VNL F: Impresa per la Turchia di Guidetti. Serbia ko al tie-break

1324
La Turchia batte la Serbia e si avvicina alle semifinali

Final Six: 2° giornata 
Pool B
Serbia – Turchia 2-3 (25-20, 21-25, 18-25, 25-19, 14-16) – il tabellino

Classifica Pool B
Turchia 1v-1p 3p 5sv-5sp 202pf-206ps
Usa 1v-0p 2p 3sv-2sp 103pf-97ps
Serbia 0v-1p 1p 2sv-3sp 103pf-105ps

Le quote delle partite di VNL nella sezione scommesse/volley di Casinò online

NANCHINO – Altra impresa per la Turchia di Guidetti che dopo aver raggiunto sorprendentemente la F6 e dopo aver messo in difficoltà gli Usa sfodera un’altra prestazione di rilievo ed al termine di uno dei match più appassionanti di questa edizione della VNL batte al tie-break la Serbia dopo aver rimontato dal 12-9 e 14-13 nel set decisivo.
La semifinale per le turche è vicina, ma un 3-2 della Serbia sugli Usa (match di domani) metterebbe le 3 squadre alla pari in classifica con il verdetto rinviato al quoziente punti che difficilmente potrebbe premiare la Turchia a 0.98. Gli altri 5 possibili risultati manderebbero invece in semifinale il team di Guidetti e la vincente del match di domani.

PIU’ E MENO – Boskovic fa 31 punti, ma le percentuali non sono dalla sua (35% in att.) ed inoltre fallisce gli ultimi 3 attacchi del tie-break. Troppo sbilanciata poi una distribuzione che l’ha vista attaccare addirittura 83 palloni. La Turchia ha un gioco più distribuito con Guidetti che pesca bene dalla panchina schierando prima titolare Baladin (20 punti) e poi inserendo definitivamente Karakurt (14) ed Ercan (11) per Boz ed Ismailoglu.

I SESTETTI – Serbia con Zivkovic (preferita ad Antonijevic)-Boskovic; Milenkovic-Blagojevic; Rasic-Stevanovic e Popovic; Turchia con Ozbay-Boz; Baladin-Ismailoglu; Gunes-Erdem ed Akoz.

LA PARTITA 
1° set: Scambi lunghi e combattuti in avvio con la Turchia ben piazzata in difesa, ma la Serbia allunga comunque subito con 2 contrattacchi (4-2 e 5-2) ed un ace fortunoso (8-4) di Boskovic. L’inizio di Milenkovic è positivo: suo il 10-5, mentre un errore costa alla Turchia il massimo svantaggio: 14-8. Sul 16-11 Guidetti si gioca il doppio cambio ed Alikaya trova subito un ace (16-12) a cui segue un fallo di Zivkovic su ricezione filo rete: 16-13. Baladin accorcia ancora (16-14) e Veljkovic rileva Stevanovic. La Serbia riparte subito con 2 punti di Boskovic (18-14), un errore di Baladin (19-14) ed un errore di Alikaya (20-14). Boskovic sbaglia in battuta ed in attacco (20-16) e torna Stevanovic. La Turchia accorcia ancora con Karakurt ed Erdem (20-18), ma dopo l’errore in battuta di Baladin (21-18) la Serbia riallunga con 2 muri di Stevanovic (23-18) e chiude con Boskovic (25-20).

