Vicenza: Riposo in vista play out. Per coach Chiappini e c. si avvicina il momento della verità

91
Mariella Cavallaro

VICENZA – Un week end di respiro, complice il turno di riposo previsto dal calendario, poi partirà l’avventura, decisiva, dei play out, che sancirà il verdetto in ottica permanenza in serie A2 femminile. Si avvicina il momento della verità della stagione dell’Anthea Vicenza Volley, con la squadra di Luca Chiappini che inseguirà la salvezza attraverso la seconda fase.
Domenica scorsa, Cheli e compagne hanno terminato il cammino in regular season con il punto conquistato sul difficile campo di Soverato (3-2), chiudendo la stagione regolare a quota 20 punti centrati in altrettante partite. In attesa di definire la classifica finale (domenica ultima giornata), Vicenza si prepara ai play out, dove approda insieme – per quanto riguarda il girone B – a Club Italia, Catania e Modica. Il regolamento prevede che ogni squadra incontrerà per otto volte complessive (andata e ritorno) le quattro formazioni dell’altro raggruppamento (nel caso dell’Anthea il girone A), dove ad andare ai play out saranno Altino, Aragona, Sant’Elia e una tra Olbia, Ravenna e Marsala. Le squadre partono con in dote i punti conquistati in regular season e soltanto due formazioni su otto conquisteranno la salvezza.

In casa biancorossa, a fare il punto della situazione è il direttore sportivo Mariella Cavallaro, che ripercorre l’avventura dell’Anthea nel suo primo campionato di A2.
“All’inizio – spiega la Cavallaro– abbiamo pagato un po’ di inesperienza del gruppo nel campionato di A2. In rosa ci sono diverse giovani che erano all’esordio in categoria, inoltre alcune “senatrici” dovevano riprendere il ritmo di gioco della serie A. Strada facendo, la squadra è migliorata e a dicembre avevamo raggiunto una classifica e un livello di gioco interessanti”.

Il 2022, però, ha portato subito in dote il Covid, con un focolaio che ha colpito le biancorosse. “Purtroppo come un po’ tutti abbiamo pagato dazio, anche perché le assenze sono state ravvicinate ma scaglionate e di conseguenza anche il ritorno agli allenamenti. Il calendario ci ha proposto match ravvicinati con trasferte geograficamente impegnative, senza contare alcuni problemi fisici che sono sorti nel periodo. Nonostante tutto, la squadra ha mostrato tanta voglia di provarci sempre, lo staff tecnico continua a lavorare tanto con intensità e anche la società ci crede, come dimostra il recente innesto della turca Yeliz Başa”. 

Ora i play out. “La squadra si allena per ritrovare il livello di gioco precedente, contiamo anche di recuperare le infortunate Caterina Errichiello e Lucrezia Lodi (entrambe opposte). Partiamo con una buona base di punti, anche se la quart’ultima del girone A sarà molto difficile da raggiungere, quindi è più realistico pensare di dover duellare a distanza in primis con il Club Italia”.

 

Sostieni Volleyball.it