VNL M.: L’Italia secco ko con la Russia, troppo “più squadra”. Ciao Final6

3044

Pool 20
ITALIA – RUSSIA 0-3
 (21-25 22-25 20-25) – il tabellino

MODENA – La rincorsa dell’Italia alla Final Six di Lilla si chiude qui. Lo 0-3 con cui la Russia ha superato l’Italia nella gara di apertura della tre giorni di Modena dice tutto. Italia troppo poco incisiva in attacco, poco capace di mostrare un gioco all’altezza di una Russia che è sembrata sonnecchiare e dare zampate violente nei momenti clou dei set.

L’Italia è mancata, perché l’Italia non c’è. Oggi non c’è. E’ una squadra che non si allena da quando è iniziato questo torneo, che ha cambiato roster con un ritmo di turnover impressionante, che non ha potuto mettere mattoncini e costruire. Con la Francia domani e con gli USA domenica sarà un’altra cosa. Senza assilli, con un occhio non a Lilla ma a settembre, al Mondiale italiano.

PIU’ E MENO – Non sono bastati i 15 punti di Zaytsev (forse troppo smanioso di ben figurare nel suo nuovo Palasport: 38% in attacco), i 10 di Lanza e i 10 di Maruotti per strappare un set ai russi. La Russia ha fatto meglio a muro (7 a 4), al servizio 6 ace (9 sbagliate) contro i 4 ace azzurri e 15 errori; attacco 52% a 42% e nelle percentuali di attacco: 52% di positiva e 24% di perfetta contro la rice azzurra: 48% di positiva e 20% di perfetta. 23 gli errori azzurri (10 nel primo set), 13 quelli russi (0 nel terzo set). A livello individuale per i russi hanno fatto la partita Muserskiy (12 punti, 82% in attacco) e Kliuka (12 punti, 58%).

SESTETTI  – Italia nella formazione più attesa rispetto al roster a disposizione di Blengini: Giannelli – Zaytsev, Cester – Anzani al centro, Lanza-Maruotti in posto 4, Colaci libero. Quella che ad oggi potrebbe essere la base della squadra per Mondiale, con Osmany Juantorena al posto di Maruotti. La Russia schiera Kovalev in regia, Poletaev opposto (esordio stagionale dopo problemi fisici), Volkov e Kliuka in 4, Philippov (ma presto sostituito in tutti i set da Muserskiy) e Vlasov al centro, Kabeshov libero.

LA GARA  – Buon avvio azzurro (8-6) contro una Russia senza la sua stella Muserskiy.  Zaytsev sbaglia un rigore a porta vuota (Giannelli lo smarca in 2 senza muro, ma l’opposto esagera e  spara out: 12-13).  Volkov trova l’ace del +2 (14-16) su Maruotti. Muserskiy fa la sua apparizione e la Russia tiene il pallino del gioco con l’Italia che si aggrappa alle giocate di Lanza (6 punti per lui nel set). Russia a +3 quando Colaci non trattiene in rice il servizio di Poletaev, chiude Kliuka: 17-20. Volkov chiude il 21-25 che denota una Italia leggera in fase conclusiva e imprecisa (10 errori, 7 battute sbagliate).

L’Italia accusa il colpo: 2-5, 5-8. Lanza firma un uno-due che cuce il gap (8-9), Giannelli un ace nettissimo: 9-9. Kliuka sbaglia un appoggio: 10-9, sorpasso Italia, rientra Muserskiy. Il turno di battuta di Lanza vale il 13-10 con cambio di regia russo. Kobzar rileva Kovalev. Viaggia ai 112 km/h l’attacco di Zaytsev per il 19-16, suo anche il contrattacco del 20-16, bel punto sulle mani del muro russe. E’ però il canto del cigno degli azzurri che da qui in poi lascano l’iniziativa all’avversario. Giannelli regala il cambiopalla con il servizio out, poi la Russia alza il muro: Muserskiy su Anzani e Kliuka su Zaytsev. Cester spara out (22-22), Poletaev tira su Maruotti, Muserskiy firma un ace (22-24), Poletaev firma il 22-25.

L’Italia non c’è quasi più… Lanza accusa in ricezione, siamo 1-4, entrano Parodi e Mazzone per Lanza e Cester. Kliuka chiude la rigiocata 1-5. Gli azzurri si aggrappano al match con le unghie e tornano anche avanti 10-9. Mazzone si fa sentire a muro, Giannelli chiude una palla vagante (13-11). Il PalaPanini si sveglia anche lui… “Italia – Italia”. Ci pensa la Russia a cloroformizzare l’ambiente. Vlasov mura Mazzone (-1, 13-12)  L’Italia si rispegne, non riesce più a concludere ed è vittima del contrattacco russo che fa subito 14-17. Lanza rientra per Parodi, ma è la Russia che fa la gara. Muserskiy vuole chiuderla qui: 17-22, 17-23! Mazzate inarrestabili da posto 3. Finisce 20-25.

“Io tifo azzurro” la T-Shirt dei tifosi dell’Italia

Sostieni Volleyball.it