2° set: Con 2 ace consecutivi di Rasic la Serbia scappa 6-3 e Guidetti risponde sostituendo Ismailoglu con Ercan. Due muri su Boskovic (6-5 e 7-8) e nel mezzo un contrattacco di Ercan (7-7) portano avanti la Turchia al time-out tecnico. Passaggio a vuoto di Rasic che viene murata da Erdem (9-11) ed attacca out su free ball (9-12). Terzic fa entrare Antonijevic per Zivkovic, ma arriva l’ace di Ercan: 9-13. Boskovic mette una gran palla (10-13) e la Serbia recupera rapidamente lo svantaggio: tocco out di Ozbay (11-13), mani e out di Blagojevic (13-14), 2 slash su altrettanti errori in ricezione di Ercan (15-15, 16-15), contrattacco di Boskovic (17-15). Entra Karakurt per Boz e firma subito il pari (17-17). La Turchia ha la palla del sorpasso, ma alla fine è Blagojevic a chiudere uno spettacolare megarally: 19-18. La Turchia però ci crede e mette in difficoltà la ricezione serba con Boskovic che stavolta non rimedia: una murata (20-21) e un out (20-22). Karakurt firma il suo terzo punto (21-23), Rasic sbaglia (21-24) e Baladin trova le mani del muro in contrattacco (21-25).

3° set: Restano in campo Antonijevic per la Serbia, Karakurt ed Ercan per la Turchia. Baladin in contrattacco (1-2), Gunes a muro su Rasic (1-3) e Karakurt dopo difesa su Milenkovic danno subito un vantaggio interessante alla Turchia (1-4). Dopo un paio di occasioni perse dalla Turchia è Milenkovic (8-9) ad interrompere una lunga serie di “cambipalla”. Karakurt risponde subito (8-10 e 8-11), ma 2 errori consecutivi di Baladin regalano il pari alla Serbia: 12-12. Sbagliano però anche Boskovic e Blagojevic (12-14) che lascia il posto a Malesevic subito murata da Gunes (12-15). Baladin trova l’ace del 12-16, Gunes quello del 13-18 su Malesevic che torna in panchina. Il momento magico della Turchia prosegue con altri 3 punti consecutivi (13-21 con 2 contrattacchi di Ercan), Karakurt trova l’ace del 15-23 ed il set termina sull’attacco out di Milenkovic (18-25).

4° set: La Serbia riparte con Zivkovic in regia. Il primo doppio vantaggio è della Turchia: muro su Boskovic (2-3) ed errore di Blagojevic (3-5). La Serbia ribalta con 2 muri di Stevanovic (6-6 e 7-6) ed un contrattacco di Milenkovic (8-6). Cala la Turchia che incassa il contrattacco di Milenkovic (10-7) e sbaglia con Erdem (11-7). Pecca di continuità anche la Serbia: muro su Boskovic (12-9), contrattacco di Baladin (12-10), errore di Boskovic (12-11), dentro Busa per Blagojevic, contrattacco di Baladin (12-12). La Turchia però non sfrutta il momento sbagliando con Gunes (14-12) e Karakurt (15-12) mentre Rasic aggiunge il 16-12. Un break point per parte sino al 20-16, poi la Serbia vola via definitivamente sul turno di battuta di Busa: doppio ace e nel mezzo un muro di Milenkovic (23-16). Chiude sul 25-19 un muro su Baladin.

5° set: Confermata Busa nella Serbia. Sorprendentemente le 2 squadre completano un’intera rotazione senza break-point: 6-6. Il primo è di Ozbay con un tocco astuto e rischioso: 6-7. Rasic ribalta con un ace su Akoz: 8-7. Boskovic scava il solco con un muro su Karakurt (9-7) ed un contrattacco (10-7). Guidetti prova il doppio cambio e la Turchia torna sotto con Boz ed Erdem: 10-9. Un’invasione turca ed un bel pallonetto in contrattacco di Busa avvicinano sensibilmente la Serbia al traguardo: 12-9. La Turchia però non molla ed incredibilmente ribalta il punteggio: Baladin (12-10), doppio cambio chiuso da Guidetti, contrattacco di Karakurt (12-11), ancora Baladin che vince contrasto a rete su Zivkovic dopo scambio rocambolesco (12-12), errore Boskovic (12-13). Il primo match point però è della Serbia: errore in battuta di Ozbay (13-13) e murone su Karakurt (14-13). Erdem annulla (14-14), Boskovic va lunga (14-15) e poi non passa (14-16).

Sostieni Volleyball.it