MODENA – Il lockout non aiuta il dimissionario Fabris, lo Sceriffodeldopingamministrativo, a liberarsi dalle sue ossessioni… In questo incontro a cinque infatti non esce benissimo il ruolo della sua Legarosa mentre si evidenzia il suo scarso livello di serenità… 

Il procuratore modenese Donato Saltini – dopo aver stigmatizzato il fatto che a pagare la crisi siano le atlete e non le società, incapaci di affrontare da azienda il problema – lo dice chiaramente, alla fine si andrà a trattare con le singole società, caso per caso, smontando il concetto di sindacato dei club; mentre il giornalista della Gazzetta dello Sport Gianluca Pasini smonta la favola del fondo di garanzia ventilato anni fa da Fabris…  Un tentativo di ribaltare la realtà da parte del presidente dei club che ancora una volta non ha spiegato se ci sarà o meno l’obbligo di onestà nella sua Lega, ovvero di garantire il 100% degli ingaggi prima dell’avvio del prossimo campionato.

Il taglio degli ingaggi non può essere imposto e permesso per legge, ma deve essere concordato e discusso tra le parti…    

p.s. Un solo appunto all’oggi nervosissimo Presidente Fabris che chiede ai “leoni da tastiera” di investire nella pallavolo prima di parlare. Se si riferisce alla mia realtà editoriale sono certo che questa, nella pallavolo, negli ultimi 20 anni, ha investito molto di più di quello che ha fatto lui.  Senza i medesimi ritorni e agi.