamo trattando, adesso è tutto cambiato. Avevamo già l’accordo per due anni e ora bisognerà vedere un po’ di cose”.

Sostieni Volleyball.it