VNL M.: La lezione di Velasco. L’Argentina ci supera 3-0

4057

Giornata 6
ARGENTINA – ITALIA 3-0 (25-19, 33-31, 25-20)  – il tabellino

Gli organicila classificaIl calendarioTop scorer

SAN JUAN – L’Italia chiude questo secondo round in Argentina con un altro ko dopo quello della prima giornata contro il Canada. La nazionale italiana è stata sconfitta dai padroni di casa con il punteggio di 3-0 al termine di una gara in cui non si è mai espressa sui suoi livelli, sbagliando molto e dando così la possibilità ai padroni di casa di aggiudicarsi il loro primo successo nel torneo. 

Perso senza troppi sussulti il primo set gli uomini di Blengini hanno sprecato la loro grandissima occasione di impattare la gara nel secondo quando si sono fatti annullare addirittura otto palle set. 

A quel punto il contraccolpo psicologico è stato inevitabile e non sono più riusciti a cambiare l’inerzia della gara scivolata via senza riuscire a reagire.   

Domani mattina la squadra lascerà San Juan per dirigersi a Buenos Aires da dove partirà alla volta di Osaka via Francoforte. L’arrivo in Giappone è previsto nella notte tra martedì e mercoledì (orario italiano). 

IN CAMPO – Blengini ha confermato lo schieramento di ieri sera contro l’Iran che prevede Giannelli palleggiatore, Zaytsev opposto, Randazzo e Juantorena martelli, Anzani e Cester centrali e Colaci libero. L’Argentina è stata schierata con Cavanna in palleggio, Facundo Conte sulla sua diagonale, Poglajen e Lopez schiacciatori, Solè e Loser centrali con Danani libero.

LA PARTITA – Nel primo set gli azzurri sono apparsi sottotono mostrando lacune in ricezione, fattore che ha inevitabilmente condizionato l’intera manovra che non è quindi riuscita a essere sviluppata come nelle migliori occasioni. Gli uomini di casa, sospinti dal proprio pubblico, hanno invece mostrato grande voglia di fare mettendo in difficoltà l’Italia. 

Il secondo parziale è iniziato con una veemente reazione dei ragazzi di Blengini scesi in campo più convinti dei propri mezzi e capaci di mettere da subito alle corde i sudamericani. In generale le cose sono apparse migliorate in tutti i fondamentali, anche se gli argentini sono stati comunque bravi a non disunirsi troppo riuscendo a mantenere uno svantaggio minimo (22-19, 23-21, 23-22). Al contempo Giannelli e compagni hanno cominciato a mostrare qualche cenno di cedimento sbagliando molto e permettendo a Conte e compagni di acquisire una sempre maggiore consapevolezza. Il finale di parziale è stato a dir poco avvincente con l’Italia che è arrivata a sprecare ben otto palle set; l’incapacità di chiudere il parziale ha naturalmente galvanizzato gli argentini che, invece, alla seconda possibilità hanno fatto loro il set chiudendo sul 33-31 e potandosi così sul 2-0.

Terzo e conclusivo set con Baranowicz e Mazzone in campo ma nel quale lo scenario generale non è cambiato con gli argentini costantemente alla guida del match e con gli azzurri incapaci di reagire non riuscendo mai a contrapporsi agli attacchi degli uomini di Velasco. Blengini ha ruotato diversi dei suoi uomini ma in generale nulla è cambiato. 

“Io tifo azzurro” la T-Shirt dei tifosi dell’Italia

 

 

Sostieni Volleyball.it