VNL: La Russia ridicolizza il Brasile e lancia la sfida alla Francia

3962
La Russia umilia il Brasile nella seconda semifinale

Seconda semifinale
Russia – Brasile 3-0 (25-17, 25-18, 25-14) – il tabellino

LILLE – Nella seconda semifinale la Russia dà una prova di forza convincente e strapazza un brutto Brasile 3-0. Per il team di Renan è una débacle quasi senza precedenti: a memoria non riusciamo a ricordare una sconfitta dei sudamericani con addirittura 26 punti di scarto.

PIU’ E MENO – Match a senso unico in cui la Russia domina in tutti i fondamentali: 60% a 41% negli attacchi vincenti; 10 a 2 il conto dei muri; 6 a 3 quello degli ace che non tiene nemmeno conto dei vari “mezzi punti” ottenuti dal servizio russo. Brasile anche più falloso con 20 errori contro 16. 4 giocatori in doppia cifra per la Russia, 0 per il Brasile.

FORMAZIONI – C’è Kabeshov al posto di Sokolov come libero nella Russia che per il resto conferma Kovalev-Mikhaylov; Volkov-Kliuka; Volvich-Muserskiy. Con l’infortunato Mauricio Borges a referto da 2° libero formazione pressoché obbligata per Renan: Bruno-Wallace; Lucas Loh-Douglas Souza; Mauricio Souza-Lucas Saatkamp e Thales Hoss libero.

LA PARTITA 
1° set: Mauricio Souza apre il match con un ace su Volkov (0-1) e Wallace approfitta di una difesa su Mikhaylov (1-3), ma la Russia rientra con un contrattacco di Kliuka (6-6) e passa in vantaggio col muro di Volvich su Douglas Souza: 8-7. Mikhaylov non trova le mani del muro da posto 4 (9-10), ma sul turno di battuta di Volvich la Russia fa il vuoto: contrattacco di Volkov (12-11), errore di Wallace (13-11), muro di Mikhaylov su Lucas Loh (14-11), muro di Volkov su Wallace (15-11), ace su Douglas Souza (16-11). Sul 18-13 il Brasile si gioca la carta del doppio cambio, ma cambia poco. Douglas Souza sbaglia in pipe (19-13), Volkov (20-13) e Muserskiy (22-14) vanno a segno dai 9 metri e Volvich affonda il primo tempo del 25-17.

2° set: Dopo un break point per parte (1-0 e 1-2) la Russia allunga subito con 2 contrattacchi di Volkov (3-2 e 6-4) ed il muro di Muserskiy su Lucas Loh (7-4) che viene sostituito dal quasi esordiente Victor Birigui. Wallace attacca in rete (8-4), poi la Russia spreca 2-3 occasioni per allungare ulteriormente, ma ci riesce comunque poco dopo metà set con un altro contrattacco di Volkov: 14-9. Brasile pressoché inesistente in fase di contrattacco e la Russia dilaga con un muro di Kovalev (18-11 e doppio cambio del Brasile) ed un contrattacco di Kliuka (21-13). Finisce senza scossoni 25-18 sull’errore in battuta dell’appena entrato Isac.

3° set: Renan lascia in campo Victor Birigui e si gioca la carta William per Bruno, ma la Russia va subito in fuga: errore di Victor Birigui (2-0), contrattacco di Kliuka (3-0), attacco di Volvich dopo muro quasi a punto su Lucas (5-1). La Russia continua a dare spettacolo con Muserskiy: contrattacco del 7-2 e muro su Wallace per il 10-4. Non passa nemmeno Vicotr Birigui ed è 12-5. L’ace di Isac (13-8), inserito solo per il servizio, fa il solletico agli ingordi russi che non rallentano e continuano ad affondare i verdeoro: ace di Mikhaylov (17-10), contrattacchi di Muserskiy (18-10) e Mikhaylov (19-10), ace di Volkov (21-11). Kliuka chiude in bellezza con un altro ace: 25-14.

Sostieni Volleyball.it