Pool B
Brasile – Iran 3-2 (25-20, 25-23, 24-26, 20-25, 15-10) – il tabellino

Classifica: Polonia 2v-0p 5p (6sv-3sp), Brasile 1v-1p 3p (5sv-5sp), Iran 0v-2p 1p (3sv-6sp)

CHICAGO – Dopo una maratona di circa 2 ore e 45 minuti il Brasile ha sconfitto al tie-break l’Iran ed è l’ultima semifinalista della VNL eliminando la formazione asiatica.

La formazione di Dal Zotto si è portata sul 2-0 (rimonta dal 18-21 nel 2° set), ma nel 3° set non ha completato la rimonta dal 17-21 e nel 4° set ha sprecato un vantaggio di 14-10. Nel tie-break l’Iran ha assaporato il successo sul 5-8, ma ha poi subito il gran finale della formazione verdeoro (Alan protagonista nel frangente) complice anche qualche discussione con l’arbitro Zenovich.

PIU’ E MENO – Fatica in ricezione e in attacco (37% Lucarelli, 31% Wallace, 40% Alan, 42% Mauricio Borges e 25% Douglas Souza) il Brasile, ma i sudamericani compensano con i 6 di Lucarelli ed il buon contributo dei centrali (14 punti con 6 muri Lucas, 12 con 3 muri Flavio). Nell’Iran gran serata per Ebadipour (22 punti, 56% in att., 2 muri e 2 ace) e Mousavi (18 punti, 55% in att., 4 muri e 3 ace), ma la formazione di Kolakovic paga i 33 errori contro 20.

I SESTETTI – Renan lascia a sorpresa Bruno e Leal in panchina e parte con Cachopa-Wallace; Lucarelli-Douglas Souza; Flavio-Lucas; Thales Hoss (libero di ricezione) e Maique (libero di difesa). Nell’Iran c’è Mojarad al posto di Shafiei come nel finale di ieri, per il resto giocano i soliti Marouf-Ghafour; Purya Fayazi-Ebadipour; Mousavi e Hazraatpour libero.

LA PARTITA
1° set: Primo set in equilibrio sino al 5-5, poi dal 6-5 il Brasile fa il vuoto con 7 break point sul turno di battuta di Lucarelli: doppio ace (8-5), errore Mousavi (9-5), terzo ace (10-5), pipe di Lucarelli (11-5), contrattacco di Douglas (12-5), fallo di seconda linea di Ghafour (13-5). Già dalla seconda parte del parziale si capisce però che non sarà una serata facile per il Brasile: Douglas sbaglia in ricezione (13-7) e in attacco (13-8) e poi prende anche la murata del 15-10. Non passa nemmeno Wallace (15-11), poi vacilla la ricezione: slash del 16-13 (dentro Mauricio Borges per Douglas Souza) ed errore di Thales sul servizio di Mojarad: 18-16. Wallace riporta i suoi a +4 (20-16), ma l’Iran risale incredibilmente a -1 col contrattacco di Ghaemi (entrato per Purya Fayazi che tornerà nel finale di set) e l’ace di Ghafour: 20-19. Tre punti consecutivi di Flavio ed un errore di Purya Fayazi (24-19) rilanciano però il Brasile che chiude 25-20.

2° set: Resta in campo Mauricio Borges. Come nel primo set Lucarelli lancia la fuga con 2 ace (7-4). Dopo un break point per parte (9-8, 11-8), l’Iran (che perde per infortunio Mojarad e deve far entrare al suo posto Shafiei) mette la freccia: errore in ricezione di Lucarelli (11-10), fallo in attacco di Mauricio Borges (14-14) e slash su ricezione lunga: 14-15. Il Brasile rimette il naso avanti (16-15), ma l’Iran sorpassa di nuovo e allunga: contrattacco di Ghafour (16-17), ace di Ebadipour (17-19) e contrattacco del 18-21. L’Iran pasticcia però nel momento decisivo: prima subisce 2 murate e poi attacca out con Mousavi: 21-21. Wallace trova l’ace del sorpasso (23-22), Purya Fayazi non trova le mani del muro (24-22) e Lucarelli porta a casa il set (25-23).

3° set: Stavolta è l’Iran ad allungare per primo e scappa sino all’1-5 (murato Wallace). L’Iran resta in vantaggio e sul 12-15 Renan fa entrare Bruno ed Alan che restano in campo fino a fine set. Proprio Bruno piazza il muro del -2 (16-18), ma Thales sbaglia in ricezione e Lucarelli non riesce a rimediare in attacco (17-21). Il Brasile però rimonta con 2 muri consecutivi di Flavio (21-22) e poi un altro muro su Purya Fayazi propiziato dalle gran difese di Bruno: 22-22. Il Brasile avrebbe anche la palla del sorpasso, ma è Ebadipour a vincere uno scambio prolungato: 23-24. Mauricio Borges salva il primo set point, ma Flavio sbaglia il servizio ed Ebadipour chiude in contrattacco: 24-26.

4° set: Restano in campo Bruno ed Alan che firma a muro il primo doppio vantaggio del set: 10-8. Il Brasile allunga con un altro muro (11-8) ed un raro errore di Ebadipour (12-8), ma dal 14-10 perde completamente la bussola. Prima arrivano due ace con la battuta float per Mousavi (14-13) e poi sale in cattedra Ebadipour: contrattacco del 15-15 e due muri su Alan: 15-17. Renan fa entrare Cachopa e Wallace, ma Ebadipour colpisce ancora in rigiocata dopo una difesa su Lucas: 15-18. Dentro anche Leal per Mauricio Borges. Lucas punisce un’incertezza iraniana (18-19), ma non è serata per Wallace murato da Mousavi (18-21). Leal mette a segno l’unico attacco a disposizione (19-21), ma torna in panchina dopo aver sbagliato il servizio (19-22). Ghafour firma il contrattacco del 19-23 e l’Iran chiude al primo tentativo sul fallo di seconda linea di Mauricio Borges: 20-25.

5° set: Mescola ancora le carte Renan che stavolta parte con la diagonale Bruno-Wallace. I primi break point sono però dell’Iran: muro di Mousavi su Mauricio (1-2), errore in attacco di Flavio (4-6) e contrattacco di Ebadipour dopo difesa su Flavio (4-7). Ancora doppio cambio di Renan con Cachopa ed Alan e sono i due neoentrati a confezionare il sorpasso dopo il cambio di campo (5-8). Contrattacco di Alan (7-8), tocco a rete di Cachopa dopo azione confusa con lunghe proteste iraniane (8-8), ace di Alan (9-8) e ancora contrattacco di Alan (11-9). Lucarelli sale a 6 personali (12-9). Sul 13-10 Leal entra per alzare il muro ed arrivano i punti della vittoria brasiliana: contrattacco di Lucas (14-10) e muro di Leal su Ghafour (15-10).