VNL M.: Azzurri vincenti con la modesta Australia. 3-0. Pinali top scorer con 14 punti

9° GIORNATA
Australia – Italia 0-3
(20-25, 22-25, 14-25)
Australia: Graham 6, Dosanjh 4, O’Dea 6, Mote 8, Smith 7, Senica 1, Perry (L), Taylor 5, Azeez 1, Aubrey 0. N.e. Garrett, Weir, Butler, Greber (L). ALL. Miranda.
Italia: Galassi 13, Sbertoli 1, Michieletto 13, Pinali 14, Cavuto 6, Mosca 6, Balaso (L), Spirito 0, Vitelli 0, Recine 0, Federici (L). N.e. Cortesia, Bottolo, Gardini. All. Valentini
Arbitri: Maroszek (POL), Macias (MEX)
Durata Set: 28′, 33′, 30′.
Australia: 3 a, 15 bs, 5 mv, 22 et.
Italia: 1 a, 10 bs, 4 mv, 18 et.

RIMINI – L’Italia torna alla vittoria, la quarta in questa VNL, e lo fa con il fanalino di coda Australia, ferma ancora a zero punti, col punteggio di 3-0 nella giornata che chiude la “week 3” della nazionale guidata dal tecnico calabrese Antonio Valentini. Galassi ritrova il campo dopo lo stop a causa di un affaticamento muscolare che lo ha tenuto fuori nelle ultime due gare e fa coppia con Leandro Mosca che riceve ancora la fiducia di Valentini mentre la diagonale palleggiatore opposto è affidata a Sbertoli e Pinali. Spazio ad Oreste Cavuto in banda insieme al miglior realizzatore azzurro di questa VNL, Alessandro Michieletto con Fabio Balaso libero. Indisponibile per la gara di oggi Gabriele Nelli, fermo per un risentimento muscolare alla coscia sinistra.

Pinali top scorer

L’ANALISI – Buona prova corale per gli azzurri che sono riusciti a far valere il proprio gioco di fronte ad un’Australia che, soprattutto nel secondo set, ha provato a tener testa all’Italia di fronte ad un Pinali in versione best scorer, 14 punti oggi per lui, ma anche del solito Michieletto e di Galassi che al suo ritorno firma 13 punti. Ad orchestrare il gioco oggi un lucido Riccardo Sbertoli che ha sfruttato tutti i suoi attaccanti servendo tanto gli schiacciatori quanto i centrali e mettendo la firma anche tra i marcatori di oggi con un block out nel corso del primo set.
Cresce il gioco azzurro con un gruppo che, alla sua prima volta insieme, sta facendo esperienza per crescere in ottica futura di fronte a squadre attrezzate per fare bene non solo in questa VNL ma anche nel torneo olimpico.
La vittoria di oggi porta l’Italia a quota 4 vittorie con 11 punti avanti all’Argentina, passata per quoziente set, e si proietta alla “week 4” dando appuntamento a martedì 15 giugno alle 16.30 per la sfida con gli USA, gara che sarà trasmessa in diretta su La7.

HANNO DETTO
Riccardo Sbertoli “Siamo contenti per oggi, sono orgoglioso della mia squadra, era una partita da non sottovalutare quella con l’Australia. Il nostro obiettivo era di vincere 2 delle 3 gare di questa week. Ad inizio torneo abbiamo avuto qualche problema ma giorno dopo giorno stiamo migliorando il nostro gioco. Siamo un gruppo giovane, è normale avere delle difficoltà ma ora stiamo lavorando per far bene. Sono contento e ci approcciamo alle prossime gare con impegno, saranno sfide complicate. Penso che l’attacco è stata la chiave della gara di oggi per noi. Sono soddisfatto di come stanno andando le cose, soprattutto per l’approccio che stiamo avendo in queste gare. Non abbiamo un giocatore che spicca in questa squadra, la cosa che ci caratterizza è sicuramente il gruppo”.

