Pool B
Brasile – Polonia 2-3 (23-25, 25-23, 21-25, 25-21, 9-15) – il tabellino

CHICAGO – Parte subito con un risultato a sorpresa la Final Six della VNL maschile. La Polonia di Heynen, pur avendo lasciato a casa tutti i big a preparare il girone di qualificazione olimpica (per il quale non recupererà in tempo Kurek che probabilmente salterà anche gli Europei), ha sconfitto 3-2 il largamente favorito Brasile grazie in primis ad una prestazione molto convincente a muro. Alla fine è festa per il pubblico di Chicago, moltissimi infatti i tifosi polacchi che hanno sostenuto a gran voce la proprio squadra.

PIU’ E MENO – Senza contare i muri passivi sono infatti 12 a 7 in favore dei biancorossi i muri vincenti (5 per l’ottimo Klos che ha fatto registrare anche un convincente 75% in att.). Il Brasile invece ha faticato a trovare continuità nella fase di cambiopalla (sostituito Bruno dopo 3 set) ed ha pagato la giornata opaca in attacco di Leal (38% di vinc.), positivo nelle pipe, ma deficitario da posto 4.
Pesa nell’economia del match il clamoroso break di 3-12 incassato dal Brasile nel cuorde del 3° set (da 16-11 a 19-23).

SESTETTI – Brasile in campo con Bruno, Wallace, Leal, Lucarelli, Lucas, Flavio (un po’ a sorpresa preferito ad Isac), Thales libero di ricezione e Maique libero di difesa. Heynen risponde con Komenda, Kaczmarek, Bednorz, Kwolek, Huber, Klos e Popiwczak.

LA PARTITA 
1° set: Brasile subito in difficoltà: invasione in attacco di Leal (0-2), ace di Klos (1-4) e contrattacco di Kaczmarek (1-5). I verdeoro però recuperano subito: ace di Leal (3-5), contrattacco su secondo tocco di Leal (5-6), contrattacco di Wallace (8-8) ed ace di Lucarelli (9-8). Klos riporta avanti i suoi murando Leal (10-11), ma poi è Kwolek ad incocciare 2 volte contro il muro di Bruno e Flavio: 16-14. Heynen si gioca il doppio cambio con Janusz e Muzaj e l’opposto (dopo il massimo vantaggio firmato Leal, 17-14) ripaga il coach con 2 muri consecutivi su Lucarelli: 17-17. Il set si decide dunque nel punto a punto finale: Kaczmarek (rientrato) firma il 19-20 e poi sbaglia (21-20). Bednorz riporta avanti i suoi murando Leal (21-22), poi è Huber a fermare l’attacco a 2 mani di Wallace (22-24). Lucarelli salva il primo set point ed ha anche la palla del pari, ma attacca out: 23-25.

2° set: Il Brasile scappa subito avanti: pipe di Leal (2-0), out di Kaczmarek (5-2), contrattacco di Wallace (6-2). Il vantaggio però dura poco: contrattacco di Bednorz (6-4), slash di Klos su ricezione negativa (8-7) e muro di Klos su Wallace (9-9). Il Brasile si ci riprova con un muro su Kaczmarek (11-9) ed un contrattacco di Wallace (13-10), ma anche stavolta la Polonia risponde: Huber punisce la ricezione lunga di Thales (14-13) e poi mura Wallace (14-14), Bednorz firma il sorpasso (14-15). Le 2 squadre si alternano al comando: 16-15, 17-18 e 19-18 sul contrattacco di Lucas. Si procede punto a punto sino all’errore in attacco di Bednorz (24-22) che poi sbaglia anche al servizio: 25-23.

3° set: Nella Polonia c’è MuzajPartenza combattuta: 10-10 con 4 break point del Brasile e 3 della Polonia. Dal Zotto cambia Leal con Douglas Souza. Il Brasile trova un allungo importante sul turno di battuta di Wallace: contrattacco di Flavio (13-11), fallo di Komenda (14-11), ace di Wallace (15-11) e cartellino rosso per proteste ad Heynen (16-11). La Polonia però risponde alla grande: doppio contrattacco di Bednorz (16-14), ace di ace Janusz (entrato per il doppio cambio) su Douglas (16-15) e contrattacco di Kaczmarek (17-17). Sul 19-19 tornano Komenda e Muzaj. Finale di set pessimo per i verdeoro: errore di Lucarelli (19-20), contrattacco di Kwolek (19-21), torna Leal (1/5 in att. per Douglas) ed è subito murato in posto 2 (19-22), dentro Isac e fuori Lucas, liscio tra Bruno e Isac (19-23), dentro Cachopa per Bruno. Lucarelli fa il break che accorcia le distanze (21-23), ma la Polonia chiude alla prima occasione con un ace su Thales (21-25).

4° set: Per il Brasile restano in campo Cachopa, Isac ed il rientrante Leal. Wallace (2-0) e Lucarelli (4-1) fanno partire bene il Brasile. Bednorz accorcia (4-3), ma è murato da Cachopa (6-3). Flavio (7-3) e Wallace (8-3) allungano ed anche se la Polonia torna sotto (12-9 e poi 15-13 firmato Muzaj) stavolta il Brasile non si fa raggiungere. Nel finale la Polonia interrompe una lunga serie di “cambipalla” con un contrattacco di Muzaj (22-21), ma Leal (23-21), Wallace dopo difesa su Muzaj (24-21) ed ancora Leal (pipe) chiudono il set (25-21).

5° set: Primo break point sull’attacco out di Flavio: 2-4. Bednorz allunga dopo un errore in ricezione del Brasile: 2-5. Sul 3-6 Heynen si gioca il doppio cambio, ma Kaczmarek concede il 5-6 e Wallace pareggia capitalizzando una difesa su Kwolek: 6-6. Cachopa invade su una ricezione filo rete (7-9) e la Polonia vola a +3 col muro di Klos su Leal (7-10). Sull’8-11 dentro Mauricio Borges per Leal in seconda linea, ma Lucarelli non chiude e Bednorz affonda il colpo: 8-12. Il Brasile alza bandiera bianca con 2 errori consecutivi di Wallace: 8-14. Il 9-15 è di Bednorz.