7° GIORNATA
GIAPPONE – ITALIA 1-3 (25-23 15-25 27-29 21-25) – Il tabellino
VARNA – La prima partita della Pool 10 della Volleyball Nations League porta in dote all’Italia una vittoria per 3-1 contro il Giappone. Una lunga battaglia che ha tenuto in campo le squadre per più di due ore ma che ha dimostrato il valore della giovane formazione tricolore che non si è lasciata innervosire dal risultato del primo set, vinto dagli avversari, ma ha saputo reagire e rimanere in partita conquistando il quinto successo in questa competizione.
SESTETTI – Per l’avvio del match il ct Chicco Blengini schiera Cavuto, Anzani, Giannelli, Antonov, Russo, Nelli e il libero Balaso. Dall’altra parte della rete il Giappone risponde con Fujii, Ishikawa, Yamauchi, Nishida, Yanagida, Ri e il libero Yamamoto.
LA PARTITA  – E’ il Giappone a trovare l’avvio giusto di gara: la formazione di coach Nakagaichi si porta in vantaggio (5-3) ma gli azzurri ritrovano l’intesa e con Cavuto, Anzani e Nelli a segno, sono avanti di una lunghezza al primo time out tecnico (7-8). Un efficace turno in battuta di Fujii (per lui 2 ace consecutivi) dà nuovo slancio all’azione giapponese (13-11) e l’Italia si trova a dover recuperare. Pronta la reazione azzurra con un lungo turno al servizio di Antonov e, con buon gioco in attacco e a muro, i ragazzi di Blengini sono di nuovo avanti al secondo time out tecnico (15-16). Gli avversari riagguantano il pareggio e sorpassano (21-19), fuori Cavuto per Candellaro in battuta, Anzani sempre presente a rete l’Italia torna in vantaggio (21-23). Gli azzurri subiscono la rimonta giapponese ispirata da un gran turno di battuta di Ishikawa e sono gli avversari a conquistare il primo set (25-23).
Il secondo set si apre con le due formazioni in perfetto equilibrio (6-6). Son gli azzurri a trovare lo spunto giusto: un ace di Russo segna il +5 a favore dell’Italia (7-12) e induce Nakagaichi al time out. Il set diventa quindi un lungo monologo azzurro con il muro e l’attacco tricolore a fare la differenza (12-22). Gli azzurri pareggiano i conti nel computo dei set (15-25).
Nakagaichi cambia mezza squadra con Sekita, Takano ed Onodera per Fujii, Yanagida e Ri. Parte subito fortissimo l’Italia che si porta avanti e allunga (4-9). Pronta la reazione del Giappone che ricuce e sorpassa piazzando un break di 8 punti (14-11) grazie ad uno strepitoso turno di battuta di Otake, da poco subentrato a Nishida (dentro anche Koga per Yamamoto nel ruolo di libero). Il neo entrato Lavia (per Antonov) sblocca lo score tricolore e il muro torna a farsi sentire (14-14). Il videocheck sancisce il nuovo allungo azzurro (17-19). Il concitatissimo finale di set premia gli azzurri che si portano avanti 1-2 (27-29).
Il quarto set si apre con un primo allungo dell’Italia che si porta sul +3 (6-9) ma subisce la reazione avversaria con il Giappone che pareggia i conti (12-12). Le due formazioni procedono quindi appaiate per un lungo tratto (17-17). Sono gli azzurri a trovare quindi lo spunto giusto per allungare il passo e chiudere set e partita (21-25).

PROGRAMMA – Domani, per la seconda gara del terzo round di VNL, l’Italia affronterà alle 16 l’Australia.

IL ROSTER DELL’AUSTRALIA – 1. Beau Graham, 2. Arshdeep Dosanjh, 8. Trent O’Dea, 9. Max Staples (Capitano), 10. Jordan Richards, 11. Luke Perry, 12. Nehemiah Mote, 13. Samuel Walker, 15. Luke Smith, 18. Lincoln Alexander Williams, 22. Curtis Jeffrey Arthur Stockton, 23. James Weir, 24. Elliott Viles, 25. Jordan Colotti. All. Mark Lebedew.