VNL: Holt mura la Francia. Gli Usa vincono 3-1

Pool A
Usa – Francia 3-1 (25-16, 25-22, 23-25, 25-21) – il tabellino

CHICAGO – Gli Usa cominciano bene la F6 organizzata in casa battendo 3-1 la rimaneggiata Francia (assenti Ngapeth, Grebbenikov e Le Goff).

PIU’ E MENO – A fare la differenza sono il servizio (9 ace a 4) e soprattutto il muro: 16 a 5 il conto dei vincenti con uno scatenato Holt a segno addirittura 8 volte. Il centrale di Modena è anche il top scorer del match con 17 punti (64% in att. e 2 ace). Ottima prova anche per il compagno di reparto Smith (10 punti, 63% in att., 4 muri e 1 ace), mentre non brilla in attacco Anderson (5 su 18 in att.) che comunque si rifà in battuta (2 ace e molti break point favoriti). Nella Francia bene Patry con 17 punti e il 59% in att. e buon ingresso dalla panchina di Bultor (5 su 5 in att.), ma tutto il resto della squadra fatica parecchio.

SESTETTI – Dopo gli esperimenti della fase a girone Speraw schiera il sestetto tipo del mondiale con Christenson, Anderson, Sander, Russell, Holt, Smith e Shoji. La Francia risponde con Toniutti, Patry, Tillie, Clevenot, Chinenyeze, Le Roux e Nicolas Rossard libero.

LA PARTITA 
1° set: Gli Usa partono forte con un ace di Smith (1-0), un muro su Tillie (4-2) ed un ace di Christenson (7-4). La Francia abbozza una reazione con un ace (11-10), ma gli Usa ripartono ribaltando un punto con un’azzeccata chiamata di videocheck (13-10) e scappano via con un altro ace di Christenson (15-11) ed un contrattacco di Sander (16-11). Non molla Clevenot (ace del 17-14 e mezzo punto chiuso da Le Roux, 17-15), ma dal 19-16 gli Usa infilano addirittura 6 break point consecutivi con Anderson in battuta: punto in contrattacco (20-16), errore di Patry (21-16), ace (22-16), muro di Holt (23-16), altro ace (24-16) e altro muro di Holt (25-16). Sono 5 gli ace di squadra e 4 i muri di squadra per i nordamericani nel pirmo set.

2° set: C’è Lyneel per Tillie, ma la musica sembra la stessa del primo set. Ace di Russell (4-2) ed ennessimo muro di squadra per il nuovo massimo vantaggio: 6-3. La squadra di Speraw però rallenta il ritmo in battuta e non trova più break point. La Francia si avvicina su un fallo in palleggio di Christenson (6-5) e dopo 16 “cambipalla” consecutivi pareggia con un contrattacco di Lyneel: 14-14. Due errori consecutivi da posto 4 di Russell (16-18), mandano gli ospiti sul +2, ma sull’ottimo turno di battuta di Holt arrivano un’invasione di Chinenyeze (19-19) ed un muro su Lyneel (20-19). Il centrale di Modena fa un altro ace (21-19) e gli Usa arrivano al set-point sul contrattacco di Russell (24-21). Chiude l’errore in battuta del da poco entrato Rossard.

3° set: Per la Francia c’è Brizard (subentrato nel corso del set precedente) al posto di Toniutti. Due break point per parte in avvio (6-6), poi gli Usa allungano: muro di Smith su Clevenot (7-6), attacco sull’asta di Lyneel (8-6), ace di Sander (10-7) ed ancora muro dei padroni di casa (11-7). Dentro Bultor per Le Roux. La Francia non molla e torna in carreggiata con 2 ace di Lyneel (12-11) ed un errore di Anderson (12-12). E’ Patry in contrattacco a spezzare una serie di 12 “cambipalla”: 18-19. Clevenot capitalizza una gran difesa dei compagni (20-22) con un tocco astuto e gli Usa non riescono più a pareggiare. Chiude Bultor (23-25) che resterà in campo sino al termine.

4° set: Gli Usa tornano a fare break: 2-0 e poi muro di Holt su Clevenot per il 4-1 e contrattacco di Sander (5-1). Dentro Rossard per Lyneel. La Francia rosicchia 2 break point (6-4 e 6-5), ma Smith mura Rossard (9-6). Dopo un errore in battuta Anderson lascia il posto a Patch, ma ci pensa Holt a propiziare il 14-10 dai 9 metri. Sander incappa in una murata (15-12), ma Patch conferma il +3 murando un contrattacco ospite (18-15). Torna Anderson e sul suo turno di battuta gli Usa piazzano un altro muro: 19-15. Torna Lyneel per Rossard, ma il distacco resta invariato sino al 25-21 firmato Anderson.

Sostieni Volleyball.it