VNL F.: F6, Pool B. Gli Usa rimontano la Turchia, da 0-2 a 3-2

1163
Gli Usa rimontano la Turchia nella prima gara della F6

Final Six: 1° giornata 
Pool B
Usa – Turchia 3-2 (17-25, 21-25, 25-21, 25-15, 15-11) – il tabellino

NANCHINO – Nel match inaugurale della F6 della VNL femminile la Turchia di Guidetti sfiora il clamoroso colpaccio contro gli Usa, ma dopo 2 set da dimenticare il team di Kiraly si risolleva grazie agli innesti di Hancock, Dixon e soprattutto Bartsch riuscendo a completare la rimonta.

PIU’ E MENO – Negli Usa Bartsch è la top scorer con 21 punti, tutti fatti negli ultimi 3 set. Ottimi anche il 54% in att. di Murphy e l’impatto di Dixon (67% in att. e 4 muri) mentre Larson brilla solo al servizio con 5 ace. Giornata no per Lloyd ed Hill.
La Turchia fa un ottimo lavoro di squadra a muro (12 a 10 i vincenti), ma fra le attaccanti di palla alta ha successo solo Ismailoglu con 18 punti ed il 55% in attacco.

I SESTETTI – Nessuna sorpresa al via: Lloyd, Murphy; Hill-Larson; Akinradewo-Gibbemeyer e Robinson libero per gli Usa. Ozbay-Boz; Ercan-Ismailoglu, Erdem-Gunes ed Akoz libero per la Turchia.

LA PARTITA 
1° set: Avvio di parziale equilibrato e combattuto: 4 break-point per parte sino al 12-12. Poi a sorpresa è la Turchia a prendere il largo: contrattacco di Ismailoglu (12-13), ace di Gunes su Robinson (12-14), slash di Erdem su ricezione lunga di Robinson (13-16), contrattacco di Ismailoglu dopo difesa su Hill (13-17). La formazione di Kiraly non riesce a rientrare ed anzi Erdem amplia ancora il vantaggio: contrattacco (14-19) e poi muro su Akinradewo (14-20). Ismailoglu aggiunge un ace (14-21) e Gunes chiude sul 17-25. Pesano i 4 errori in ricezione di Robinson.

2° set: Avvio problematico per gli Usa (0-3) che però stavolta rientrano subito con 2 ace di Larson (3-3) ed un muro di Gibbemeyer (4-3). Al primo time-out tecnico però torna avanti la Turchia su un errore di Hill: 7-8. Akinradewo (10-9) ed un errore di Boz (12-10) danno il doppio vantaggio agli Usa, ma dura poco: muro su Larson (12-12), errore di Murphy (13-14) ed errore di Akinradewo (14-16). Il time-out tecnico non schiarisce le idee agli Usa: muro su Hill (14-17) e contrattacco della neoentrata Baladin (14-18) dopo difesa su Murphy. Sul 15-19 doppio cambio con Hancock e Drews, ma gli Usa restano assolutamente fuori partita ed incassano altri 4 punti consecutivi (15-23). Non serve nemmeno l’ingresso di Bartsch (per Hill) che sbaglia i primi 2 palloni. Nel finale la Turchia fallisce 4 set-point con Baladin che non riesce a chiudere da posto 2, ma il vantaggio è enorme ed alla fine un’invasione costa agli Usa il 21-25.

3° set: Resta Bartsch (che da ora in poi si farà sentire) per Hill mentre torna Ercan per Baladin. C’è anche Dixon per Akinradewo. Stavolta gli Usa partono meglio: 4-1 sfruttando il turno di battuta di Larson e le difficoltà in attacco della Turchia; poi 8-4 con 2 punti consecutivi di Bartsch. Gli Usa però non decollano: Erdem accorcia (8-6), Larson sbaglia (11-10) ed Ismailoglu pareggia dopo scambio prolungato (11-11). Una Lloyd non in giornata lascia il posto ad Hancock, ma dopo il muro di Murphy (14-12) è la Turchia a facilitare il compito agli Usa con 2 errori gratuiti in attacco: 16-12. Dixon aggiunge 2 muri (18-13). Sul 18-14 entrano Alikaya e Karakurt e la Turchia abbozza una reazione arrivando al -2 sull’errore della rientrante (ma stavolta per Gibbemeyer) Akinradewo: 22-20. Gli Usa però stavolta non sbagliano più e al primo set point chiudono subito con Bartsch: 25-21.

4° set: Usa con Hancock, Bartsch, Dixon ed Akinradewo; Turchia col sestetto iniziale. Dixon (5-3) ed Hancock fanno il primo break (6-3), ancora Dixon firma l’8-4 mentre la Turchia cala. Torna Baladin per Ercan, ma la neoentrata sbaglia in ricezione e Boz viene murata: 9-4. Dentro Alikaya e Karakurt, ma Bartsch fa ace: 10-4. La Turchia non si riprende e gli Usa toccano il +8 sullo slash di Akinradewo (16-8). Con Bartsch in evidena in fase realizzativa il match viaggia spedito verso il tie-break che si materializza sull’attacco out di Karakurt.

5° set: Usa col sestetto del 4° set. Nella Turchia torna Ozbay, ma ci sono Karakurt e Baladin per Boz ed Ercan. La Turchia parte meglio (0-2), ma gli Usa pareggiano subito (2-2) e sorpassano con Dixon (4-3). Senza ulteriori break point si arriva al cambio campo: 8-7. L’ace di Larson vale il 10-8. Guidetti spende un time-out, ma non basta: altro ace di Larson su Baladin (11-8) e poi contrattacco di Murphy (12-8) dopo le ottime difese di Hancock. E’ il break decisivo, chiude i giochi la ottima Bartsch: suoi il 13-9, il 14-10 ed il 15-11.

Sostieni Volleyball.it