Parodi, top scorer nel test in famiglia
ITALIA AZZURRA – ITALIA BIANCA 3-1 (25-21, 25-18, 28-30, 25-20)
ITALIA AZZURRA: Travica 6, Zaytsev 15, Savani 12, Parodi 17, Birarelli 8, Piano 9, Rossini (L). Allenatore: Andrea Brogioni.
ITALIA BIANCA: Saitta 6, Vettori 13, Kovar 14, Lanza 12, Beretta 9, Mazzone 7, Giovi (L); Sabbi. Allenatore: Andrea Giani
ARBITRI: Pozzato di Bolzano e Giglio di Trento
DURATA SET: 28′, 25′, 33′, 28′.
NOTE – Italia Azzurra: 7 ace, 17 muri, 8 errori di gioco, 19 errori in battuta. Italia Bianca: 4 ace, 10 muri, 15 errori di gioco, 22 errori in battuta.

CAVALESE – L’Italia Azzurra, ovvero la squadra più esperta e quella che somigliava tanto all’Italia vista all’opera in World League, si porta a casa in quattro set l’amichevole in famiglia contro la squadra Bianca.
Protagonisti da una parte Parodi e Kovar, autori di 17 e 14 punti, in campo si sono viste due squadre ovviamente e naturalmente cariche per il lavoro fisico svolto ma anche due sestetti che spesso si sono dati battaglia.

Berruto opta per una Italia Azzurra molto simile a quella vista in World League con Travica in regia, Zaytsev opposto, Parodi e Savani schiacciatori, Birarelli e Piano centrali con Rossini libero.

In maglia Bianca, invece, giocano Saitta alzatore, Vettori opposto, Kovar e Lanza schiacciatori, Beretta e Mazzone centrali con Giovi libero.

In panchina il solo Sabbi. In panchina Giani e Brogioni con Berruto che ha osservato da fuori il match. L’avvio di partita è sotto il segno dell’errore: ben 5 nei primi 10 punti (2-8 per la Bianca). Zaytsev mura Vettori e riavvicina l’Azzurra (6-8), l’attacco out di Kovar (il terzo) permette l’aggancio sul 9-9 con Zaytsev che piazza subito l’ace del sorpasso. Altro muro degli azzurri con Birarelli che ferma Kovar per il 13-10 ma Lanza restituisce subito il favore murando Zaytsev: 15-14. Sale in cattedra Savani che piazza l’uno-due del 18-16, l’Italia azzurra allunga grazie al proprio attacco ed al proprio capitano di Castiglione delle Stiviere e poi, dopo due set ball non sfruttati, Parodi chiude i giochi sul 25-21.

Il secondo set si apre con un Parodi scatenato: suoi tre punti (compreso un ace su Lanza) per il 4-4 dell’Azzurra, contro una Bianca nella quale Beretta piazza due punti di fila. E poi pure l’ace del 6-6 in un parziale finora molto equilibrato. Set nel quale è saluto in cattedra Parodi: 5 dei primi 10 punti dell’Azzurra portano la sua firma. Quattro su dieci, invece, i punti messi a segno da Kovar dall’altra parte della rete (12-10). Un paio di errori della Bianca e l’allungo azzurro è servito sul 17-13, Travica poi mura Lanza e Giani chiama subito time-out e sostituisce Vettori con Sabbi. Due punti praticamente consecutivi di Birarelli permette al sestetto Azzurro di allungare sul 23-18, il secondo set ormai è in cassaforte grazie anche all’ottimo turno in battuta di Parodi che sigilla il parziale con l’ace del 25-18.

Il terzo parziale si apre con Vettori che torna in campo al posto di Sabbi (4-4). Italia Bianca troppo fallosa (già 20 errori complessivi in poco più di due set), il primo break porta la firma di Parodi sul 10-8 ma Beretta mura Savani e si torna in parità (10-10). Un nuovo uno-due di Birarelli, un attacco e poi un muro su Mazzone, permettono all’Azzurra di portarsi sul 16-13, prima che Piano non muri Lanza (17-13). Applausi scroscianti del pubblico dopo un lunghissimo scambio fatto di difese e di batti-ribatti chiuso da Kovar (17-15), Saitta poi stampa Savani. L’ex schiacciatore della Sisley, ora a Macerata, trascina la Bianca al 19-18 prendendosi diverse responsabilità in attacco prima che una portata fischiata a Piano in ricostruzione non riporti i due sestetti a braccetto. L’equilibrio dura fino al termine del set, quando il sestetto bianco annulla due palle set all’Azzurra dando il là ad una combattutissima serie di vantaggi, risolta solo da un intelligente tocco di Lanza che sigla il 28-30 finale.

Ancora un grande equilibrio in avvio di quarto set (5-5), Piano si esalta e piazza tre muri di fila su Mazzone, Kovar e Lanza per l’8-5 Azzurra. Il tabellone elettronico del palasport fiemmese però torna a segnare la parità già sul 9-9, ma ancora sono qualche errore evitabile della Bianca a spingere l’Azzurra ad un nuovo vantaggio (14-11). Dopo due set in penombra ora si rivede su ottimi livelli Savani (17-12), insieme all’ex compagno della Lube Zaytsev permette all’Azzurra di portarsi sul 20-15. Il parziale ha ormai poco da dire (22-16) ed a chiudere sul 25-20 è la battuta out finale di Kovar. Tre a uno per la squadra Azzurra e tutto il pubblico applaude calorosamente.

da Sportrentino.it