LA PARTITA – La firma del primo punto del match è di Giulio Pinali che a muro ferma l’attacco australiano per l’1-0. Un’invasione aerea sul tentativo di palleggio di Sbertoli vale il 3-2 per l’Italia. Il feeling tra Sbertoli e Mosca, insieme a Milano, vale il punto del 4-2. La difesa di Balaso prima e la palla spinta bene sul muro avversario di Michieletto, portano l’Italia avanti 7-3. Al primo time out tecnico Italia avanti 8-4 grazie ad un primo tempo vincente di Mosca. Sbertoli si inventa attaccante e sull’alzata di Michieletto non ci pensa su un attimo e chiude con il block out che vale il 9-4. L’Australia accorcia le distanze e si porta a cinque lunghezze dagli azzurri che mantengono il vantaggio 11-6. L’ace di Smith, il miglior realizzatore tra gli australiani fino ad oggi, vale l’ottavo punto per l’Australia contro i 12 dell’Italia. Al secondo time out tecnico Italia avanti 16-11 con un primo tempo vincente d i Mosca, cercato spesso oggi da Sbertoli. Al ritorno in campo ancora Mosca a segno, suo il muro del 17-11. L’Italia mantiene il vantaggio ma l’errore di Michieletto al servizio porta gli australiani sul 16 contro i 20 dell’Italia. Michieletto attacca out dopo un recupero fantastico di piedi di Perry, Italia avanti 21-17. L’Australia non molla, il primo tempo di O’Dea vale il 23-20 ma Michieletto consegna all’Italia la prima palla set sul 24-20. L’errore in attacco di Graham chiude il set a favore degli azzurri 25-20.

Nel secondo set Valentini conferma il 6+1 iniziale. Fase di avvio abbastanza equilibrata, l’attacco vincente di Smith vale il 3-4 con gli azzurri avanti di una lunghezza, parità raggiunta con un errore in attacco di Michieletto che manda out il pallone del 4-4. Un altro errore di Michieletto in attacco, funziona il muro australiano, porta in vantaggio Smith e compagni 5-4. Cavuto porta l’Italia avanti 8-7 al primo time out tecnico ma l’Australia ritrova il vantaggio 9-7 su errore dello stesso Cavuto in attacco. L’ace di Pinali riporta l’Italia avanti di una lunghezza 11-10. Squadre avanti a braccetto fino al secondo time out tecnico che vede l’Italia avanti di una lunghezza 16-15. L’Italia prova ad allungare, il primo tempo di Galassi vale il 17-15. L’australia tiene testa all’Italia, gli azzurri mantengono però i due punti di vantaggio 21-19. Valentini chiama Cavuto, al suo posto Recine e Pinali continua a macinare punti, 22-20 a favore dell’Italia. Spazio anche per Vitelli che prende il posto di Mosca. Il muro di Galassi e Michieletto ferma l’Australia e firma il 23-20 per l’Italia che manda in campo Spirito per Sbertoli per una sola rotazione, torna in campo subito Sbertoli. L’errore al servizio di Aubrey vale il 24-21 per gli azzurri. Un gran primo tempo di Galassi chiude il secondo set 25-22.

Il terzo set comincia con il 6+1 iniziale, col ritorno in campo di Oreste Cavuto. Sbertoli sfrutta Galassi che mette a terra il 4-2 a favore dell’Italia. Michieletto prova a staccare l’Australia, il suo ace porta gli azzurri sul +3, 5-2 e ancora il centrale del Vero Volley, questa volta con un pallonetto, firma il 6-3.  Il vantaggio azzurro diventa +4, al primo time out tecnico Italia avanti 8-4 col pallonetto vincente di Cavuto. Michieletto da seconda linea mette a terra il punto dell’ 11-5 per l’Italia che diventa +7 sul 12-5. Giallo per proteste a Dosanjh da parte di Maroszek, primo fischietto di questa gara. Sale il nervosismo in campo con l’Australia che cerca di contenere l’avanzata azzurra che arriva al secondo time out tecnico sul punteggio di 16-9. L’Italia raggiunge il massimo vantaggio, +9, sul 19-10. Il muro di Michieletto su Azeez porta l’Italia sul 23-13 mettendo in cassaforte il match, ed & egrave; lo stesso Michieletto che conquista il primo match point sul 24-14. Match chiuso dal muro di Pinali per il definitivo 25-14.

IL TABELLINO FIVB

Sostieni Volleyball.it