VNL F.: Le parole delle azzurre. Malinov: “Abbiamo pagato qualche disattenzione, ma siamo soddisfatte per la vittoria”

ANKARA – Le dichiarazioni azzurre dopo il successo sulla Turchia in quel di Ankara.

DAVIDE MAZZANTI: “Quella di oggi è stata una partita davvero faticosa, non siamo andati molto bene nel cambio palla. Certe cose non hanno funzionato troppo bene, però la qualità del nostro muro-difesa in diverse situazioni ci ha tenuto a galla. Con il passare del match siamo cresciuti in alcuni aspetti e questo è molto importante. Non avendo un buon cambio palla tutto il ritmo del gioco ne ha risentito e quindi ci sono stati degli alti e bassi. Voglio comunque i complimenti alle ragazze, sono state bravissime a far tesoro di quello che funzionava meglio e a portare a casa una bella vittoria”.
“La Turchia è una squadra che gioca bene, molto ordinata, e se contro di loro non fai le cose giuste ti mettono spesso in difficoltà. Penso che gare come queste siano molto importanti per crescere in vista della Final Six”.

OFELIA MALINOV: “È stata una partita lunga e combattuta, nel corso della quale abbiamo pagato qualche disattenzione. Allo stesso modo, però, quando abbiamo giocato siamo riuscite a metterle in difficoltà. Siamo molto soddisfatte della vittoria, questo è sempre un campo difficile, la Turchia è una squadra che difende tanto ed è difficile da contenere.   
Durante l’incontro ci sono stati molti alti e bassi, loro hanno sfruttato bene i momenti in cui noi siamo calate: per tenerle sotto è necessario giocare sempre a gas aperto”.    

LUCIA BOSETTI: “Siamo molto soddisfatte del risultato, non era facile vincere questa partita, specialmente dopo esser andate in difficoltà nel secondo e terzo set. È mancata un po’ di lucidità nelle nostre scelte, però abbiamo avuto il merito di restare sempre attaccate alla partita. Nel quarto e quinto si è vista la nostra reazione e siamo riuscite a ribaltare l’andamento del match. Stiamo cercando di arrivare nel migliore dei modi alla Final Six, anche se non è facile disputare tutte le partite al massimo”. 

Sostieni Volleyball.it