Prima semifinale
Turchia – Brasile 0-3 (23-25, 15-25, 10-25) – il tabellino

NANCHINO – Nella prima semifinale della VNL femminile il Brasile restituisce alla Turchia il 3-0 subito nella semifinale della passata edizione ed ora attende la vincente tra Usa e Cina. La formazione di Guidetti gioca un buon primo set perso solo nel finale e resta in corsa sino al 10-12 nel 2° per poi sparire dal campo. La girandola di cambi del coach modenese stavolta non funziona ed il Brasile dilaga trascinato da Natalia (15 punti e 52% in attacco). Nelle verdeoro buono anche il contributo di Lorenne (50% in att. e 4 muri) partita dalla panchina ed ottima partita della palleggiatrice Macris e delle centrali Mara e Bia. Nella Turchia solo Karakurt raggiunge la doppia cifra (10 punti) e comunque chiude con un non irresistibile 37% in attacco.

SESTETTI – Il ritorno di Mara, prevedibile dopo le prestazioni negative di Carol, è l’unica novità nelle formazioni: Ozbay-Karakurt; Ismailoglu-Ercan; Akman-Gunes; Akoz da una parte e Macris-Paula; Gabi-Natalia; Mara-Bia; Leia dall’altra.

LA PARTITA 
1° set: La Turchia ottiene i primi break point con Ismailoglu (2-1) e con un muro (7-5), ma il Brasile risponde con un errore di Karakurt (7-7) ed un contrattacco di Mara (7-8). La partita resta equilibratissima con il Brasile che sbaglia troppo in battuta, mentre la Turchia trova un ace fortunoso con Ozbay: 11-10. Un attacco in rete di Ercan riporta avanti il Brasile (12-13) che resta a +1 anche al secondo time out tecnico: 15-16. Ismailoglu invade su una brutta alzata di Ozbay ed è 16-18. Un errore di Gunes dà il massimo vantaggio al Brasile (17-20), ma Karakurt capitalizza una difesa su Mara: 20-21. Sul 21-22 la Turchia si gioca il doppio cambio e pareggia con un muro di Akman su Natalia (22-22), che però si rifà dopo l’errore in battuta di Dilik (22-23) con il contrattacco del 22-24. L’errore in battuta di Ercan concede il set al Brasile al secondo set point: 23-25.

2° set: Resta in campo Lorenne (subentrata a metà 1° set, ma molto poco servita) al posto di Paula nel Brasile. La Turchia apre il set con 2 punti di Ismailoglu: 2-0. Il Brasile pareggia con Lorenne (4-4) e sorpassa con Natalia (5-6), ma la Turchia torna avanti con Ismailoglu (7-6). Ozbay perde un po’ di precisione: out di Gunes (9-10) e muro su Karakurt (10-12). Il Brasile trova il suo primo ace con Natalia su Ercan (12-15) e poi scappa a +4 con Lorenne: 14-18. Guidetti inserisce Baladin per Ercan, ma arriva il primo filotto di break point del match in favore del Brasile: contrattacco di Mara ben smarcata da Macris (14-19), muro su Baladin (14-20), muro di Mara su Akman (14-21), contrattacco di Gabi (14-22). Entra Dilik per Ozbay, ma la Turchia chiude il set con 2 errori in attaccco che fissano il 15-25.

3° set: Cambia formazione Guidetti. Gozde Yilmaz entra come opposta, Karakurt si sposta in banda (fuori Ercan) ed al centro c’è Kalac al posto di Gunes. Avvio negativo per le turche: contrattacco di Natalia (0-2), errore di Karakurt (1-4), invasione di Ozbay su ricezione filo rete (1-5) ed errore di Yilmaz (1-6). Natalia concede il 3-6, ma Macris riporta le sue a +5 con un bel tocco di seconda: 3-8. Va tutto bene al Brasile che sfrutta anche una difesa di piede di Bia per conquistare poi il 4-9 con la stessa Bia. Continua a cambiare Guidetti che fa entrare Dilik in palleggio e Boz come opposta, ma la Turchia non sfrutta nemmeno un raro errore di Macris e Lorenne ringrazia: 5-11. Ace di Macris (5-12) e dentro Ercan per Karakurt. Il Brasile tocca il +9 su un’invasione di Ismailoglu (6-15) ed il match sembra finito. Infatti la Turchia non si ritrova più ed il set termina con un pesantissimo 10-25 sull’ace di Bia.